La Santuzza del vicolo Panormita non ha pace. Rubata nuovamente nonostante le grate

La cappella votiva del vicolo Panormita, stamani senza la Santuzza

Ennesimo furto della statua di Santa Rosalia che qualche mese fa era stata sistemata dai volontari dell’associazione Palazzo Alliata di Villafranca in una piccola finestra del vicolo Panormita, alle spalle di piazza Bologni a Palermo.

L’idea dei ragazzi era nata per contrastare il triste fenomeno dell’abbandono dei rifiuti che in quella stradina si ripeteva continuamente, così pensarono di chiedere aiuto alla nostra Santa Patrona affinché proteggesse la stradina dall’inciviltà.

E’ stata così allestita una vera e propria edicola votiva con fiori, lumini, e bigliettini per messaggi e richieste di grazie alla Santuzza.

Ma questa statua, evidentemente, non era (e non è) gradita a qualcuno, tanto da essere rubata più volte. Dopo ogni furto, naturalmente, la Statuetta è stata sempre riposizionata nel suo angolino, in più, dopo l’ultimo fatto spiacevole, i giovani volontari hanno pure fatto sistemare una grata affinché la Santuzza potesse rimanere in pace.

I fatti di stamane dimostrano che, a chi compie tali gesti, non fanno paura neanche le grate, infatti la Statuetta è stata rimossa nuovamente.

“Ma si può”? – commenta don Gaetano Ceravolo, Reggente del Santuario di Santa Rosalia a Monte Pellegrino. Poi, ironicamente aggiunge: “Forse qualcuno vuol diventare il ‘personaggio’ di un ‘romanzo giallo’ e non ha contatti con nessun regista”.

“L’hanno ri-rubata – commenta invece Filippo Sapienza dell’associazione Palazzo Alliata di Villafranca – non ci posso credere! La ri-rimetteremo”.

La statuetta della Santuzza riposizionata dopo uno dei furti

Print Friendly, PDF & Email