Il fisco spagnolo vuole schiacciare la "Pulce"

Lionel Messi
Lionel Messi
Lionel Messi
Lionel Messi

Palermo 13.06.2013 – Guai fiscali per la stella del calcio mondiale Messi e grande delusione per i molti tifosi palermitani che “adorano” Lionel. Secondo il fisco, insieme al padre Jorge Oracio, avrebbe evaso 4 milioni di euro dalla dichiarazione dei redditi degli anni 2007 – 2008 – 2009. La querela alla Pulce è stata presentata presso la sezione istruttoria di Gavà, dove risiede il fuoriclasse. Secondo ‘El Pais’, l’accusa sostiene che l’entourage della stella del Barcellona, avrebbe simulato il trasferimento dei diritti d’immagine del calciatore a società con sede nei paradisi fiscali come Belize e Uruguay, per non pagare il 40% di tasse previste in Spagna. Messi, 4 volte pallone d’oro, calcisticamente ha sempre subito il paragone con un altro mito del calcio mondiale, Diego Armando Maradona e, anche per la vicenda fiscale, ha dovuto subire il confronto con il Pibe de Oro Dieguito che è stato perseguito dal fisco Italiano. L’attaccante, ha sostenuto di non avere mai commesso irregolarità ed ha scelto facebook per difendersi dalle accuse: ‘Apprendiamo dalla stampa dell’azione avviata dal fisco spagnolo.
La cosa ci ha sorpreso perché non abbiamo mai commesso alcuna infrazione. Abbiamo sempre ottemperato a tutti gli obblighi fiscali su consiglio dei nostri consulenti, che chiariranno la situazione’.
La Pulce, ha introiti annui per oltre 33milioni, 12 milioni garantiti dal Barcellona, (contratto e bonus) e 21 milioni gli arrivano dagli sponsor. Ma questo valore, secondo il papà procuratore, potrebbe arrivare fino a 400 milioni che sarebbero stati offerti da un club russo per rilevare il cartellino del giocatore.

Ninni Ricotta