sabato, 3 Dicembre 2022
spot_img
HomeevidenzaL'intervento di mister Corini in vista della partita di domani al Barbera...

L’intervento di mister Corini in vista della partita di domani al Barbera contro il Sudtirol

Come di consueto, si è svolta oggi la conferenza stampa che il Mister del Palermo FC tiene prima di ogni partita di campionato. Naturalmente le domande principali sono state incentrate sull’esperienza che il Palermo ne ha tratto dallo stage a Manchester della scorsa settimana.

“È stata un’esperienza molto positiva che ha fatto sì di conoscere meglio la rosa dei giocatori a disposizione, e per i giocatori è servito per meglio amalgamarsi tra di loro”, ha detto Corini.

“In campo – ha continuato il Miste, si sono provate diverse soluzioni: esperienza formativa è stata sicuramente l’amichevole che il Palermo ha disputato con il Nottingham Forest (squadra di Premier League Inglese). Da questo allenamento congiunto sono venute fuori diverse indicazioni che, saranno utili per il proseguo”.

La squadra è arrivata a Manchester con il piglio giusto ed in conseguenza dell’arrabbiatura verificatasi dopo la partita persa con il Frosinone. “Sia io che i miei giocatori – ha detto Corini – non abbiamo digerito bene questa sconfitta, che però è stata da stimolo per reagire nel modo corretto e per far si che ciò non accada più”.

Per quanto riguarda la partita di domani con il Sudtirol, il Mister ha aggiunto: “dobbiamo stare attenti e farci trovare preparati, perché ogni partita che si affronta è una partita a se stante, anche quelle che sulla carta potrebbero risultare facili, mentre sono le più insidiose. Non bisogna mai abbassare la guardia”.

Per quanto riguarda i giocatori, per Corini “sono tutti titolari, anche se qualcuno di loro giocherà solo dieci minuti, tutti andare in campo nessuno escluso. Naturalmente saranno preferiti quei giocatori che in settimana si sono dimostrati più in forma per quel ruolo”.

Per quanto riguarda il pubblico del Barbera, “i tifosi palermitani sono meravigliosi, sino ad adesso sono stati comprensivi. E’ chiaro che ognuno di loro si aspetta il meglio da questa squadra, e noi, io ed i miei giocatori, faremo di tutto per accontentarli”.

In ultimo, Corini ha parlato di Gomes, l’ultimo arrivato tra i rosanero: “E’ un ragazzo molto intelligente, sta bene in campo, è chiaro che l’handicap della lingua lo penalizza un po’, ma grazie ai preparatori che parlano inglese il ragazzo si fa capire, e sono sicuro che farà bene alla squadra”.

Nei giorni scorsi sono stati presentati ai media tre nuovi elementi della squadra del Palermo FC:

  • Mladen Devetak terzino, acquistato a titolo definitivo.

Il giocatore si è detto pronto, dopo l’infortunio che gli è occorso prima dell’arrivo a Palermo dichiarando: “adesso sto bene, mi sono allenato bene a Manchester ed adesso sono pronto a giocare”.

Ha poi proseguito dicendo: “nasco terzino sinistro ma se occorrerà sarò pronto a fare il centrale di difesa”.

Continuando “con la squadra e con il Mister ho un rapporto splendido, mi sono ambientato bene”.

I suoi obiettivi personali sono: “il primo è quello di riuscire a giocare il più possibile. Dobbiamo crescere sempre di più per raggiungere l’obbiettivo della promozione in A”.

  • Luca Vido, attaccante in prestito dall’Atalanta.

A esordito dichiarando “pronto per sabato, un grande orgoglio essere qui e sogno la maglia azzurra”.

Nonostante l’allenamento differenziato, per un affaticamento muscolare, ha aggiunto di essere “sicuro che sabato contro il Sudtirol ci sarà e darà il suo contributo alla squadra”.

“Essere qui”, ha proseguito, “per me è un punto di arrivo e motivo di orgoglio. Farò il possibile affinché il Palermo vinca ogni gara”.

Concludendo ha detto: “Il gruppo è la cosa che mi ha impressionato di più, siamo appunto un gruppo compatto. Voglio giocare il più possibile e quindi mi farò trovare sempre pronto dal Mister”.

  • Claudio Gomes, centrocampista, è l’ultimo acquisto che il Manchester City ha fatto per il Palermo.

Anche lui ricalcando quando detto dagli altri due giocatori presentati in precedenza, ha dichiarato: “qui mi sento a casa, ho accettato subito quando mi hanno chiamato”.

Proseguendo l’intervista ha detto: “il Palermo è una grande squadra e con Corini c’è già un rapporto collaudato. Apprezzo le idee del gioco del Mister, per quanto riguarda il rapporto con gli altri giocatori è abbastanza buono”.

Ha poi puntualizzato che: “l’unico handicap è la lingua ma, a poco a poco, imparerò e così potrò comunicare meglio con gli altri giocatori”.

CORRELATI

Ultimi inseriti