martedì, 6 Giugno 2023
spot_img
HomesportSport e inclusività: a Palermo torna una vela senza esclusi

Sport e inclusività: a Palermo torna una vela senza esclusi

Giunge alla IX edizione "Una vela senza esclusi", un appuntamento ormai consueto per la Sezione di Palermo della Lega Navale Italiana

Una Vela Senza Esclusi torna e si svolgerà il 1° e il 2 aprile, nel Golfo di Palermo. Dopo anni durante i quali la manifestazione prevedeva la sola presenza delle imbarcazioni “Azzurra 600” (progetto palermitano di imbarcazioni appositamente concepite per atleti con disabilità), dal 2017 la manifestazione è diventata anche un contenitore dei campionati delle Hansa 303, classe internazionale di imbarcazioni governabili in singolo o in doppio da atleti con disabilita ma anche da atleti normodotati.

Quest’anno la regata è inserita tra le tre regate nazionali (Palermo: Una Vela Senza Esclusi, Porto San Giorgio: Trofeo Marina di Porto San Giorgio e Chiavari: Campionato Nazionale di Classe) utili per la formazione di una Ranking Nazionale della Classe Hansa Italia.

La manifestazione nazionale si aprirà venerdì 31 marzo alle ore 10.30 con la conferenza stampa, presso i locali dell’ex Fonderia Oretea alla Cala, a Palermo, alla presenza delle più importanti istituzioni sportive, politiche e militari. Saranno presenti l’Amm. Donato Marzano, Presidente Nazionale Lega Navale Italiana, Carlo Bruno, Delegato Regionale LNI Sicilia Occidentale, Sabrina Figuccia, Assessore allo Sport del Comune di Palermo, Roberta Cascio, Vice Presidente CIP Sicilia, Fabio Colella, Consigliere Nazionale della Federazione Italiana Vela con la delega alla paralimpica, Francesco Zappulla, Presidente VII Zona FIV Sicilia, Carmelo Forastieri, Presidente Classe Hansa Italia, la Prof.ssa Maria Cristina Maggio e il Prof. Giuseppe Messina dell’Università degli studi di Palermo, mentre farà gli onori di casa Giuseppe Tisci, Presidente LNI di Palermo. Presenti anche le tante associazioni con le quali la LNI di Palermo ha fatto rete, collaborando in vari progetti per l’inclusione e l’integrazione, tra le quale Rotary Club, l’associazione dei Medici Cattolici, l’Associazione Nazionale Sanità Militare Italiana, il Panathlon Club di Palermo, Associazione Sant’Erasmo Nautilus.

Da sottolineare la collaborazione con l’Università degli Studi di Palermo, iniziata in occasione delle precedenti edizioni di Una Vela Senza Esclusi e finalizzata a facilitare la partecipazione degli atleti paralimpici alle gare grazie alla ricerca su avanzate soluzioni posturali.

Nel corso della mattinata la Prof.ssa Maria Cristina Maggio e il Prof. Giuseppe Messina illustreranno i risultati delle valutazioni fatte sugli atleti. Tali valutazioni evidenzieranno le differenze riscontrate prima e dopo le regate, al fine di suggerire eventuali strategie di miglioramento per ottenere una migliore performance sportiva. 

Il programma sportivo prevede una practice race sulle boe a partire dalle ore 14.00 del 31 marzo alla quale parteciperanno i numerosi atleti provenienti da tutta la Sicilia, da Sardegna, Friuli Venezia Giulia, Calabria e Marche. La practice race è finalizzata a far prendere confidenza con il nostro golfo ai circa 25 equipaggi che si sfideranno nei due giorni successivi.

Tra le sfide più accese si ripropone il recente testa a testa del campionato italiano di Formia tra il giovanissimo Vincenzo Gulino, del Club velico Crotone, e il detentore del titolo, il palermitano Carmelo Forastieri, che questa volta giocherà in casa.

Nella categoria Hansa in doppio, invece, riflettori accesi sull’equipaggio vincitore del Campionato italiano CICO delle sarde Cristina Aztori e Alessandra Cappello, e sul duo triestino Ragni-Valente, campione nazionale a Oristano nel 2023.

Saranno due i campi di regata: uno per le regate delle imbarcazioni Azzurra 600 e uno per le regate della classe Hansa 303. La sicurezza delle prove in mare sarà garantita da diversi gommoni e barche appoggio.

Al primo classificato in overall delle Hansa 303 verrà anche assegnato il Trofeo Panathlon Gabriella Caldarella, mentre il primo classificato in overall tra le Azzurre 600 verrà premiato con il Trofeo LNI Ammiraglio Pietro Caricato.

Una Vela Senza Esclusi nasce da un progetto voluto per la prima volta nel 2011 dalla sezione L.N.I. di Palermo. La manifestazione è stata ideata partendo dalla consapevolezza che la vela contribuisce fortemente all’integrazione di gruppi misti, caratterizzati da vissuti e abilità diverse. Grazie alla vela le differenze si annullano e, una volta in acqua, l’unica abilità che fa la differenza è quella velica.

La chiusura dell’evento che coniuga sport, inclusione e turismo è prevista per domenica 2 aprile con la premiazione dei vincitori alle ore 15, nel clima di festa che da sempre accompagna questo evento che fa ritrovare ogni anno atleti entusiasti della vita e dello sport.

Partita la IX edizione di una vela senza esclusi

Si è aperta venerdì 31 marzo, la nona edizione di Una Vela Senza Esclusi evento sportivo e sociale diventato ormai un must per la Sezione Palermo della Lega Navale Italiana, che da anni svolge attività destinata all’integrazione e all’inclusione attraverso lo sport della vela.

La manifestazione si svolgerà a Palermo dal 1 al 2 aprile, e si è aperta ufficialmente con la conferenza stampa svoltasi all’ex Fonderia Oretea alla Cala a cui hanno preso parte Giuseppe Tisci, Presidente LNI di Palermo che ha accolto gli ospiti, tra cui, Sabrina Figuccia, Assessore allo Sport del Comune di Palermo, Fabrizio Ferrara, presidente della commissione allo sport dell’ARS, Carlo Bruno, Delegato Regionale LNI Sicilia Occidentale, Carmelo Forastieri, Presidente Classe Hansa Italia, Maria Cristina Maggio, consigliera LNI Palermo e Roberta Cascio, Vice Presidente CIP Sicilia.

Nel pomeriggio, gli atleti hanno già fatto una prima uscita in mare di allenamento e si ritroveranno nel Golfo di Palermo, sabato 1° aprile, per le prime prove di regata.

Info: palermo@leganavale.it – 3388751113

CORRELATI

Ultimi inseriti