sabato, 20 Aprile 2024
spot_img
HomeculturaSicilia Classica Festival, ecco alcune anticipazioni: le audizioni anche a Palermo

Sicilia Classica Festival, ecco alcune anticipazioni: le audizioni anche a Palermo

Con l’ambizioso obiettivo di trasmettere la cultura della musica classica al grande pubblico, il Sicilia Classica Festival cresce ancora e apre al nazionale. Il programma 2023/2024 non toccherà infatti solo i teatri più belli della Sicilia, ma porterà l’Opera anche in altre location d’Italia.

“Visto il successo degli scorsi anni- dichiara Francesco Ciprì, Presidente del Sicilia Classica Festival- abbiamo sentito forte la volontà di espandere il nostro progetto e diffonderlo anche oltre la Sicilia”.

Oltre che nell’imponente Teatro antico di Taormina e in quello sullo scenario della Valle dei Templi di Agrigento, o nel bell’Anfiteatro Villa a Mare di Terrasini, l’Opera sotto le stelle del Sicilia Classica Festival arriverà anche al Teatro Politeama Greco di Lecce, al Teatro Politeama di Napoli e al Teatro Politeama di Catanzaro.

Pagliacci di Leoncavallo, Cavalleria Rusticana di Mascagni, la Carmen di Bizet, La Traviata di Verdi e la cantata scenica dei Carmina Burana di Carl Orff, sono i titoli che verranno portati in scena.

“Dopo il successo di Traviata e Aida- dichiara il regista Salvo Dolce- quest’anno il nostro progetto prevede anche la messa in scena delle Opere Cavalleria Rusticana, Pagliacci e Carmen. Si tratta di capolavori operistici in cui il ruolo dei protagonisti e delle protagoniste è legato da un unico filo conduttore, ovvero la passione amorosa che sfocia drammaticamente nella morte”. “Abbiamo scelto in particolare- aggiunge- di eseguire Cavalleria Rusticana e Pagliacci in un’unica serata, avendo le due opere veriste per eccellenza molti elementi in comune nella struttura drammaturgica, in una sorta di spettacolo unitario a livello di ambientazione, in un Sud astratto carnale, passionale, in cui si intrecciano riti sacri e profani”.

“La musica di Bizet- aggiunge Alessandra Pipitone, Direttrice d’Orchestra nella Carmen- enfatizza lo spirito irriverente della protagonista, il suo vivere all’estremo, la sua forte carnalità. Carmen è una donna moderna, indipendente, anticonformista, pronta a rimetterci la vita pur di rimanere coerente e fedele a se stessa, una donna che stimo per il suo grande slancio che le dona un fascino smisurato”.

Tra le novità di quest’anno anche la volontà di “reclutare” nuovi artisti, “per dare la possibilità a nuovi talenti di entrare a fare parte del nostro cast- dichiara il Direttore artistico Nuccio Anselmo- puntando sempre all’alta qualità e all’attenta selezione di voci importanti del panorama operistico”.

L’organizzazione terrà dunque due audizioni conoscitive per cantanti lirici per Opere e concerti: il prossimo 22 aprile 2023, dalle ore 10.30, presso la Sala Faust del Cortile Santa Caterina di Corso Vittorio Emanuele a Palermo, e il prossimo 30 aprile 2023, dalle ore 10, presso l’Auditorium Accademia Musicale Praeneste di Roma, in via del Carroccio 14 in zona Piazza Bologna. Per questo motivo, in quanto ancora in via di definizione, non è ancora stato svelato, il cast di questa edizione del Sicilia Classica Festival 2023.

Già certe, invece, alcune date: il 19 agosto 2023, all’Anfiteatro Villa a Mare di Terrasini, la messa in scena della “Carmen” di Bizet, Opera Lirica in 4 atti, Orchestra Filarmonica della Sicilia e Coro Lirico Mediterraneo, Direttrice Alessandra Pipitone, regia di Salvo Dolce; il 26 agosto 2023, sempre all’Anfiteatro Villa a Mare di Terrasini, in scena “Pagliacci” e “Cavalleria Rusticana”, Orchestra Filarmonica della Sicilia e Coro Lirico Mediterraneo, regia Salvo Dolce.

