Automobilismo: 13° Slalom Città dei Musei con oltre 160 iscritti

Chiaramonte Gulfi (Rg) – Inizia con una bella soddisfazione l’avventura del Team Palikè di Palermo e della Muxaro Corse, oltre che del Comune di Chiaramonte Gulfi, organizzatori della 13^ edizione dello Slalom Città dei Musei che si svolgerà nel fine settimana del 19/20 ottobre, viste le oltre 160 adesioni pervenute da tutta la Sicilia e persino dalll’isola di Malta ed i nomi di un certo prestigio che saranno in gara, a cominciare da Michele Puglisi (TM Racing) che sarà al via con la Radical Prosport, Domenico Polizzi (Catania Corse) con la Elia Avrio ST Suzuki EVO, Girolamo Ingardia (Trapani Corse) con la Ghipard Suzuki e Salvatore Cassibba (Catania Corse), solo per citarne alcuni, al volante della Osella PA 21 JRB

Le verifiche tecnico-sportive si svolgeranno sabato 19 ottobre, dalle 14,30 alle 19,30, nel Piazzale antistante il Centro Commerciale del Villaggio Gulfi e poi, domenica 20, a partire dalle 9, i piloti si ritroveranno sulla linea di partenza per mettersi agli ordini del Direttore di Gara, Gioacchino Cimmino.

Il percorso, lungo il quale sono state sapientemente poste le 10 postazioni di rallentamento, è ricavato sui Km 2,990 della SP 7 sino al Km 0,690 della Circonvallazione di Chiaramonte Gulfi.

Le edizioni precedenti, a cominciare da quella del 2000, annoverano vincitori importanti come il compianto “Freway” che vinse con la Osella PA/9, a lui seguirono le vittorie di Ciro Barbaccia nel 2001 e 2002 con la Osella PA9, mentre Girolamo Arresta vinse le edizioni 2003/04/05 al volante della GMC Sport, nel 2006 toccò ad Andrea Raiti con la GMG Alfa Romeo, mentre nel 2008 e 2009 fu la volta di Giuseppe Gulotta con la Osella PA 21 Honda, nel 2010 toccò vincere ancora ad Andrea Raiti con la Osella PA 21 BMW, mentre nel 2011 vinse Giampaolo Fazzino con la Osella PA 21 BMW e nel 2012 Giuseppe Spoto con la Chiavenuto Suzuki, poi una lunga pausa sino alla rinascita di quest’anno.

Particolare attenzione, per concludere, è stata posta dall’Organizzazione alla sicurezza, con la presenza dei mezzi di soccorso ed antincendio che verranno dislocati lungo il percorso e in sinergia con le vicine strutture Ospedaliere.

Print Friendly, PDF & Email