martedì, 27 Febbraio 2024
spot_img
HomeletterareaSi presentano a Palermo ''Miti e leggende della Geologia in Sicilia'' e...

Si presentano a Palermo ”Miti e leggende della Geologia in Sicilia” e ”Storie sospese tra la Terra e il Cielo”

Entrambi i libri fanno parte della collana “4 Elements” di Villaggio Letterario

Due nuovi libri sono stati pubblicati da “Villaggio Letterario” nella collana di studi “4 Elements”: si tratta di “Miti e leggende della Geologia in Sicilia” di Valerio Agnesie e “Storie sospese tra la Terra e il Cielo” di Franco Foresta Martin.

La presentazione dei due volumi è in programma venerdì 22 settembre, alle 18,30 nel Piccolo Museo della Natura “Radici”, in via Antonio Gagini, 23 a Palermo. Introduce Raffaella Quattrocchi, direttrice del Museo Radici.

Ingresso libero.

 “Miti e leggende della Geologia in Sicilia” di Valerio Agnesi ha per sottotitolo “Delle cose memorabili nelle viscere della Terra” perché indaga alcune mitiche vicende ambientate nel mondo sotterraneo della Sicilia. Narrati fin dagli autori classici della letteratura antica, questi prodigi sono presentati da Agnesi alla luce della moderna cultura geologica. Ed ecco che i mitici ciclopi dell’Odissea, da giganteschi e feroci abitatori delle caverne, sono ricondotti agli scheletri degli elefanti che popolavano la Sicilia più di mezzo milione di anni fa. Ecco che il Monte Pellegrino, teatro di guerre puniche e di virginali eremitaggi, diventa testimone di quel lungo processo sedimentario che ha portato alla formazione della piana di Palermo e dei rilievi che la contornano. Sono solo alcuni esempi delle tante storie dilettevoli raccolte in questo volume, tenute insieme dal recupero della tradizione storica e dalla lettura in chiave scientifica delle più fantasiose suggestioni. Valerio Agnesi svolge attività di ricerca in diversi ambiti della geomorfologia, con particolare riguardo della dinamica dei versanti, al carsismo, allo studio e alla gestione delle aree protette e alle problematiche di geomorfologia urbana.

Valerio Agnesi, geologo e geomorfologo, è autore di oltre 200 pubblicazioni scientifiche, è stato presidente della Associazione Italiana di Geografia fisica e Geomorfologia (AIGeo), ha insegnato Geomorfologia e Geologia ambientale presso l’Università di Palermo. Da sempre svolge attività di ricerca in diversi ambiti della geomorfologia, con particolare riguardo della dinamica dei versanti, al carsismo, allo studio e alla gestione delle aree protette e alle problematiche di geomorfologia urbana.

“Storie sospese tra la Terra e il Cielo” ha per sottotitolo “Scoperte e sfide dell’astronomia e delle scienze spaziali”. La fortuita scoperta del Big Bang, i problematici indizi di vita elementare su Marte, le dispute sulle prime osservazioni astronomiche, l’unico caso scientificamente documentato di un meteorite che abbia colpito un essere umano, le comete fra buoni e cattivi presagi, come voleremo fino ad Alpha Centaruri, la stella più vicina e molto altro sono fra i temi trattati in questo volume di Franco Foresta Martin, che offre al lettore più di cinquanta avvincenti letture su argomenti di astronomia classica e moderna, di scienze spaziali e di geofisica. Le storie di questa ricca antologia ripropongono molti dei temi trattati dall’Autore in una sua rubrica del periodico “Astronomia”, una rivista di ricerca, divulgazione e didattica edita da oltre mezzo secolo dall’Unione Astrofili Italiani (UAI), associazione di cui Foresta Martin è stato fra i fondatori nel 1967. Alcuni fili sottili tengono insieme tutte queste letture: la loro originalità, la passione scientifica che anima i loro protagonisti, la contemplazione e lo svelamento dell’Universo come progetto da realizzare procedendo per tentativi, errori e successi. Insomma, cinquanta “pezzi” (per dirla alla Feynman) facili e piacevoli, ma scientificamente rigorosi, illustrati con cura, che terranno i lettori sospesi per alcune ore fra la Terra e il Cielo.

Franco Foresta Martin, geologo e divulgatore scientifico, è stato per oltre trent’anni redattore scientifico del Corriere della Sera, trattando argomenti di Scienze della Terra, Fisica, Astronomia, Energia e Ambiente. Nel 2007 l’Unione Astronomica Internazionale ha dato il suo cognome a un pianetino che orbita fra Marte e Giove. È autore di numerosi testi di divulgazione scientifica e ricercatore associato presso l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. 

CORRELATI

Ultimi inseriti