Due le date fissate al Teatro Antico di Taormina: 20 settembre 2023, ore 21, la messa in scena di “Pagliacci” di Leoncavallo e “Cavalleria Rusticana” di Mascagni, Orchestra Filarmonica della Sicilia, Coro Lirico Mediterraneo, Direttore d’Orchestra Francesco Di Mauro; 22 settembre 2023, la “Carmen” di Georges Bizet, Direttrice d’Orchestra Alessandra Pipitone.

Per tutte le Opere messe in scena, le coreografie sono a cura del corpo di ballo diretto da Stefania Cotroneo, mentre i costumi sono a cura di Fabrizio Buttiglieri, la regia è di Salvo Dolce e la Direzione artistica di Nuccio Anselmo, Direttori d’Orchestra Francesco Di Mauro ed Alessandra Pipitone.

Inserito nel programma di quest’anno, anche uno spettacolo dedicato alla danza, “Gran Gala di Danza- Omaggio a Carla Fracci- il Mito”, ovvero un soirée di balletto con i più celebri pas de deux ed assoli del repertorio del balletto, un omaggio al mito della danza mondiale Carla Fracci. Uno spettacolo che si terrà il prossimo 27 agosto 2023, a partire dalle ore 21, presso l’Anfiteatro Villa a Mare di Terrasini.

Scelto il cast alle audizioni tra Roma e Palermo

Sono stati scelti i cantanti lirici per i ruoli delle Opere Carmen, Pagliacci, Cavalleria Rusticana e Traviata, che verranno messe in scena, nei teatri più belli della Sicilia e non solo, per la programmazione estiva del Sicilia Classica Festival. L’esito delle audizioni che si sono tenute tra Roma e Palermo è stato reso pubblico sui canali social e sul sito dell’Organizzazione. In giuria, a valutare gli artisti alle audizioni del 30 aprile e primo maggio a Roma, parte dello staff organizzativo: Nuccio Anselmo, Direttore artistico; Alessandra Pipitone, Direttrice d’Orchestra; Giovanni Palminteri, cantante lirico. Si sono tenute, invece, lo scorso 28 aprile al Teatro Al Massimo di Palermo nel contesto di un più ampio Audition day, le audizioni per i ballerini che danzeranno per le Opere. Tra i quasi cinquanta candidati, ne sono stati selezionati venticinque.

Questi i nomi dei cantanti lirici ammessi ai ruoli per le Opere: Demurova Karina per il ruolo di Carmen; Merkudinova Restivo Yulia per il ruolo di Violetta; Urru Claudia per il ruolo di Violetta; Llteres Antoni per il ruolo di Alfredo; Medici Giacomo per il ruolo di Escamillo; Leruth Cloé per il ruolo di Micaela; Drago Andreina per il ruolo di Mercedes; Sasso Claudia per Frasquita; Moles Isidora per il ruolo di Nedda; Tavini Matteo per il ruolo di Beppe; Noh Dongyong per il ruolo di Tonio; Pitagova Anastasia per il ruolo di Santuzza; Tello Jorge per il ruolo di Alfio; D’Amato Sabrina per Mamma Lucia. Tra i selezionati ci sono anche alcuni vincitori del Concorso internazionale di Canto Lirico “Gino Marinuzzi” organizzato dal Sicilia Classica Festival nel marzo 2022. Gli idonei potranno essere ammessi ad una o più recite. La produzione comunicherà via e-mail l’assegnazione del debutto con relativo nome del Teatro.

Riepilogando, gli spettacoli già in programma: 19 agosto 2023 ore 21, Anfiteatro Villa a Mare di Terrasini, “Carmen” di Bizet, Opera Lirica in 4 atti; 20 settembre 2023 ore 21, Teatro Antico di Taormina, in scena “Pagliacci” di Leoncavallo e “Cavalleria Rusticana” di Mascagni; 22 settembre 2023 ore 21, Teatro Antico di Taormina, “Carmen” di Georges Bizet.

In via di definizione ulteriori recite in altri teatri della Sicilia, e non solo. Le date verranno comunicate prossimamente.

Per tutte le Opere messe in scena, le coreografie sono a cura del corpo di ballo diretto da Stefania Cotroneo, mentre i costumi sono a cura di Fabrizio Buttiglieri, la regia è di Salvo Dolce e la Direzione artistica di Nuccio Anselmo, Direttori d’Orchestra Francesco Di Mauro ed Alessandra Pipitone.

www.siciliaclassicafestival.it

[Comunicato stampa | immagine inoltrata dall’ufficio stampa]

CORRELATI

Ultimi inseriti