lunedì, 15 Aprile 2024
spot_img
HomeevidenzaPalermo porta bene al Settebello che batte il Montenegro 11 a 10

Palermo porta bene al Settebello che batte il Montenegro 11 a 10

La vittoria qualifica l'Italia di pallanuoto e la porta tra le migliori otto d'Europa. Trascinante l'entusiasmo de pubblico palermitano

Straordinaria vittoria per la Nazionale Italiana di Pallanuoto a Palermo nel match contro il Montenegro di Europa Cup. 11-10 per gli azzurri in una partita al cardiopalma, decisa nel finale dopo una gara molto sofferta.

Il match parte bene il Settebello con il primo gol degli azzurri a opera del capitano azzurro Figlioli contro il suo ex compagno di squadra, il portiere Lazovic. Fine primo quarto ottimo della nazionale che si chiude sul 4 a 2 per i nostri. Ma nel secondo quarto l’Italia si perde e incassa 3 punti di fila, sul 4 a 5 l’Italia chiede il time-out per ricompattarsi e trovare soluzioni offensive.

Nel terzo quarto il ritmo si alza e il Settebello si ritrova, pareggiando per 7 a 7 grazie anche a un ottimo Di Fulvio. L’ultimo quarto vede l’Italia sbagliare un rigore, ma il cuore e il tifo dei palermitani trascinano la squadra verso la vittoria: gol nel finale dell’eccezionale Di Fulvio che porta avanti gli azzurri che si chiudono in difesa e portano a casa la vittoria. Tra i migliori in vasca per il Settebello il capitano Pietro Figlioli con tre reti e Di Fulvio, con cinque. Strepitoso il montenegrino Ivovic, uno dei migliori giocatori al mondo, autore anche egli di cinque reti.

Si consuma quindi la “vendetta” dell’Italia che aveva perso all’andata per 11-8 ai rigori nel match di Podgorica a ottobre. Serviva quindi una vittoria nei tempi regolari per superare la formazione Montenegrina e qualificarsi per per la World League di pallanuoto.

Come aveva chiesto il mister Alessandro Campagna, il pubblico è stato trascinante e ha dato la giusta motivazione agli azzurri. Palermo ha sempre risposto con molto calore alla nazionale di pallanuoto e a questo sport in generale.  «E’ stata una bellissima partita. Fischiata bene, con molte espulsioni al centro. Il Montenegro ha dimostrato di essere una squadra fortissima. Il primo posto del girone è una bella soddisfazione, ma dobbiamo crescere ancora tanto. I ragazzi sono partiti bene. Poi hanno avuto un passaggio a vuoto. Ha subito il ritorno del Montenegro, ma poi ha avuto la capacità di reagire con calma, difesa e gol fantastici. E’ stata una partita che ci ha insegnato tanto», ha concluso il ct degli azzurri Campagna. 

CORRELATI

Ultimi inseriti