domenica, 28 Novembre 2021
spot_img
HomeappuntamentiSicilia Jazz Festival: Richard Bona al teatro di Verdura. Al Jazz Village...

Sicilia Jazz Festival: Richard Bona al teatro di Verdura. Al Jazz Village i giovani dei Conservatori: il programma di oggi

Sarà il grande artista Richard Bona, talentuoso bassista, multistrumentista e vocalist, che calcherà il palco del Teatro di Verdura per la quinta giornata del Sicilia Jazz Festival. Il sipario si aprirà dunque venerdì 17 settembre, ore 21.30, per l’atteso concerto della star africana. Sul palco insieme a lui salgono Ciro Manna (chitarra), Luigi Patiemo (sassofono), Antonio Muto (batteria) e Sebastiano Burgio (pianoforte e tastiere). Ad aprire il concerto Joe Bastianich & La Terza Classe, gruppo capitanato dalla celebre star televisiva di “Masterchef”. 

La giovane band italiana, appassionata di folk e bluegrass, nasce nel 2012 per le strade di Napoli, e approda al noto show tv americano “Music City Roots” e successivamente alla semifinale dell’edizione italiana 2016 di Italia’s Got Talent. 

Subito dopo l’esibizione della band, salirà sul palco Richard Bona, personaggio ben noto agli appassionati di jazz, si è oramai imposto all’attenzione generale come uno dei più originali musicisti nell’ambito di quell’area che tende ad una fusione, non di facciata, della musica africana con altre espressioni.

Strumentalmente, è un vero e proprio virtuoso ma questa sua straordinaria abilità tecnica mai è fine a sé stessa essendo, piuttosto, messa al servizio dell’intero gruppo. “La musica – afferma – abbraccia le differenze e riunisce le genti cosa che non riescono a fare la politica e la religione”. Di lui si dice che porta in tutto il mondo il suo sorriso e la sua eleganza musicale, che sia un artista in cui si fondono i virtuosismi di Jaco Pastorious, la fluidità vocale di George Benson, il senso dell’armonia e della canzone di Joao Gilberto, il tutto mixato con la cultura africana. Noto anche per aver fatto parte del gruppo Steps Ahead, si è esibito su molti palcoscenici e con diversi artisti del calibro di Bobby McFerrin, Pat Metheny, Joe Zawinul, Chick Corea, Herbie Hancock, Paul Simon, John Legend e Stevie Wonder.

Info programma completo siciliajazzfestival@live.it, info biglietteria bluetickets.it.

***

IL JAZZ VILLAGE

Continuano con ampio riscontro di presenze le esibizioni al Jazz Village, all’interno del Sicilia Jazz Festival, lungo le vie del centro storico di Palermo. Fitto il cartellone anche della giornata di venerdì 17 settembre, con concerti in contemporanea dalle 18.00 al Complesso Monumentale Santa Maria dello Spasimo, Real Teatro Santa Cecilia e Complesso Monumentale Santa Anna.

Protagonisti assoluti dell’evento, all’interno del Festival, i giovani musicisti dei Conservatori e gli artisti jazz residenti nel territorio sicilianoIl Jazz Village si protrarrà sino a domenica 19 settembreAl Sicilia Jazz Festival vi saranno diversi concerti di artisti del territorio siciliano. Tra le vie el centro storico, la Marching Jazz Street Band. Info programma completo siciliajazzfestival@live.it, info biglietteria bluetickets.it

Il programma del Jazz Village del 17 settembre

Teatro Santa Cecilia

Ore 18.00

Floriana Pappa Quintet a cura del Conservatorio A. Corelli di Messina

La cantante musicista Floriana Pappa presenterà un repertorio dalle influenze r&b e soul, pur non allontanandosi dalla tradizione delle songs di Broadway. Si avvale della partecipazione di due talentuosi giovani musicisti, Claudio Palana e Andrea Liotta che hanno contribuito alla formazione del progetto, insieme al noto contrabbassista Alberto Fidone.

Formazione:

Floriana Pappa – voice, Claudio Palana – piano, Alberto Fidone – bass, Andrea Liotta – drums

Ore 19.30

TJDP – Toscanini Jazz Department Professors

a cura dell’Istituto superiore di Studi Musicali “Arturo Toscanini” di Ribera

La Toscanini Jazz Department Professors mostra le differenti influenze e propensioni dei musicisti che ne fanno parte, per cui non è facile darne univoca definizione. Rappresenta un laboratorio in continua evoluzione, polimorfo, dinamico che nel jazz ha trovato la lingua per esprimersi.

