venerdì, 7 Ottobre 2022
spot_img
HomeevidenzaTerza sconfitta su quattro partite per il Palermo FC

Terza sconfitta su quattro partite per il Palermo FC

Arriva la terza sconfitta per la squadra rosanero, questa volta ad opera del Frosinone allenato da Fabio Grosso. Termina 1 a 0 in favore della squadra di casa la sfida che oggi vedeva il Palermo giocare al famoso Benito Stirpe.

Noi palermitani ricordiamo benissimo lo stadio Benito Stirpe. Cari tifosi vi ricorda qualcosa quella famosa partita di dei play-off, finale di ritorno valevole per la promozione in serie A, del 16 giugno 2018?

Quella partita, che ci vedeva appunto sfidare il Frosinone, terminò in maniera rocambolesca con un comportamento poco sportivo da parte della panchina del Frosinone che fece sfumare il sogno dei palermitani di tornare in serie A.

Quindi, questa sconfitta odierna, immeritata oserei dire, ci ferisce ancora di più.

Il goal dei ciociari è arrivato al 44° del primo tempo, tiro debole di Luca Moro, che sarebbe stato parato facilmente da Pigliacelli, ma il piedino di Buttaro, della serie quando il diavolo ci mette lo zampino, colpisce di striscio il pallone che viene deviato lì dove il nostro portiere non può arrivarci.

Purtroppo nel calcio esistono anche i goal fortunosi, è questo lo è stato doppiamente.

Diciamo che le due squadre si sono grosso modo equivalse, il pareggio sarebbe stato il risultato giusto, ma nel calcio vince chi riesce a mettere la palla dentro la rete facendo un goal in più dell’avversario.

E dire che la prima grossa occasione l’ha avuta il solito Brunori che, al 4° minuto in area di rigore dei giallo-azzurri a tu per tu con Turati (portiere ciociaro), viene abbattuto da questi, ma per prima aveva toccato la palla.

Che strano mondo quello del calcio, alcune sue regole non le capirò mai, l’attaccante della squadra avversaria a tu per tu con il portiere viene letteralmente abbattuto e quindi non ha la possibilità di proseguire l’azione, ma il portiere, cercando di intercettare il pallone un attimo prima di travolgere l’avversario, piglia il pallone e quindi il rigore non c’è, boh!

Al 14°, sempre Brunori salva sulla linea di porta del Palermo un tiro di testa di Lucioni. Brunori tuttofare, sempre in prima linea pure in difesa.

Al 15° sempre lui, Brunori, non arriva a deviare per poco in rete un passaggio troppo lungo di Elia.

Nel secondo tempo i rosanero cercheranno in tutti i modi almeno di pareggiare, ma il pallone non ne ha voluto sapere di andare in rete, anche perché i tiri dei nostri giocatori sono stati poco precisi, e i ciociari si sono saputi difendere e, spesso e volentieri, si sono spinti pericolosamente nell’area palermitana.

Seguono, in successione, le sostituzioni di cinque giocatori rosanero e il gioco ne risente in meglio, ma il risultato finale rimarrà invariato ed i Canarini guadagnano i tre punti in casa, portandosi a ridosso delle prime due in classifica.

Per la cronaca: al 77° ci prova Di Mariano ad andare in rete ma Turati non si fa sorprendere e para facilmente. All’87° è la volta di Segre che con un colpo di testa cerca di mandare la palla in rete, ma il tiro finisce di poco a lato dell’incrocio dei pali.

Che dire infine della partita odierna, c’è rabbia, molta rabbia, per noi tifosi doc, questa come ho già detto era una partita che aveva una doppia valenza. Niente, non siamo stati concreti e fortunati.

Comunque posso affermare che la squadra che ho visto oggi in campo non mi è piaciuta appieno, manca ancora quel qualcosa che ci faccia schizzare in avanti.

Speriamo che il ritiro a Manchester nella tana del City Football Group, così come dichiarato da mister Corini nella conferenza stampa dell’altro ieri “vorrei approfondire la conoscenza con i giocatori, per consolidare i rapporti tra loro”, sia proficua. I risultati li vedremo nelle prossime partite.

Per la cronaca il ritiro in Inghilterra comincerà lunedì 19 e terminerà sabato 24 settembre, approfittando della sosta delle partite di serie B.

Forza Palermo sempre e comunque, io continuerò a crederci.

La prossima partita verrà giocata al Barbera sabato 1 ottobre alle 14, contro il Sudtirol.

N.B. La foto in copertina, che ho realizzato, è volutamente anonima, perché non mi sembrava il caso di pubblicare una foto che ritraesse i giocatori del Palermo, in risalto un cielo poco nuvoloso, nella speranza che non diventi nel proseguo scuro e minaccioso, aspettiamo il sole.

CORRELATI

Ultimi inseriti