domenica, 14 Aprile 2024
spot_img
HomePalermoUrban art, Millo arriva allo Sperone e realizzerà un murale nel quartiere...

Urban art, Millo arriva allo Sperone e realizzerà un murale nel quartiere palermitano

Quasi ultimati i lavori su una delle pareti di via Giuseppe Di Vittorio. In corso un programma di attività collaterali aperte al quartiere e alla cittadinanza. L’inaugurazione del murale, mercoledì 14 giugno alle ore 18

Quasi ultimati i lavori dell’artista Millo nel quartiere Sperone di Palermo, con un nuovo intervento di arte urbana che si aggiunge ai sette già presenti per mano di altri
artisti.
Grande entusiasmo tra i membri dell’Alleanza Creativa Sperone167, che promuove
l’iniziativa, che nel 2022 ha realizzato già due murales nel quartiere Sperone: quello delle
artiste argentine Medianeras e “Gridalo al mondo” del salentino Chekos, oltre a “L’amore
non è amato”, realizzato da Igor Scalisi Palminteri nel quartiere 167 di Lecce.
L’intervento del pugliese Millo, che ha dipinto in tutto il mondo, fa parte di un processo di
rivitalizzazione dal basso attraverso il potere rigenerativo delle arti attivato da Sperone167
a cui hanno aderito associazioni, imprenditori, istituti scolastici e liberi cittadini con lo
scopo di accendere i riflettori sulle fragilità dei quartieri simbolo delle periferie di tutto il
mondo contribuendo ad una narrazione diversa rispetto a quello che ci presentano le
cronache.
Il soggetto che Millo sta quasi ultimando nel quartiere Sperone è stato rivelato proprio in
questi giorni e sarà visibile nell’inaugurazione di mercoledì 14 giugno. L’artista, che per la
prima volta interviene a Palermo aderendo al manifesto di Sperone167, per il suo lavoro
dichiara di voler ascoltare le voci del quartiere sentendone gli umori e le mancanze, ma
anche i processi di trasformazione e di autodeterminazione in corso per operare in una
chiave artistica vivace e positiva com’è nella sua cifra stilistica.
Lo Sperone è un quartiere dalle mille potenzialità, dalle ampie vedute e dagli spazi che si
prestano a strutture sociosanitarie e ricreative necessarie al territorio, alcune esistenti e
inutilizzate, altre in totale stato di abbandono. Un luogo che soffre, crede e spera nel
rispetto dei propri diritti in quanto cittadini. Un luogo che “grida” giustizia sociale e vive già
un processo di autodeterminazione. Un quartiere attraversato da una fitta luce che si
staglia tra le palazzine fine anni ’70 che sembrano delle quinte teatrali. Un quartiere che
affacciandosi sul Mediterraneo ritrova tutta la sua forza creativa e rigeneratrice. In
occasione dell’intervento di Millo, Sperone167 sta anche provando a recuperare uno
spazio pubblico negato all’interno del quartiere.
I fondi per realizzare l’esperienza di Millo sono stati raccolti attraverso una festa di
finanziamento che nel mese di marzo ha animato il locale “I Candelai” di Palermo, grazie a varie partnership e col contributo raccolto durante i Walking Tour, molti dei quali
realizzati per studenti in viaggio d’istruzione.