Formazione:

Daniela Spalletta – voice, Ernesto Marciante – voice, Rita Collura – sax, Giacomo Tantillo – trumpet, Angelo di Leonforte – piano, Valerio Rizzo – piano, Fulvio Buccafusco – bass, Luca Nostro – guitar, Paolo Vicari – drums, Sergio Calì – vibraphone

Ore 21.00

Folkage – Sicilian Etno Jazz Band

Il progetto musicale propone una ricerca che parte dalla tradizione folk-etno meridionale, e attinge alle più moderne tendenze della musica mediterranea non tralasciando altri suoni glocal come il tango, il fado, il reggae. Al repertorio il gruppo ha voluto aggiungere composizioni in dialetto siciliano, base di inediti che il gruppo si propone di creare.

Formazione:

Anna Bonomolo – voice, Diego Spitaleri – piano, Innocenzo Bua – accordion, Aldo Messina – bass,

Sebastiano Alioto – drums, Gianni La Rosa – percussion & pad.

Complesso Monumentale Santa Maria dello Spasimo

Ore 18.00

COOL SWINGERS Il gruppo è un quintetto nato nel 2019 fra le mura del Conservatorio “A. Scontrino” di Trapani, formato da studenti già apprezzati in svariati contesti musicali; predilige le sonorità tipiche dello swing degli anni 40 e 50 e della cultura jazzistica tradizionale statunitense. Formazione:

Elisa Guarrella – voice, Edoardo Donato – alto sax, Matteo Genna – guitar, Nicola Valenti – bass, Mario Zingale – drums

Ore 19.30

Elimi Jazz Quintet è un collettivo di musicisti formatosi all’interno del conservatorio A. Scontrino di Trapani. I singoli elementi, provenienti da esperienze musicali diverse, si incontrano nel 2017 e iniziano a suonare insieme durante le lezioni del corso di Musica Jazz al conservatorio. Elimi è un nome significativo per quanto riguarda l’appartenenza alla zona della Sicilia Occidentale ma anche all’eterogeneità della lingua e quindi della composizione dei propri brani.

Formazione:

Grazia Buffa – voice, Giovanni Balistreri – sax, Francesco Di Giovanni – guitar, Vito Vulpetti – bass, Giuseppe Santoro – drums

Ore 21.00

Dario Salerno Trio

Il trio di Dario Salerno propone un repertorio di standard e brani originali facendo dell’arrangiamento estemporaneo e dell’improvvisazione uno dei tratti preponderanti della propria estetica. Alla base del progetto c’è la volontà di sperimentare la formula del Guitar trio esasperando, grazie all’improptu e all’interplay, la forma stessa delle strutture musicali.

Formazione:

Dario Salerno – guitar, Giuseppe Pipitone – bass, Joe Santoro – drums

Complesso Monumentale Sant’Anna – G.A.M.

Ore 19.30

SICILIAN CONTEMPORARY COMPOSERS La Scuola di Jazz del Dipartimento Nuove Tecnologie e Nuovi Linguaggi Musicali del Conservatorio Alessandro Scarlatti di Palermo propone per il Sicilia Jazz Festival 2021 un nuovo progetto dal titolo “Sicilian Composers”. Il progetto coinvolge studenti e docenti della Scuola di Jazz, i quali saranno sinergicamente impegnati nella composizione, arrangiamento e orchestrazione di brani originali scritti per l’occasione ed eseguiti in prima assoluta. Sarranno eseguite musiche di Giuseppe Vasapolli, Massimo Sammi, Massimiliano Rolff, Gaetano Riccobono, Flora Faja, Alessandro Presti, Giuseppe Urso, Amedeo Mignano, Salvatore Volpe, Riccardo Randisi, Luca Rizzo.

Formazione:

M. Giuseppe Vasapolli – director, M. Flora Faja – voice, M. Gaetano Riccobono – voice, M. Giovanni Mattaliano – clarinet, M. Orazio Maugeri – sax, Marco Fiscella – sax, Carmelo Sacco – sax, Andrea Del Ben – sax, Gaetano Motisi – sax, M. Vito Giordano – trumpet, M. Alessandro Presti – trumpet, M. Nicola Genualdi – trumpet, Filippo Schifano – trumpet, Salvatore Punturello – trumpet, Floriana Spanò – trombone, Giorgio Ferrara – trombone, Antonio Cuccia – trombone, Fabio Piro – trombone, M. Paolo Sorge – guitar, Roberto Macrì & Amedeo Mignano – piano, M. Fabio Crescente – bass, Salvatore Volpe – bass, M. Massimiliano Rolff – contrabass, M. Giuseppe Urso – drums.

CORRELATI

Ultimi inseriti