sabato, 27 Novembre 2021
spot_img
HomesportPalermo batte il Padova per 3-0

Palermo batte il Padova per 3-0

Una vittoria importantissima. Il Palermo ottiene il suo primo successo in campionato superando 3-0 il Padova. Tre punti che equivalgono ad una enorme iniezione di fiducia per la formazione rosanero, che si impone grazie alle reti di Di Gennaro ed alla doppietta di Hernandez.

Gattuso conferma il modulo utilizzato contro l’Empoli: nel 4-3-1-2 Di Gennaro assiste le punte Dybala ed Hernandez. Capitan Barreto parte dalla panchina, mentre gioca dall’inizio Bolzoni. Il Padova risponde con un 3-5-2 che vede in attacco Vantaggiato e Pasquato.

In avvio di partite le due squadre si studiano. Il ritmo è molto alto, gli spazi sono pochi: la naturale conseguenza è l’assenza di vere occasioni da gol (nonostante il grande movimento di Dybala ed Hernandez) nel primo quarto d’ora.

In tre minuti, la sfida si infiamma. Al 25′ è Stevanovic a provare un destro al volo dal limite, respinto da un difensore biancoscudato. E’ poi Pasquato, con due conclusioni da fuori, ad impensierire Sorrentino: il portiere rosanero blocca il pallone nella prima circostanza, mentre nel secondo tentativo del numero 20 dei veneti lascia sfilare la sfera sul fondo. Il Palermo passa in vantaggio al 28′. Splendida ripartenza orchestrata da Stevanovic, che libera Hernandez a circa venti metri dalla porta: l’uruguaiano premia la sovrapposizione di Di Gennaro sulla destra, il numero 10 controlla in corsa e batte Colombi in diagonale.

Il Padova prova immediatamente a rispondere con un tiro dalla destra di Cuffa, deviato in corner: sull’angolo Vantaggiato manca in mischia la deviazione verso la porta rosanero. La squadra di Gattuso può adesso far valere la rapidità e la tecnica dei suoi attaccanti con veloci ripartenze: in tre circostanze il Palermo si presenta pericolosamente in attacco con Stevanovic, Sanseverino ed Hernandez. L’occasione più pericolosa la costruisce il giovane numero 7, che in piena area si libera al tiro di sinistro, costringendo Colombi ad una difficile respinta.

Nel finale il Palermo raddoppia grazie ad un calcio di rigore concesso da Mariani per un intervento scomposto di Ampuero ai danni di Di Gennaro. I biancoscudati protestano animatamente, ritenendo il penalty decisamente severo. Hernandez non si cura troppo delle rimostranze dei difensori veneti e batte Colombi con un sinistro all’angolino basso.

La ripresa si apre con un cambio nella squadra di Marcolin: fuori Cuffa, dentro Feczesin per aumentare la spinta offensiva. La prima occasione è per i rosanero ed è una chance che poteva essere sfruttata meglio: Dybala calcia alto dal limite, ma avrebbe potuto servire sulla sinistra Di Gennaro liberandolo davanti al portiere.

La ripresa si apre con un cambio nella squadra di Marcolin: fuori Cuffa, dentro Feczesin per aumentare la spinta offensiva. La prima occasione è per i rosanero ed è una chance che poteva essere sfruttata meglio: Dybala calcia alto dal limite, ma avrebbe potuto servire sulla sinistra Di Gennaro liberandolo davanti al portiere.

Il Padova deve naturalmente spingere sull’acceleratore, costringendo i rosanero a concentrarsi sulla fase difensiva. Al 13′ Feczesin prova a concludere verso la porta da posizione ravvicinata, Sorrentino chiude la saracinesca ed evita guai. Poco dopo Ceccarelli controlla un pallone sulla destra, ma il suo debole tiro centra Pisano. La migliore occasione dei biancoscudati viene però costruita da Ampuero, che sfiora l’eurogol mandando di poco a lato con un tentativo ad effetto dal vertice sinistro dall’area.

Gattuso prova a garantire maggiore copertura alla squadra: fuori Dybala e Di Gennaro, dentro Lores e Troianiello. Il numero 13 viene però espulso per un’entrata su Iori al 28′: l’espulsione diretta appare eccessiva dalle immagini televisive. La superiorità numerica esalta il Padova, che va vicino alla rete dell’1-2 in due circostanze. Pasquato calcia di poco fuori una punizione dal limite che mette i brividi al Palermo, mentre Sorrentino è perfetto su un destro da fuori di Osuji. Al 41′ ci prova anche Ceccarelli, che però non inquadra lo specchio della porta. Il numero 7 tenta pochi secondi dopo un clamoroso pallonetto da quaranta metri che finisce non di molto sopra la traversa di Sorrentino.

I rosanero sigillano il successo al 48′, con uno stupendo contropiede. Morganella scappa via sulla destra e serve Lores, che libera Hernandez a centro area. Piatto sinistro che non lascia scampo a Colombi e doppietta personale per il numero 11. La panchina rosanero ed il settore ospiti possono gridare tutta la propria gioia. E’ un successo fondamentale per i ragazzi di Gattuso, che consoliderà certamente le certezze di un gruppo costruito per vincere. Il Palermo sale a quota 4 punti in classifica.

CORRELATI

Ultimi inseriti