mercoledì, 28 Febbraio 2024
spot_img
HomesportIL GALLO TORNA A CANTARE. PESCARA-PALERMO 1-2

IL GALLO TORNA A CANTARE. PESCARA-PALERMO 1-2

Una vittoria pesantissima. Il Palermo centra il poker di successi consecutivi battendo 2-1 allo stadio “Adriatico” il Pescara. Decisivo uno splendido gol di testa di Belotti al 31′ della ripresa: il Gallo torna a cantare dopo l’infortunio che lo ha frenato negli ultimi mesi. In precedenza erano invece andati a segno Dybala e Mascara.
Iachini decide di confermare la coppia d’attacco formata da Vazquez e Dybala dopo l’ottima prova contro il Brescia. Tre i cambi rispetto alla partita contro i lombardi: Milanovic e Andelkovic rilevano Terzi e Vitiello, mentre Pisano viene schierato sulla destra al posto di Stevanovic. Cosmi risponde con l’annunciato 3-4-2-1, con Politano e Ragusa a supportare l’unica punta Sforzini.
Il Palermo parte a razzo. I rosanero sono padroni del campo e impongono subito il proprio ritmo all’incontro con grande aggressività. Naturale dunque che vengano create tre occasioni da gol nei primi dodici minuti. Al 3′ è Andelkovic a sfiorare la rete di testa su angolo di Barreto: quattro minuti più tardi il capitano e Vazquez non arrivano su un cross tagliato di Dybala. La terza chance è quella fortunata per i ragazzi di Iachini, che passano in vantaggio al 12′. Pisano crossa al centro per la sponda di Barreto, Schiavi respinge ma il capitano controlla nuovamente e serve centralmente Dybala. Il numero 9 non ci pensa su due volte e firma la terza rete in quattro partite con un preciso sinistro.
Spinta dal pubblico e dalla grinta di Cosmi, la formazione abruzzese prova a reagire. Ma Munoz e compagni stoppano tutte le iniziative degli attaccanti biancoazzurri senza particolari difficoltà, controllando l’incontro dopo aver realizzato il vantaggio. E’ anzi Barreto ad avere una buona chance su un suggerimento di Vazquez, ma il capitano viene stoppato al momento della conclusione al 31′. Due minuti più tardi un potente tiro di Dybala dai venti metri termina alto sopra la traversa.
Nel finale di tempo il Pescara prova a rendersi pericoloso sui calci piazzati: al 38′ Politano crossa al centro e Schiavi manca di un soffio la deviazione vincente. Pinzani però ferma tutto per un fallo a centro area. La squadra di Cosmi prova a proporsi con maggiore continuità in attacco ma il Palermo controlla senza affanni fino all’intervallo grazie al perfetto lavoro difensivo di tutta la squadra. In questo senso è da evidenziare il grande impegno di Dybala e Vazquez in fase di non possesso.
I biancoazzurri provano subito a cambiare la partita con un doppio cambio: escono Politano e Ragusa, dentro Cutolo e Mascara. L’attaccante di Caltagirone, ex rosanero ma soprattutto ex Catania, come di consueto è decisamente fortunato quando vede rosanero: alla prima vera occasione Mascara trova infatti la rete del pari. All’11’, infatti, Salviato crossa dalla destra, Munoz e Pisano non vedono partire alle loro spalle il numero 46 avversario che in tuffo firma il pari.
Iachini prova a rispondere con una doppia mossa: escono prima Dybala (acciaccato per un pestone rimediato nel primo tempo) e poi Vazquez, in campo entrano Lafferty e Belotti. Un duro scontro con Brugman costringe Maresca ad uscire dal campo al 25′. Il regista viene sostituito da Ngoyi. Ma è il Pescara a spingere con maggiore convinzione in questa fase, anche se Sorrentino non corre mai veri pericoli. E’ invece costretto ad una prodezza Pelizzoli al 30′ su una splendida girata di Lafferty, servito ai venti metri da Barreto.
Sull’angolo che ne segue, il “Gallo” rialza la cresta dopo tre mesi e mezzo. Centocinque giorni dopo il gol realizzato a Lanciano, Belotti si ripete in Abruzzo con un fantastico colpo di testa sul corner di Barreto. Esplode letteralmente di entusiasmo la panchina rosanero, con il numero 30 che abbraccia e ringrazia lo staff medico e tecnico che ne ha seguito il recupero.
E’ un colpo durissimo per il Pescara, che credeva fortemente nella possibilità di centrare un risultato positivo. Il Palermo ne approfitta, controllando la partita mantenendo il baricentro alto e sfiorando il 3-1 ancora con Belotti, che manda di poco a lato con un perfetto stacco su cross di Lafferty. I ragazzi di Iachini portano a casa tre punti di platino, centrando una vittoria che può risultare determinante nella corsa verso l’obiettivo finale. I rosanero centrano l’undicesimo risultato utile consecutivo e salgono a quota 59 in classifica: l’Empoli resta a nove punti di distacco, mentre sono adesso undici le lunghezze di vantaggio sul Lanciano terzo.

Palermocalcio.it

CORRELATI

Ultimi inseriti