Nuove opportunità per il lavoro -Sicilia Democratica e l’agricoltura

foto 4 Sd Elio Sanfilippo
Elio Sanfilippo

“Sicilia Democratica è un partito che nasce nel territorio, per il territorio e con il territorio”. Queste le parole del Segretario Provinciale Elio Sanfilippo all’inaugurazione dell’evento “Agricoltura: nuove opportunità per il lavoro, lo sviluppo e l’ambiente”.
Erano presenti al convegno Rosalinda Brusca, Responsabile del Coordinamento Sviluppo Economia e Lavoro, il Presidente della Seconda Circoscrizione e Segretario Cittadino di Sicilia Democratica, Antonio Tomaselli e Filippo Parrino di Legacoop Palermo.

foto 6 Sd agricoltura
L’incontro, promosso dall’Associazione “La Sicilia Che Vorrei”, si è svolto ieri pomeriggio a Palermo presso l’ex Real Fonderia alla Cala e ha affrontato, nello specifico, la scelta di valorizzare il settore agricolo, attraverso la divulgazione di tutte quelle opportunità che l’agricoltura offre all’imprenditoria giovanile, per lo sviluppo dell’economia in ambito sia locale che regionale. “Partiamo da madre natura, – ha esordito subito dopo Linda Brusca – dall’agricoltura si crea il lavoro e solo così possiamo combattere l’illegalità: questo è il nostro obiettivo principale”.foto 3 SD agricoltura
Presentata, dunque, la Banca della Terra, un incubatore di terreni incolti ed abbandonati destinati ad essere assegnati a tutti quei giovani che, attraverso la presentazione di progetti, aderiranno ai vari bandi. La Banca della Terra comprende terreni, borghi e immobili che sono nella disponibilità dell’ESA (Ente Sviluppo Agricolo), terre del demanio forestale e di proprietà dell’Assessorato regionale dell’agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca e degli enti sottoposti a tutela e vigilanza dello stesso. Anticipato ai presenti anche il PSR (Programma Sviluppo Rurale) e le prospettive future che questo piano, in fase di attuazione, determinerebbe per le occupazioni lavorative.

L'intervento di Filippo Parrino
L’intervento di Filippo Parrino

Nel corso dell’evento e riguardo l’attribuzione dei terreni, è stata sottolineata l’esigenza di considerare maggiormente, oltre a possibili privati, forme di associazionismo giovanile e, in particolare, quella cooperativistica perché “si tratta certamente di un tassello importante: è lo strumento, infatti, – ha precisato Sanfilippo – attraverso cui si può costruire una prospettiva imprenditoriale concreta e dare così alle future generazioni la possibilità di intraprendere in maniera associata un progetto d’impresa e di vita”.
“La terra deve essere al centro della nostra attenzione” ha sottolineato a tal proposito Filippo Parrino Presidente della Lega delle Cooperative, illustrando quanto sia fondamentale il settore agricolo, in vista soprattutto dell’EXPO 2015, il cui tema “Nutrire il pianeta, energia per la vita” conferma il rapporto di sinergia e produttività tra la terra e l’alimentazione.

L'intervento di AntonioTomaselli
L’intervento di AntonioTomaselli

Per il segretario cittadino Antonio Tomaselli, impegnato in maniera attiva e concreta nell’ambito territoriale della Seconda Circoscrizione, l’idea della terra come fonte di sviluppo e di occupazione è confermata dalla politica del neopartito – “Sicilia Democratica ha nel suo simbolo la Sicilia, in riferimento specifico al territorio e quindi, in questo caso, l’agricoltura, lo sviluppo agroalimentare e la valorizzazione dei territori siciliani sono alla base di un progetto politico credibile e realizzabile nell’immediato”.
Il convegno, incentrato sull’ agricoltura, ha analizzato e legittimato i valori che questa comporta: la difesa dell’ambiente, la qualità della vita, la tutela della salute e la necessità di un consumo critico e consapevole. La comune volontà di ripartire dal settore agricolo da parte dei vari sostenitori è stata presentata non solo come una scelta prettamente economica, ma anche di carattere culturale. Diverse le proposte, le testimonianze e gli interventi, come quello del Sindaco di Baucina Ciro Coniglio, della Dott.ssa Maria Cianciolo referente regionale di Pari Opportunità, del giovane consulente Massimiliano Lombardo e di vari agricoltori ed imprenditori che hanno animato l’incontro.
Noi di Giornale Cittadino Press abbiamo chiesto ulteriori dettagli a Linda Brusca che come sappiamo è la Responsabile del Coordinamento Sviluppo Economia e Lavoro di Sicilia Democratica.

Rosalinda Brusca
Rosalinda Brusca

– Dottoressa Brusca, per chi ancora non lo sapesse, che cosa è “la Sicilia Che Vorrei” e cosa la unisce a Sicilia Democratica?
“La Sicilia che vorrei è un’associazione di promozione sociale e dunque, finalizzata alla tutela del cittadino. Il nostro scopo è quello di promulgare e informare su tutto ciò che può essere di interesse per il cittadino e, quindi nel nostro caso, sviluppo di economia e soprattutto sviluppo del lavoro. Cerchiamo di cogliere tutto ciò che, a livello ministeriale, regionale e anche privato può creare impresa e giovani imprenditori e per noi ‘giovani’ significa anche chiunque voglia rimboccarsi le maniche. Questo è il nostro primo evento ed io me ne sono occupata nell’ambito dello sviluppo del lavoro, partendo appunto dall’agricoltura. Abbiamo, infatti, all’interno del nostro partito di Sicilia Democratica, l’Assessore Regionale all’Agricoltura Nino Caleca che sta appunto promuovendo il Piano Sviluppo Rurale. Oggi per potere creare e fare lavoro – ha voluto inoltre precisare Brusca vista la sua esperienza nell’ambito dell’associazionismo e della cooperazione – bisogna aggregare i giovani perché le risorse umane singolarmente contano poco e l’unione fa la forza ed è quella la forza che genera soprattutto servizi e produzione”.

Questo incontro, dunque, rappresenta la prima tappa di un percorso, incentrato sullo sviluppo rurale, dai risultati positivi e che dovrebbero concretizzarsi in tempi brevi. L’impegno a mantenere costante la divulgazione e l’informazione su questo argomento al fine di creare e favorire l’occupazione lavorativa giovanile, secondo quanto annunciato, verrà confermato con i prossimi appuntamenti.