Santo Stefano di Camastra…. In foto: inaugurata la collettiva per celebrare le ceramiche del territorio

Foto di un artigiano di Santo Stefano di Camastra
Foto di un artigiano di Santo Stefano di Camastra

È stata inaugurata sabato 18 agosto al Palazzo Trabia, sede del #MUDIS, Museo Diffuso della Ceramica di Santo Stefano di Camastra (ME) la Mostra Collettiva Fotografica intitolata “Santo Stefano di Camastra…. In FOTO”.

Ad esporre le proprie opere i fotografi: Melo Minnella, Nino Giaramidaro, Salvo Cristaudo, Nino Pillitteri, Pippo Jo Rosso Pezzino, Lorenzo Ingrasciotta Francesco Aronica, Lucia Giurintano e Salvatore Clemente.

La manifattura della ceramica rappresenta un’eccellenza tipica del territorio di Santo Stefano di Camastra ed è così che nove autori su idea dell’artista Nicolò D’Alessandro e coordinati dal giornalista Nino Giaramidaro hanno allestito una mostra in cui si rappresentano luoghi, personaggi e le ceramiche definite e in fase di lavorazione.

Abbiamo raggiunto il fotografo Salvo Cristaudo che al GCPress ha dichiarato «L’idea è nata da Nicolò D’Alessandro che ha voluto fortemente questa mostra. Il piano iniziale era che lui recitasse uno suo scritto presso il cimitero vecchio di Santo Stefano di Camastra accompagnato da un violino e da una danzatrice. Il cimitero rappresenta un luogo storico della cittadina, utilizzato tra il 1870 e il 1880, sulle cui tombe si possono contare circa 75 tipologie di mattonelle, tutte con decori diversi. A causa del tempo trascorso, alcune piastrelle si staccarono e sul retro di queste, conservate all’interno del museo delle ceramiche di Palazzo Trabia, si possono leggere i nomi dei più vecchi artigiani del paese. Il cimitero sorge a poco meno di 2 km dal centro storico del paese. Sarebbe stata un’occasione splendida per celebrare un artigianato tipico del paese, purtroppo a causa di acquazzone improvviso quest’esibizione non si è tenuta. La collettiva fotografica è composta da 90 foto, l’inaugurazione è andata abbastanza bene».

Locandina evento
Locandina evento

Le foto resteranno esposte fino al 30 ottobre, per l’accesso è previsto il pagamento di tre euro a persona connesso alla visita dell’intero museo delle ceramiche, inaugurato il 24 dicembre 1994 e oggi diretto da Filippo Fratantoni.

Ecco il video in cui si racconta l’inaugurazione della mostra.

Print Friendly, PDF & Email

Testata giornalistica reg. Tribunale Palermo n. 7/2014 - Iscrizione ROC n. 31030