venerdì, 24 Maggio 2024
spot_img
HomePalermoPalermo, al via la pedonalizzazione sperimentale di via G.B. Ingrassia

Palermo, al via la pedonalizzazione sperimentale di via G.B. Ingrassia

Sarà istituita un’area pedonale antistante il plesso Amari della scuola Rita Borsellino, in via G.B. Ingrassia, nel tratto compreso tra la via Archirafi e la via A. Ugo, in attuazione del progetto “Sport Popolare in Spazio Pubblico”. Ecco la dichiarazione dell'assessore Maurizio Carta

La Giunta ha approvato ieri l’istituzione di un’area pedonale antistante il plesso Amari della scuola Rita Borsellino in via G.B. Ingrassia, nel tratto compreso tra la via Archirafi e la via A. Ugo, in attuazione del progetto “Sport Popolare in Spazio Pubblico” per creare uno nuovo spazio pubblico per l’ingresso e l’uscita in sicurezza dall’istituto, per avere una zona di calma con sedute, fioriere, cestini per la raccolta differenziata, e un’area giochi per bambini.

Il progetto è sostenuto da “Fondazione con il Sud”, attraverso l’associazione Handala, capofila, in partenariato con il Comune di Palermo, l’ICS Rita Borsellino e le associazioni Booq, Send, Vivisano onlus, Comitato Addiopizzo, ASD Baskin, Comitato territoriale UISP Palermo.

Il progetto, la cui referente è Lara Salomone, parte dalla consapevolezza chela pressione veicolare in prossimità degli istituti scolastici rappresenta una criticità a cui appare opportuno dare risposta, ai fini di tutelare la popolazione scolastica, salvaguardare l’ambiente e riqualificare lo spazio pubblico. Pertanto, è opportuno tutelare l’utenza debole aumentando il livello di sicurezza mediante l’interdizione al transito, in via sperimentale, nel tratto stradale antistante la scuola che così diventa una “strada conviviale”.

L’Assessore alla rigenerazione urbana Maurizio Carta dichiara che “in questa direzione il Comune di Palermo intende rilanciare e rendere stabile una politica di regolamentazione degli spazi antistanti gli edifici scolastici, o altri servizi pubblici, mediante l’istituzione di aree pedonali per creare un’area di sicurezza a servizio dei plessi scolastici, riconoscendo a essi un importante valore di presidi sociali e di sicurezza, nonché prototipi di un nuovo modo di abitare lo spazio urbano”.

Gli obiettivi del progetto “Sport Popolare in Spazio Pubblico” sono:

·      consolidare i rapporti tra autorità locali, associazioni e cittadini in una dimensione di responsabilità condivisa tra i diversi attori che compongono il tessuto sociale dei contesti urbani;

·      sensibilizzare la comunità riguardo i temi della sostenibilità, contribuendo al perseguimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile fissati dalle Nazioni Unite;

·      promuovere l’inclusione sociale e la cittadinanza attiva attraverso una maggiore partecipazione a processi di co-creazione finalizzati allo sviluppo sostenibile a livello locale per la realizzazione di nuovi spazi pubblici e dell’abitare;

·      promuovere lo sport e l’attività all’aria aperta come strumenti per creare comunità e attivare processi di inclusione sociale, nell’ambito delle politiche di Health City che il Comune di Palermo intende perseguire

In particolare, il progetto agisce attraverso un processo di progettazione partecipata che prevede, in collaborazione con il Comune di Palermo, la realizzazione della messa in sicurezza dell’area davanti il plesso Amari della scuola Rita Borsellino e la successiva realizzazione, attraverso l’attivazione di una campagna di raccolta fondi, di un’area ludico-sportiva dedicata agli alunni della scuola e agli abitanti del territorio.

Per risolvere le criticità emerse negli anni precedenti nell’attuazione del progetto, il 16 settembre 2022 si è svolto un incontro con i partner di progetto e con la comunità del quartiere in presenza dell’Assessore alla Rigenerazione urbane e alla Mobilità sostenibile, Maurizio Carta, e di funzionari del Servizio Mobilità Urbana del Comune di Palermo, con l’obiettivo verificare tutte le più efficaci azioni per realizzare l’area pedonale antistante il plesso scolastico al fine di garantire la sicurezza degli alunni e riqualificare l’area stessa mediante la collocazione di arredo urbano, progettato dall’Associazione Handala.

A seguito di tale incontro sono stati coinvolti anche la Circoscrizione e i commercianti dell’area che hanno condiviso il progetto e si è effettuato un sopralluogo tecnico con l’Assessorato delle Infrastrutture e della Mobilità della Regione Siciliana che ha rilasciato il necessario nulla osta al divieto di transito in via Ingrassia per gli autobus extraurbani di linea, tenuto conto del numero esiguo di mezzi che percorrono quell’itinerario.

L’associazione Handala, soggetto capofila del progetto “Sport Popolare in Spazio Pubblico” nei mesi scorsi ha sviluppato e realizzato attività di progettazione partecipata con gli alunni della scuola, gli insegnanti, i genitori, gli abitanti, i commercianti finalizzate all’allestimento del tratto di strada di via Ingrassia antistante l’edificio scolastico. Questo ha consentito di realizzare il progetto dell’area e di promuovere una campagna di raccolta fondi per la realizzazione del progetto.

L’ICS “Rita Borsellino”, attraverso la preside Lucia Sorce, ha coinvolto gli alunni e le alunne, le insegnanti e i genitori dell’istituto nelle attività di progettazione partecipata e realizzerà attività di presidio dell’area attraverso la realizzazione di attività sportive e di didattica alternativa.

Per la concreta attuazione del progetto il Comune di Palermo ha deliberato la pedonalizzazione del tratto viario di Via Ingrassia antistante il plesso Amari dell’IC Rita Borsellino che diventerà il primo esempio di “strada conviviale” nell’ambito della nuova strategia della mobilità sostenibile come fattore di rigenerazione urbana. In seguito, verranno forniti alcuni materiali di arredo urbano da installare all’interno dell’area, quali ad esempio rastrelliere e dissuasori, e si prenderanno in carico la gestione e la pulizia del nuovo spazio pubblico valorizzato.

“Il progetto costituisce il primo passo verso un ridisegno generale della mobilità della zona di via Archirafi – dichiara l’Assessore Maurizio Carta – richiesto anche dall’Università degli Studi di Palermo per trasformare l’area in un piccolo campus urbano che consenta agli studenti e ai docenti di fruire i dipartimenti scientifici con maggiore sicurezza e benessere. L’area infatti potrebbe essere una delle prime “strade conviviali” con usi dello spazio pubblico alternativi al transito e alla sosta di veicoli, agevolando l’incontro, il relax e il gioco, la convivialità in tutte le sue forme, considerando le esigenze di tali attività al pari della circolazione veicolare. Attraverso una miscela equilibrata di azioni (“zona 30” e interdizione veicolare) si genererà un nuovo tipo di pedonalizzazione che non impedisce la presenza delle automobili ma ne riduce la velocità in modo da non confliggere con chi va a piedi o in bicicletta o sosta nei pressi dei dipartimenti universitari. Anche l’arredo urbano di via Archirafi sarà oggetto di rigenerazione per estendere il verde e gli spazi di convivialità, coinvolgendo gli stessi studenti di architettura e di design nella progettazione”.

CORRELATI

Ultimi inseriti