Eventi collaterali
Accanto ai lavori, un programma di attività collaterali in corso promosso dall’Alleanza
Creativa Sperone167 aperto al quartiere e alla cittadinanza.
Lunedì 12 giugno: piantumazione albero a cura de “I Giardinieri della Rosa Nera”. Martedì 13 giugno: workshop stampa 3D e installazione a cura di Rui Lab studio. Un workshop di modellazione e stampa 3D rivolto a bambini e ragazzi della scuola primaria e secondaria di primo grado dell’I.C.S. “Sperone-Pertini”.
Mercoledì 14 giugno dalle ore 18.00: inaugurazione opera di Millo, con un talk con
l’artista. A seguire Chiara Costa, La Bottega delle Percussioni, Mavaria, Mistical Sound, Shot
Unconventional Music, Southside Record.
Si sono svolti in questi giorni: una passeggiata “Le donne della Cala”, a cura de L’arte di
crescere Odv, che ha accompagnato un gruppo di mamme dell’I.C.S. “Sperone-Pertini” ad
una passeggiata tra le strade della Cala passando per le chiese di San Mamiliano, San
Domenico, Santa Cita e Santa Maria di Valverde, tra racconti di vita, di mariti e di intrighi,
sulla vita delle pittrici Sofonisba Anguissola e Rosalia Novelli, le donne Florio e Santa
Rosalia, a cura di Maria Oliveri, operatrice culturale dell’Ente Monastero di Santa Caterina.
Un laboratorio “Il ciclo dei rifiuti” per gli studenti dell’I.C.S. “Sperone-Pertini”, a cura di
Retake Palermo. E lo “Sperone Walking Tour” a cura dell’Alleanza Creativa Sperone167.
Non un semplice tour tra i murales ma un’occasione per condividere il percorso di
autodeterminazione degli abitanti del quartiere. Ad accompagnare i partecipanti al tour
sono stati la guida autorizzata Simona Sciortino di Palermo Guide Tour insieme ad alcuni
membri di Sperone167.

Millo
L’artista è abituato a lavorare in grandi metropoli e in zone periferiche, non ama esprimersi con la voce ma preferisce “parlare” attraverso le linee che traccia sui muri bianchi. Francesco Camillo ha sempre disegnato da quando era un bambino. Dopo la
facoltà di Architettura, la passione per il disegno è diventata la sua vita. Da allora ha
disegnato in tutto il mondo. Ha preso parte a moltissimi festival dedicati alla street art, a
eventi non governativi e a progetti internazionali di carattere sociale.
Le sue opere sono presenti in tutti i continenti: Cina, India, Australia, Thailandia, Nuova
Zelanda e Cile. In Argentina, Bolivia, Polinesia Francese, Messico, California e Canada. In
Inghilterra, Spagna, Francia, Portogallo, Marocco, Olanda e Belgio. In Svizzera, Austria, Lussemburgo, Germania, Svezia, Norvegia e Finlandia. E ancora in Danimarca, Polonia,
Slovacchia, Lituania, Ungheria, Ucraina, Russia e Bielorussia. In Georgia, Palestina,
Giordania, Bosnia ed Erzegovina, Cipro, Grecia e Italia.
Nel 2014 l’artista Millo vince il bando internazionale “B.Art arte in Barriera”, grazie al
quale realizza, nella sola città di Torino, tredici murales. Nel 2016 realizza il primo murale
di grandi dimensioni a Shanghai. Nel 2017 realizza il murale più grande dell’Asia nella città
di Shanghai.
Oltre a una produzione che vanta oltre 120 opere murarie disseminate in tutti i continenti, le sue opere su tela sono state esibite a Londra, Chicago, Rio De Janeiro, Parigi, Los Angeles, Miami, Roma e Milano. I suoi lavori su tela fanno anche parte di due collezioni
permanenti: “Urban Nation Museum for Urban Contemporary Art” a Berlino e dello “Straat
Museum for Graffiti and Street art” ad Amsterdam.

L’Alleanza Creativa Sperone167
Sperone167 é un’Alleanza Creativa, cioè una libera e consapevole unione di istituti,
aziende, associazioni del terzo settore e singoli individui, che, mantenendo la propria
diversità, desiderano sperimentare insieme nuove pratiche di partecipazione e
condivisione per la cura della comunità, incentrate sul ruolo rivitalizzante e generativo
delle arti, visive e non visive. L’Alleanza Creativa opera senza usufruire di fondi pubblici o di
patrocini a titolo oneroso o gratuito di alcun Ente pubblico.
Fanno parte dell’Alleanza Creativa Sperone167: Caparol, Igor Scalisi Palminteri, Afea Art &
Rooms, Chekos, I.C.S. “Sperone-Pertini”, Federalberghi Palermo, Shot, Davide Currao, Odd,
L’Arte di Crescere Odv, A Casa di Amici, Al Reve’s, Sartoria Sociale, Day Tour Sicily, Palermo
Guide Tour, Giulia Briguglia, Circ’Opificio, Hotel Porta Felice, 167/B Street, I.C.S. “Stomeo-
Zimbalo”, Bfake, Dario Castiglione, Gaspare Monte, Travel On Art, Antonio Carlotta.

CORRELATI

Ultimi inseriti