lunedì, 15 Aprile 2024
spot_img
HomesportMercato, il Palermo si muove per i rinnovi, anche se i big...

Mercato, il Palermo si muove per i rinnovi, anche se i big sono ambiti: il punto

Anche per il Palermo è calciomercato, nonostante non sia stato registrato ancora nessun movimento. I rosanero devono sfoltire una rosa molto lunga, che presenta qualche imperfezione e può certamente essere coperta dai ricavi derivanti dalle cessioni. Da settimane si parla di Makienok e Bamba in uscita, anche se le situazioni sembrano in stallo. L’attaccante verosimilmente finirà in Danimarca o in Norvegia, mentre l’ivoriano piace molto al Lens, che navigando nei bassifondi della Ligue 1 avrebbe necessità di rinforzare il pacchetto arretrato con un innesto d’esperienza. Dietro è da risolvere anche la grana Munoz. L’argentino è stato uno dei punti fermi del Palermo, ed una sua partenza potrebbe rappresentare una grave perdita. L’agente ha dichiarato che l’esperienza palermitana è al termine, o adesso oppure a Giugno, anche il possibile sostituto(il costaricense Duarte) dovrebbe arrivare in estate essendo extracomunitario. Un sondaggio è stato effettuato dalle milanesi per El Chiqui, anche se tutto ciò potrebbe sbloccarsi negli ultimi giorni di mercato. In entrata sondaggio per Terranova del Sassuolo. Sembrano essersi spente le voci su un interesse per Feddal da parte del Panathinaikos. Sempre in lista cessioni Milanovic e N’Goyi, con Della Rocca che potrebbe partire visti i numerosi centrocampisti centrali in rosa nel Palermo. Infine, voce registrata in giornata, potrebbe lasciare il Palermo Eros Pisano per andare all’Hellas Verona, che cerca rinforzi dietro dopo le tante reti incassate quest’anno. In entrata la notizia più bella per il momento è il rinnovo di Vazquez, che si candida a diventare simbolo del Palermo, con Zamparini che ha fatto uno sforzo economico per farlo sentire al centro del progetto di Iachini, sventando gli attacchi delle big. Almeno El Mudo dovrebbe restare per un pò di tempo, visto che Dybala potrebbe partire a fine anno viste le tante richieste e la possibile clamorosa plusvalenza in arrivo.

CORRELATI

Ultimi inseriti