lunedì, 24 Giugno 2024
spot_img
HomeevidenzaSvelata e benedetta la Statua di Santa Rosalia, protagonista del 400° Festino

Svelata e benedetta la Statua di Santa Rosalia, protagonista del 400° Festino

Una Santa semplice, Rosalia una di noi, una donna pura come la sua dorata corona di rose, Rosalia che abbraccia Palermo e tutti i cittadini. L'opera è dell'artista Filippo Sapienza e da oggi si potrà ammirare in Cattedrale

Gioia ed emozioni ieri a Monte Pellegrino, nello spiazzale da cui domina il Santuario dedicato alla nostra amata Santuzza quando, al termine della Santa messa delle 18, è stata svelata e benedetta l’opera dell’artista palermitano Filippo Sapienza che incarna Santa Rosalia, e che sarà la statua ufficiale protagonista del 400° Festino. Alla cerimonia erano presenti, tra gli altri, il Sindaco di Palermo Roberto Lagalla, l’artista che ha realizzato l’opera Filippo Sapienza, il parroco della Cattedrale Mons. Filippo Sarullo, e il Reggente del Santuario don Natale Fiorentino.

Al termine dello svelamento che ha commosso un pò tutti, compreso il nostro Primo cittadino, è seguita una lettura a cura di Emanuela Fai che ha rievocato il miracolo accaduto e narrato da Geronima La Gattuta, poi le parole del Sindaco Lagalla, dell’artista Filippo Sapienza e, per la prima volta, la benedizione della Statua che, anche se ancora non si conoscono di preciso le modalità, sarà protagonista nella serata del 14 luglio, e non solo.

L’innovazione incontra la tradizione, perché il quarto centenario di Santa Rosalia volerà su queste due ali. Marco Balich, direttore artistico del 400° Festino, ha pensato al carro trionfale come un vero e proprio attore, una macchina scenica che si adatterà durante il racconto, divenendo una volta la peste, poi la santa, poi la speranza. L’ innovazione sta anche nel nuovo ruolo che avrà il Carro; infatti, durante il percorso, incontrerà l’anima della Santa che, come un miracolo, apparirà per liberare la Città ancora una volta dalla peste. Insomma, un Festino che segue il suo asse tradizionale ma che nel racconto si rinnova e ci consegna una festa diversa e ancorata alla tradizione. Un festino dal sapore barocco, non nello stile ma nello stupore. La statua del IV centenario ci accompagnerà per tutto l’anno Giubilare, mostrandosi ieri a Montepellegrino e, in maniera del tutto innovativa, apparirà durante il corteo del 14 luglio. È un’immagine aulica, e la ritroveremo anche la notte del 3 settembre ad accogliere i fedeli per la tradizionale “acchianata” e, per tutto l’anno giubilare, sarà esposta presso la cattedrale di Palermo. Sarà l’immagine simbolo di questi quattrocento anni e che consegneremo al futuro della città come custode del tempo che stiamo vivendo. Questa nuova immagine della Santuzza, in atteggiamento da pellegrina in cammino, sarà con il suo popolo, lungo quest’anno e concluderà il giubileo rosaliano con il suo abbraccio, la sera del 14 luglio 2025, dove ricorderemo i 400 anni dal miracolo della liberazione ( 1625- 2025); sarà l’ anno santo anche del Giubileo della Chiesa Cattolica dal titolo “Pellegrini di Speranza”. Un Festino che non si concluderà il 15 luglio 2024 insomma, ma continuerà a far parlare di sé, perché il tema della Speranza è troppo importante per essere ridotto alle sole date tradizionali. Aspettiamoci un Festino nuovo, che ci proietta nella Palermo futura, un festino che parlerà alla gente, come un miracolo da rinnovare“.

Queste le parole del Sindaco Lagalla e del vicesindaco Giampiero Cannella.

E’ un dono personale, che viene dall’alto – commenta Filippo Sapienzaè una Santa meditata, pensata, pregata, è semplicemente Santa Rosalia, e l’augurio è che, abbracciando da 400 anni Palermo, possa continuare a farlo ancora per tanti altri secoli“.

AL LINK, IL VIDEO DELLO SVELAMENTO

https://www.facebook.com/giornalecittadinopress/videos/859968625941964

Sull’argomento, leggi anche:

https://www.giornalecittadinopress.it/400-festino-di-santa-rosalia-il-26-maggio-lo-svelamento-della-statua-della-santuzza-opera-di-filippo-sapienza/?fbclid=IwZXh0bgNhZW0CMTEAAR3KZvfi0kZIIIH10FTM_V0Gey4VcIbxjH0GNNZCqZxXiTqRBirru8zhmkk_aem_AVSTPiC5g1n73KDpV4_DZ-6NQ1m0T1ydZVC4PUHKwVsb9e1bbshVyvdzMeOS5gX1tuGsVaRqk_7gg5MKshBBAtSO

CORRELATI

Ultimi inseriti