Grande successo di pubblico per l’ottava edizione del Presepe Artistico-Meccanico di Blufi

presepe meccanico Blufi
presepe meccanico Blufi

Si è chiusa ieri, domenica 7 gennaio, con un grande successo di pubblico, l’ottava edizione del Presepe Artistico-Meccanico di Blufi in mostra dall’8 dicembre scorso e che ha ospitato visitatori da ogni angolo della Sicilia.

L’edizione 2018, che ha fatto segnare il record di presenze, ha visto numerose innovazioni e particolarità introdotte dai ragazzi che ancora una volta hanno voluto regalare un’esperienza unica a chi ha deciso di assaporare il mistero del Natale attraverso la tradizione del Presepe.

Molta curiosità e stupore ha riscosso la Mostra dei diorami natalizi, “Dall’Annunciazione alla Fuga in Egitto” autentica novità del territorio madonita e non solo.

Gli organizzatori, cha vogliono ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile tutto ciò, in particolare l’Amministrazione Comunale che ha dato una grossa spinta affinché si potessero ottenere i risultati desiderati, si dicono molto soddisfatti ed entusiasti per la riuscita della manfestazione che ha portato migliaia di persone in un piccolo Comune nel cuore dell’entroterra Siciliano, Blufi.

Il “Presepe artistico – meccanico di Blufi”, nasce nel 2010 grazie alla passione di alcuni ragazzi locali e al consenso e l’aiuto di Don Giuseppe Murè. L’esperienza si è ripetuta negli anni cambiando location e introducendo ogni anno numerose innovazioni che rendono l’opera sempre più apprezzabile ed affascinante. Dal 2012 ad oggi la sede del Presepe si trova nella canonica di via Indipendenza. Ogni anno siamo lieti di rappresentare la nascita di Gesù attraverso le nostre creazioni. Il Presepe è realizzato per avere una visione a 360° su una superficie di circa 40 mq. Per la realizzazione dell’ opera vengono utilizzate pietre di tipo calcaree, muschio, case e fontane (tutto costruito in modo artigianale) che insieme alle stradine, le scalinate, le piazze, i terreni, i boschi, i torrenti, i laghi e le cascate richiamano i luoghi Madoniti. Inoltre, il presepe è arricchito da suoni e luci che insieme a più di 50 personaggi in movimento (interamente costruiti artigianalmente e che rappresentano i mestieri del paese e della campagna, le casalinghe e i viaggiatori del tempo…) vanno a costituire le varie fasi della giornata degli uomini antichi.