#iononapro, operatori e agenzie turistiche in protesta

spasimo palermo turista

Tra i settori più duramente colpiti dalle misure per il contenimento del Covid-19 c’è sicuramente quello turistico. Uno studio di Srm, centro studi legato a Intesa Sanpaolo, prevede in Sicilia un calo di turisti di circa 5,4 milioni di presenze con una riduzione della domanda turistica del 35%. Un disastro economico che mette a rischio migliaia di posti di lavoro e la stessa esistenza delle agenzie turistiche attive sull’isola.

Facciamo gruppo“, associazione di agenzie di viaggi e tour operators siciliani, ha lanciato il suo grido di protesta nel tentativo di sensibilizzare le istituzioni e l’opinione pubblica sulla problematica, lanciando l’hashtag #iononapro. «Servono mesi prima che si riparta e almeno un paio anni per recuperare le perdite – fanno sapere dall’associazione -. Le istituzioni devono chiarire se hanno intenzione di spazzare una categoria che fa il proprio lavoro con passione e professionalità perché, perdendo centinaia di partite Iva e contribuenti, dovranno farsi carico di ulteriori disoccupati».

«Abbiamo le idee chiare – dichiara Viviana Manfrè, portavoce di “Facciamo Gruppo” , chiediamo un imminente tavolo tecnico con le Istituzioni competenti per discutere le
problematiche del settore in vista dell’apertura prevista per il 18 Maggio. Chiediamo:
– Finanziamento a tasso agevolato e con fondo perduto sino al 50% dell’importo erogato in rapporto sulle perdite dimostrate e sulla ponderazione degli investimenti previsti per riaprire
– Credito d’imposta a far valere su tutti gli oneri contributivi e a garanzia di tutti i lavoratori inclusi i titolari, tasse ed eventuali costo d’affitto locali adibiti all’attività
– Applicazione tasso agevolato massimo 2% su rinegoziazione e piano di rientro su
esposizioni e fidi bancari preesistenti e abolizione costo di gestione pratica, con obbligo di stipula polizza a garanzia all’1%
– Moratoria da parte della Regione per 2 anni della tassa sulla licenza e del fondo di garanzia
– Abolizione per 2 anni da parte del Comune di ogni tassa gestione e ritiro rifiuti
– Garanzia da parte dello Stato sul credito vantato dalle agenzie IATA e non IATA, in caso di costituzione di nuova società ALITALIA e conseguente Bad Company
– Applicazione contratti di solidarietà per il mantenimento della forza lavoro
– Bonus per acquisto tecnologie da adibire allo Smart Working
– Pagamento bollette 2020 dei soli oneri contrattuali e dilazione per i consumi in 24 mesi a partire dal primo gennaio 2021
– Comunicazione “Spendibile presso la tua Agenzia di Fiducia” per ogni Bonus Viaggio
emesso da Stato o Regione».