mercoledì, 28 Febbraio 2024
spot_img
HomeevidenzaCorini: l'obbiettivo è fare un grande campionato

Corini: l’obbiettivo è fare un grande campionato

Oggi pomeriggio si è svolta al Barbera la conferenza stampa che Mister Corini tiene prima di un incontro di campionato. Domani sera alle 18:30, si giocherà la quarta di campionato, Palermo e FeralpiSalò.

Oggi il Mister appare pacato e sorridente, il nervosismo della scorsa conferenza stampa sembra svanito.

Comincia a parlare dei nuovissimi arrivi: “Di Francesco e Coulibary. Di Francesco può giocare sia a destra che a sinistra è stato un acquisto importante e di livello. Coulibary è un giocatore di un certo spessore che sa contrastare e imporsi all’avversario, utile anche in attacco. Sono state due operazioni intelligenti, utili a fare crescere il livello della squadra. Domani difficilmente li vedrete in campo, ancora hanno da lavorare con il resto della squadra”.

A poi ha proseguito parlando dei vari acquisti: “è stato un mercato costruito dopo l’incontro con il Brescia, mercato di prospettiva per alzare il livello del

personalità della squadra. Le cose perfette, come ho sempre ribadito, non esistono, si è fatto un ottimo lavoro, la squadra è cresciuta”.

Per quanto riguarda la Feralpisalò ha precisato: “la squadra avversaria ha delle buone potenzialità che ancora deve fare emergere. Certo, è una neo promossa quindi ancora i suoi giocatori si devono abituare al salto di categoria. Giocare con una matricola è sempre pericoloso, ma noi abbiamo le potenzialità per fare bene e vincere la partita. Voglio vedere in campo la stessa rabbia di Reggio Emilia, atteggiamento che è mancato lo scorso anno”.

Ha poi accennato alla formazione di domani: “Rispetto alla partita con la Reggiana, farò qualche variazione ma non grandi cose”.

Per quanto riguarda i tifosi ha detto: “tu rappresenti una società, una passione i tifosi non finiscono mai di stupirmi. Quando siamo uniti siamo più forti. Tutti abbiamo lo stesso obbiettivo, portare la squadra dove merita. Vogliamo battere la Feralpisalò e continuare a crescere di partita in partita. Abbiamo la necessità di giocare davanti ai nostri tifosi, vogliamo gioire insieme”.

Ha poi accennato a Insigne e ai titolari: “il ragazzo nella scorsa partita ha fatto molto bene soprattutto nella ripresa. Come ho sempre detto, tutti e 20 sono titolari, l’idea di creare due titolari per ruolo, crea la possibilità che tutti possano giocare. Esempio ne è che con i subentranti nella partita con la Reggiana abbiamo fatto goal. Questo è significativo. Tutti si devono sentirsi titolari, io farò la mia parte per farli sentire tali”.

Ha poi proseguito dicendo: “finalmente abbiamo la nostra casa, anche se non completata, Torretta. Questo farà si che la squadra si senta più unita a casa propria. Per quanto mi riguarda, faccio delle scelte e in corso d’opera se ce n’è necessità corro ai ripari. Devo tenere tutti motivati. Dobbiamo fare il meglio possibile per fare un buon campionato”.

In merito alla diatriba di inizio campionato con due squadre ancora da selezionare si è così espresso: “finalmente siamo 20 squadre. In merito ci sono tante cose da migliorare, basta seguire le regole, noi abbiamo una partita da recuperare”.

Infine è tornato a parlare della partita di domani: “ho visto giocare la Feralpisalò, la classifica non gli rende merito, hanno fatto buone prestazioni, serve rispetto per ogni avversario. In una partita può succedere di tutto (la palla è tonda ndr.) ma noi ci faremo trovare pronti. Mi è piaciuto come abbiamo reagito sull’1 a 1 a Reggio Emilia, questo prova la crescita della squadra. Oggi vinciamo anche le partite insidiose, anche perché abbiamo dieci giocatori che hanno già vinto la serie B. Questo contribuisce a far si di diventare una grande squadra”.

Forza Palermo sempre e comunque, io ci credo e continuerò a crederci.

Cari tifosi ci vediamo domani sera al Barbera a tifare Palermo.

CORRELATI

Ultimi inseriti