Trasporti, il piano del Comune: assunzioni autisti e Ztl notturna sospesa

Zona Traffico Limitato
Zona Traffico Limitato

Misure straordinarie per tempi straordinari. Il Comune di Palermo ha deciso di avallare l’assunzione di 100 nuovi autisti di autobus, di cui la metà entreranno in servizio entro 10 giorni e la restante parte entro un mese. In base alle norma di sicurezza anti-covid, secondo l’assessore alla mobilità Giusto Catania «cento autobus in più sono garanzia di distanziamento all’interno degli autobus. I palermitani possono usare il mezzo pubblico che sarà pieno per meno del 50% e su cui si rispetterà il distanziamento». 

«Amat non effettuava assunzioni di nuovi conducenti dal 1990, chiaramente questo ha determinato un’età media molto alta degli autisti. E’ un provvedimento rivoluzionario che rinnova finalmente il settore e crea nuovi posti di lavoro» ha dichiarato il presidente di AMAT, Michele Cimino. Che aggiunge «Tutti gli autobus vengono sanificati e dotati di gel igienizzante per le mani. Inoltre la graduatoria del concorso rimarrà aperta: man mano che ci saranno i pensionamenti, continueremo ad assumere scorrendo la graduatoria».

L’amministrazione ha inoltre deciso di sospendere la Ztl notturna nel centro storico. Questo provvedimento, dichiara il Sindaco Leoluca Orlando «è legato alle conseguenze delle norme anti Covid, che hanno ridotto traffico e inquinamento. Lasceremo comunque accese le telecamere per il controllo del territorio, così ci hanno chiesto i cittadini. Il provvedimento sarà attivo fintanto che sarà necessario e in base all’analisi quotidiana dei flussi veicolari, se è il caso, si interverrà anche sulla Ztl diurna». 

Rimarrà invece attiva la sosta a pagamento. «Ogni volta si apre un dibattito viziato da elementi ideologici, non intravediamo una reale esigenza di sospensione come invece abbiamo fatto durante il lockdown quando i cittadini erano a casa e i negozi chiusi. A oggi non c’è alcuna ragione logica per sospendere, le zone blu favoriscono residenti e commercianti. Ovviamente se si tornasse a una situazione di lockdown totale come in primavera, faremo una valutazione».