Pallanuoto, il TeLiMar a caccia di punti sfida la Rari Nantes a Salerno

match telimar
match telimar

Ha fame di punti il TeLiMar che, nella settima giornata del Campionato Nazionale di Pallanuoto di Serie A1, vola a Salerno per sfidare l’altra matricola della stagione, la Rari Nantes.

Palla al centro alle ore 18,00 di domani, sabato 16 novembre, alla Piscina Simone Vitale agli ordini degli arbitri Bianco e Rovida.

Il tecnico Ivano Quartuccio avrà a disposizione la rosa al completo, con il rientro del portiere titolare William Washburn e dell’attaccante Mario Del Basso, che hanno sfruttato la pausa per recuperare al meglio dopo gli infortuni.

La progressione del Club dell’Addaura, nonostante le due assenze, si è vista chiaramente negli ultimi due turni, con il pareggio di Firenze, che ha regalato il primo punto stagionale alla neopromossa, e con il match casalingo giocato alla pari contro la forte Pallanuoto Trieste, quinta forza di questo difficile Campionato.

A trascinare i compagni, oltre al capitano Ciccio Lo Cascio, è il maltese Matthew Zammit, arrivato a settembre, ma già ben integrato all’interno del gruppo: «Al San Julian ero il capitano e da anni sono il vice capitano della mia Nazionale, dunque ho imparato a capire come gestire una squadra. Per questo, sto cercando di aiutare il nostro capitano a motivare tutti, soprattutto in questo difficile avvio di stagione. Come si fa? Basta ricordare che finora abbiamo affrontato squadre davvero forti, che alla fine dell’anno si giocheranno sicuramente molto a livello nazionale e internazionale».

Anche il TeLiMar, però, può dire la sua in questa A1: «Dobbiamo puntare a lavorare sempre di più insieme e, seguendo le indicazioni del coach, mano a mano i risultati arriveranno. I prossimi due turni sono fondamentali per dimostrare intanto a noi stessi di potercela giocare alla pari mettendoci testa e cuore, sia in trasferta domani contro il Salerno, che in casa sabato prossimo contro il Napoli. Ha fatto bene il presidente a darci la scossa dopo la sconfitta in casa contro la Roma Nuoto – afferma il mancino -. È una squadra forte, ma noi non siamo da meno e in effetti in quella occasione, forse l’unica volta in queste sei giornate, abbiamo giocato male. Da quel momento, però, abbiamo sempre dato il massimo. Non dobbiamo mai risparmiarci, solo così potremo acquistare maggiore consapevolezza nei nostri mezzi. In questo senso, i tifosi che ad ogni partita all’Olimpica di Palermo affollano la tribuna sono importantissimi, soprattutto per una squadra che ha appena conquistato la promozione e ha tutta l’intenzione di restare a lungo in Serie A1. Anche a Malta c’è un grande pubblico caloroso, che diventa a tutti gli effetti l’ottavo uomo in vasca e ti spinge a far sempre meglio. È bello aver trovato la stessa passione qui».

Ad attendere il TeLiMar nella caldissima Piscina Simone Vitale di Salerno ci sarà una squadra che, al suo rientro nella massima categoria, sta facendo bene il proprio compito: i cinque punti conquistati fino ad ora dagli uomini di Matteo Citro sono frutto della vittoria contro la Lazio e dei due pareggi con Posillipo e Quinto.

Anche i campani, così come i palermitani, si sono rafforzati dopo la promozione, quindi la sfida di domani, come sottolinea il Presidente del TeLiMar, Marcello Giliberti, «sarà un match combattutissimo, che giocheremo, come ormai da tantissimi anni, sia noi che i cugini salernitani con straordinario trasporto, dando vita ad una partita certamente spettacolare. Siamo entrambe neo-promosse in A1, avendo nello scorso campionato dimostrato ampiamente di meritarlo, sia per il lavoro che sviluppiamo con il settore giovanile, proiettandolo sempre in prima squadra, che per il seguito che abbiamo a livello cittadino. La storica Rari ha rinforzato il già forte organico dello scorso anno, con tre acquisti importanti – Elez, Tomasic e Cuccovillo – dando una ulteriore spinta offensiva alla squadra. Noi abbiamo dimostrato giocando alla pari contro Florentia e Trieste, pur rimediando alla fine contro di loro un solo punto in totale, di essere in crescita ed il recupero totale del nostro portiere William Washburn e del nostro attaccante Mario Del Basso, salernitano di nascita, darà una ulteriore spinta a tutti gli altri nostri uomini che arrivano a mio avviso a questo importantissimo match veramente pronti sia sotto il profilo tecnico-tattico, sia sotto il profilo natatorio, ma anche sotto quello motivazionale. Dico e ripeto, il nostro gruppo è ben strutturato, avendo al suo interno giocatori esperti molto validi e giovani talentuosi,  un allenatore – Ivano Quartuccio – preparato, che sta lavorando bene, ed una organizzazione, curata dal nostro bravo DS Lino Mesi e da me in ogni minimo particolare. Dobbiamo ora dimostrare facendo risultati questo nostro valore.  L’imperativo è tornare da Salerno con un risultato positivo, sapendo di avere di fronte una squadra molto reattiva e motivata, che sopratutto in casa sa rendere la vita difficile a qualsiasi avversario».

Le Formazioni


Rari Nantes Salerno: 1.Santini, 2.Luongo, 3.Gandini, 4.Sanges, 5.Scotti Galletta, 6.Gallozzi, 7.Tomasic, 8.Cuccovillo, 9.Elez, 10.Parrilli, 11.Fortunato, 12.Pica, 13.Taurisano – Allenatore: Matteo Citro

TeLiMar: 1.Washburn, 2.Del Basso, 3.Galioto, 4.Di Patti, 5.Occhione, 6.Zammit, 7.Giliberti, 8.Saric, 9.Lo Cascio, 10.Maddaluno, 11.Draskovic, 12.Migliaccio, 13.Sansone  –  Allenatore: Ivano Quartuccio

Arbitri: Luca Bianco di Gavardo (BS) e Alberto Rovida di Cairo Montenotte (SV) Delegato: De Chiara

Print Friendly, PDF & Email