Spettacoli curati nel dettaglio per grandi e piccini, ecco la nuova stagione del Piccolo Teatro Patafisico

Il calendario 2018/2019 è stato presentato stamani e si preannuncia davvero ricco con ben 13 rappresentazioni. In programma anche festival, laboratori e teatro per bambini

Locandina della nona stagione Piccolo Teatro Patafisico di Palermo

Parte domani, venerdì 26 ottobre, col primo spettacolo “…Amezzaluna”, la nona stagione teatrale del Piccolo Teatro Patafisico di via La Loggia 5 a Palermo. Il teatro è inutile tornate alle vostre case, frase di Ben Vautier, diventa il tema centrale di questa nuova programmazione, con un invito a riflettere sul coraggio che ci si mette nel lavorare in questo settore, ed in un luogo di periferia, ma anche sull’arte e sulla creatività, spesso considerate non di primaria rilevanza.

«Il titolo è una provocazione – precisa la fondatrice del Patafisico, Rossella Pizzuto – infatti, chiederemo a chi verrà in teatro a cosa esso serva; ma questo motto è anche un elogio, in riferimento alle domande e ai bilanci che facciamo ad ogni inizio stagione. Siamo orgogliosi di riuscire a supportare, tra le tante cose:  tre produzioni locali, due legate ad un paio di artisti, una che riguarda il lavoro TRIPOLIS, di e con Dario Muratore, più la nostra produzione delle cene metafisiche».

Il nuovo cartellone prevede tredici spettacoli, all’interno del quale vi sono tre nuove produzioni ed alcuni riallestimenti di rappresentazioni, scelte tra le più amate dal pubblico. Tornano i due Festival che, come di consueto, si confermano organizzati dal Patafisico e che sono: Il Minimo Teatro Festival sui corti teatrali, e SorsiCorti che riguarda invece i cortometraggi. Un lieto ritorno anche per il Poetry Slam che si svolgerà nel 2019 in cinque date (11 gennaio, 22 febbraio, 22 marzo, 12 aprile, 10 maggio).

Locandina degli spettacoli per i bambini

Altrettanto ricco è il calendario per i più piccoli ai quali saranno destinati ben dodici spettacoli.

«Per i bambini quest’anno, come ogni anno, abbiamo un nutrito calendario, volto alle esigenze dei nostri spettatori che hanno davvero un’età piccolina – spiega Laura Scavuzzo, anche lei Fondatrice del Teatro -. Verrà una compagnia londinese di origine palermitana che a novembre  presenterà qui da noi un lavoro volto all’uso della lingua, appunto per i più piccini. Inoltre avremo tanti altri eventi tutti diversi, e non solo coi burattini. Per fare sorridere i bambini il teatro deve essere di qualità, quindi curatissimo nel dettaglio, facendo anche sorridere i genitori».

La nuova stagione del Patafisico è quindi alle porte, si parte infatti domani, come sopra anticipato, con …Amezzaluna (Il cielo è così crudele e non è semplice), con la drammaturgia e la regia di Margherita Ortolani. Uno spettacolo liberamente ispirato al Visconte Dimezzato di Italo Calvino che vede anche il completamento di un percorso formativo, ovvero del progetto “Diverse visioni”, sposato dall’associazione culturale Blitz di Palermo, che ha coinvolto persone straniere e richiedenti asilo e, attraverso il quale, i partecipanti hanno potuto conoscere la nostra cultura mediante il teatro. Le date dello spettacolo sono le seguenti: venerdì 26 e sabato 27 ottobre, ore 21; domenica 28 ottobre, ore 18.

La presentazione della nuova stagione stamani alla sala riunioni del teatro Biondo

Tra gli appuntamenti in cui il teatro si unisce ad un nobile fine sociale, vi è anche “Sette contro Tebe – Reloaded”, con la Compagnia de I Clandestini ed in collaborazione con il Dipartimento di Salute Mentale dell’Asp di Palermo, che andrà in scena il 25 e 26 gennaio 2019, alle ore 21. Il progetto si è sviluppato attraverso i laboratori di ‘arte terapia’ condotti dal dottore Giovanni Mendola e dalla sua equipe, all’interno delle attività riabilitative del Centro Diurno Casa del Sole.

A marzo poi, dal 29 al 31 (alle ore 20), torna la nona edizione del Festival nazionale dei corti teatrali, Minimo Teatro Festival, che regalerà al pubblico tre serate all’insegna del teatro, della danza, e della sperimentazione, con artisti che giungeranno da ogni parte d’Italia.

A maggio invece sarà la volta di SorsiCorti, in programma dal 18 al 25. Il Festival, che è giunto alla sua tredicesima edizione, quest’anno avrà come tema il “Cinema liquido”, che ben si sposerà con la fortunata e gradita idea del “cinema da bere”.

Durante questa ricca stagione spazio anche ai laboratori, sia per adulti che per bambini, quello permanente di teatro sarà curato da Dario Frasca, mentre quello di Burattinologia da Salvino Calatabiano.

Informazioni e iscrizioni ai laboratori: 366.1545786 – info@piccoloteatropatafisico.it

Tutti gli altri dettagli sul sito web www.piccoloteatropatafisico.it

 

 

Print Friendly, PDF & Email