sabato, 4 Febbraio 2023
spot_img
HomeevidenzaMorto l'attore Mario Pupella

Morto l’attore Mario Pupella

È stato un grande artista di teatro, cinema e televisione. A darne notizia sono stati i figli attraverso la pagina Facebook del teatro Sant'Eugenio

Palermo ha detto addio a un grande attore e regista teatrale e cinematografico, Mario Pupella. Aveva 77 anni e ha lasciato un’eredità indelebile nello spettacolo italiano.

Pupella, nato a Castelvetrano ma che ha sempre vissuto nel capoluogo siciliano, ha debuttato giovanissimo a teatro recitando in “Enrico IV” di Luigi Pirandello, diventando poi un interprete di numerosi lavori teatrali classici, come “I Malavoglia” di Verga nel ruolo di padron ‘Ntoni. Ha anche interpretato ruoli importanti al cinema, come nel film “Angela” di Roberta Torre, presentato a Cannes, e nel film “La siciliana ribelle” di Marco Amenta.

Per la televisione, Pupella ha partecipato alla seconda e terza serie de “L’onore e il rispetto” di Samperi con Gabriel Garko nel ruolo di don Patrono, e alla terza e quarta serie di “Squadra antimafia” di Beniamino Catena. Nel 2013, è stato coprotagonista assoluto del film “Salvo” di Antonio Piazza e Fabio Grassadonia, e tre anni dopo ha partecipato al film “In guerra per amore” di Pif. Nel 2020 ha interpretato il ruolo del padre di Pierfrancesco Favino nel film “Padrenostro” di Claudio Noce, presentato alla mostra del cinema di Venezia.

Oltre ad essere un attore poliedrico, Pupella era anche un regista di successo, dirigendo la scuola di recitazione del Teatro Sant’Eugenio, un teatro che aveva fatto rinascere. Tutti i suoi cinque figli – Daniela, Lavinia, Marco, Massimo e Alessandro – lo hanno seguito nel mondo dello spettacolo.

La figura professionale di Pupella e l’importanza che ha avuto a Palermo non possono essere sottovalutate. Era un artista ironico e generoso, che ha portato in scena i grandi classici del teatro, ma la sua maschera è stata molto apprezzata anche dal mondo del cinema. La sua scomparsa rappresenta una grande perdita per la città di Palermo e per il mondo dello spettacolo italiano. Il sindaco Roberto Lagalla e l’assessore comunale alla Cultura Giampiero Cannella hanno espresso il loro cordoglio e la vicinanza ai suoi familiari.

“Un grande attore ci ha lasciati. Il teatro è stato la sua vita e con la sua scuola ha portato cultura alla città di Palermo e arte in tutta Italia e nel mondo. Esprimo il mio cordoglio e rivolgo un pensiero ai familiari, soprattutto ai figli, che sono certa continueranno la tradizione tramandata con grande passione dal padre”, ha commentato la senatrice del Movimento 5 Stelle Dolores Bevilacqua.

CORRELATI

Ultimi inseriti