lunedì, 24 Giugno 2024
spot_img
HomeevidenzaConcluso il 14° Festival Internazionale degli Aquiloni a San Vito Lo Capo

Concluso il 14° Festival Internazionale degli Aquiloni a San Vito Lo Capo

Si è conclusa ieri la 14^ edizione del Festival Internazionale degli Aquiloni – emozioni a naso in su – che si è svolta a San Vito Lo Capo dal 22 al 26 maggio, e che, come ogni anno, ha trasformato la cittadina in una festa di colori.

Durante i cinque giorni, il cielo sopra la località balneare è stato dominato da aquiloni di ogni forma e dimensione – acrobatici, gonfiabili e steccati -, che hanno regalato uno spettacolo unico per i visitatori di tutte le età.

“È dal 2009 – ha detto al GCPress Ignazio Billera, ideatore della manifestazione – che il Festival Internazionale degli Aquiloni vola qui a San Vito lo Capo e chiaramente siamo alla 14ª edizione e non alla 16ª perché per 2 anni le attività sono state sospese a causa del Covid”.

“Le grande novità di questa edizione – prosegue Billera -, sono state: l’esposizione dei dinosauri gonfiabili in dimensione reale che, accuratamente progettati e realizzati con dettagli impressionanti, raffigurano i giganti preistorici, e un omaggio a Guglielmo Marconi, padre delle radiotrasmissioni, in occasione del 150° anniversario dalla nascita. Per l’occasione è stato innalzato un aquilone speciale dotato di un’antenna per effettuare radiocollegamenti e far parlare il mondo intero a distanza”.

In conclusione, l’ideatore del Festival, ha detto: “Siamo felici di vedere che in ogni edizione cresce l’entusiasmo e la partecipazione del pubblico, ma soprattutto di bambini gioiosi. Contiamo di ripetere la manifestazione per tanti tanti altri anni”.

Per Marco Cannamela, presidente dell’Associazione Radioamatori Italiani – ARI Sede di Trapani: “È stato la prima volta che abbiamo fatto questo esperimento qui, a San Vito lo Capo, in occasione del Festival degli Aquiloni. Ci siamo organizzati per partecipare a un contest a livello nazionale per le comunicazioni radio, una gara che si fa in un arco di tempo, così abbiamo deciso, dal giorno 20 fino al giorno 26, di effettuare questi collegamenti e dare dei punteggi ai radioamatori partecipanti. Alcuni nostri operatori hanno già raggiunto oggi il centinaio di collegamento effettuati su diverse bande di frequenza utilizzate amatorialmente”.

Soddisfazione per il risultato raggiunto, l’ha espressa Salvatore Todaro componente dell’ARI e delegato della protezione civile: “Abbiamo effettuato circa 2000 collegamenti diversi con radio su tutte le bande di frequenza segnalate col nominativo speciale II9IKF dedicato proprio al Festival Internazionale degli Aquiloni”.

Ma il Festival degli Aquiloni non è stato solo uno spettacolo nel cielo. Via Savoia, ll corso principale, e le strade del Comune sono state animate da spettacoli itineranti, mascotte simpatiche e artisti di strada. I più piccoli hanno partecipato a laboratori creativi del vento, costruendo i loro piccoli aquiloni e divertendosi con il truccabimbi. La caccia al tesoro animata “Pirati e Sirene” ha coinvolto grandi e piccini alla scoperta della storia e dell’ambiente di San Vito Lo Capo.

Parallelamente al Festival, si è svolto il Fly-Inn (avioraduno sports dell’aria) a Makari-Baia Santa Margherita, con una varietà di attività tra cui aeromodellismo, droni, parapendio, deltaplano.

Il Festival degli Aquiloni a San Vito Lo Capo, negli anni si è rivelato appuntamento imperdibile per chi ama la magia del volo e vuole trascorrere giornate all’insegna del divertimento e della bellezza del cielo colorato da aquiloni.

CORRELATI

Ultimi inseriti