mercoledì, 17 Luglio 2024
spot_img
HomeappuntamentiAllo Steri, in scena il concerto da camera con Sandra Lied Haga...

Allo Steri, in scena il concerto da camera con Sandra Lied Haga con la Palermo Classica String Orchestra

In scena il concerto da camera con Sandra Lied Haga con la Palermo Classica String Orchestra diretta dal M° Raimondo Capizzi, l'appuntamento giovedì 17 agosto - ore 21.15 - al chiostro di Palazzo Chiaramonte

Il 13° Festival Palermo Classica mette in scena il concerto da camera che vede protagonista una importante violoncellista internazionale: sul palco del Chiostro di Palazzo Chiaramonte – Steri, giovedì 17 agosto alle ore 21.15, l’artista Sandra Lied Haga e la Palermo String Orchestra diretta dal M° Raimondo Capizzi.

Programma

W.A. Mozart
Eine Kleine Nachtmusik
E. ElgarConcerto per violoncello e orchestra in mi minore, Op. 85 (String version di Ben de Ligt)

Sandra Lied Haga, Violoncello.

Palermo Classica String Orchestra
Raimondo Capizzi, Direttore

Sandra Lied Haga

La violoncellista norvegese Sandra Lied Haga è alle soglie di una carriera importante, avendo vinto quattro concorsi internazionali, numerosi premi europei e il prestigioso Equinor Classical Music Award, precedentemente assegnato a Leif Ove Andsnes e Truls Mørk. Il suo suono ricco e meraviglioso e il suo talento prodigioso hanno attirato l’attenzione di tutto il mondo e l’hanno già resa una ricercata solista, che affascina i suoi ascoltatori con quello che viene descritto come un tono di violoncello straordinariamente bello.

Dal suo debutto alla Wigmore Hall all’età di 12 anni, l’appassionato modo di suonare di Sandra e i profondi sentimenti che esprime hanno risuonato con il pubblico e i musicisti di tutto il mondo, in prestigiose sedi di concerti come la Great Hall of Moscow Conservatory, la Royal Albert Hall, la St. Petersburg Philharmonia, Wigmore Hall di Londra, Athenaeum Bucuresti, Salzburger Festspielhaus, Tivoli Vredenburg, Verbier Festival e molti altri.

I momenti salienti di questa stagione includono il doppio concerto di Brahms per violino e violoncello con Maxim Vengerov a Istanbul, Eskisehir e Royal Albert Hall, l’uscita di un nuovo album per Simax e un tour di tre settimane con Midori in Giappone.

Nel 2019 ha registrato il suo album di debutto con il concerto per violoncello di Dvorak e le variazioni rococò di Tchaikovsky (versione originale) nella leggendaria Sala Grande del Conservatorio di Mosca. La registrazione, pubblicata su Simax Classics/Naxos nel maggio 2020, ha ricevuto elogi internazionali da alcune delle principali pubblicazioni di musica classica e canali radiofonici, e ha ricevuto una prestigiosa nomination per il Norwegian Grammy award Spellemannprisen. Due nuove registrazioni verranno rilasciate durante le prossime stagioni.

Sandra ha collaborato con numerosi artisti di spicco come Maxim Vengerov, Leif Ove Andsnes, Yo-Yo Ma, Truls Mørk, Anne-Sophie Mutter, Janine Jansen e Paul Lewis.

Si è esibita con molte orchestre europee, diretta da direttori quali Thomas Søndergård, Marios Papadopoulos, James Gaffigan, , Rodolfo Saglimbeni, Ari Rasilainen, Juanjo Mena, Shao-Chia Lü, David Geringas e Terje Mikkelsen.

Dopo la sua partecipazione alla Verbier Festival Academy, è stata invitata a tenere un recital al Verbier Festival all’età di soli 17 anni. Sono seguiti inviti da altri importanti festival internazionali, tra cui Utrecht Festival, Salzburger Festspiele, Moritzburg Festival, Sommets Musicaux de Gstaad , Weilburg Schloss Festspiele e Pärnu Music Festival. Inoltre, è ospite regolare di tutti i principali festival scandinavi.

Nata a Oslo nel 1994, Sandra ha iniziato a suonare il violoncello all’età di tre anni. Un tono assoluto straordinariamente raro ha formato la sua musicalità intuitiva fin dall’inizio, ed è stata la più giovane partecipante al programma del Barratt Due Institute of Music per bambini dotati. Dal 2004 al 2009 ha studiato con Oleg Kogan alla Razumovsky Academy di Londra, seguiti da sei anni con Truls Mørk. Negli anni successivi i suoi insegnanti sono stati Frans Helmerson a Berlino, Torleif Thedeen e Lars Anders Tomter alla Norwegian Academy of Music e Paul Watkins alla Yale University.

Sandra Lied Haga suona un violoncello di Joannes Florenus Guidantus (Bologna, 1730), gentilmente fornito da Dextra Musica.

Per la Jazz Section saranno sette gli appuntamenti previsti dal 29 luglio con Chiara Civello per continuare il 6 agosto con Yamandu Costa & Francesco Buzzurro, il 10 sarà la volta di Daria Biancardi, il 26 salirà sul placo la voce del noto speaker radiofonico Nick The Nightfly, per continuare con Anna Bonomolo, Jany McPherson e chiudere con Diego Spitaleri.

Info biglietteria e programma www.palermoclassica.it Palermo Classica Festival – Palermo Classica

CORRELATI

Ultimi inseriti