venerdì, 14 Giugno 2024
spot_img
HomeevidenzaBuona la prima. Il Palermo batte per 2 a 0 la Sampdoria...

Buona la prima. Il Palermo batte per 2 a 0 la Sampdoria e va in semifinale dei playoff di serie B

Bella prestazione dei rosanero davanti a più di 33.000 tifosi questa sera al Barbera, e grazie alla doppietta di uno scatenato Salim Diakité, il Palermo passa il turno e va in semifinale dove affronterà il Venezia.

Primo tempo: in appannaggio dei giocatori di casa che non fanno, quasi quasi, giocare gli avversari. Già al primo minuto Brunori carica il sinistro, tiro rimpallato da Insigne e Soleri, conclusione a fil di palo con una deviazione. Peccato avevo già visto la palla in rete.

All’8° occasione sprecata dai rosanero, Brunori serve Soleri che appoggia il meglio piazzato Insigne che sbaglia il tiro, era quasi un rigore in movimento, pallone fuori di un pelino.

Al 17° resta a terra Ceccaroni dopo essersi scontrato con un avversario. Non riesce a recuperare e al 20° viene sostituito da Marconi.

Al 26° ci prova Insigne che, riconquista palla sulla trequarti, calcia a giro di sinistro, ma il suo tiro termina alto sopra la traversa.

Al 34° grande intervento di Stankovic su Soleri che colpisce di testa la palla da dentro l’area di rigore, ma il portiere dei sampdoriani respinge in tuffo negando la gioia al nostro Edo.

Il Palermo continua a spingere senza dare tregua agli ospiti, infatti, a forza di provarci, al 43° Diakité va in goal, grazie ad un intervento di Brunori deviato da Segre, Salim calcia al volo e insacca la palla in rete. Barbera in visibilio.

Palermo 1 – Sampdoria 0.

Il primo tempo termina con il Palermo in vantaggio, più che meritato. Il dodicesimo in campo ha più che funzionato, i tifosi non hanno mai smesso di incitare i propri beniamini spingendoli a giocare meglio e bene, e così è stato finalmente.

Secondo tempo: Passano solo 2 minuti e Diakité, in giornata di grazia, realizza la sua seconda rete. Il goal è scaturito da un lungo cross realizzato da Lund, Salim si inserisce in area di rigore e con un destro al volo batte per la seconda volta Stankovic. Lo stadio Renzo Barbera trema tutto per l’entusiasmo straripante dei tifosi.

Palermo 2 – Sampdoria 0.

Due minuti dopo ci prova Ranocchia che tira a giro di sinistro dal limite, palla fuori di pochissimo. Dopo il secondo goal i rosanero vanno a mille.

A questo punto Pirlo, allenatore dei doriani, cambia tre elementi, cercando di dare più forza alla sua squadra. In effetti qualcosa da parte loro si comincia a vedere, i palermitani sono guardinghi, onde evitare quello che già durante il campionato si è visto più volte.

Al 15° prima vera occasione per gli ospiti, ma Desplances respinge sicuro. Il portierino sembra più sicuro del suo predecessore, senza nulla togliere a Pigliacelli.

La Sampdoria comincia ad attaccare con più convinzione. A questo punto anche Mignani comincia a fare qualche cambio per correre ai ripari, al 65° entra Gomes ed esce Insigne.

Al 72° Ranocchia parte in contropiede, serve Brunori che però, dentro l’area di rigore, scivola e spreca un’occasione d’oro.

Al 76° Brunori salta Gonzales con un tunnel entra in area di rigore e calcia di destro, Stankovic con i piedi, e non solo, respinge.

Al 77° triplo cambio nel Palermo, dentro: Di Francesco, Mancuso e Henderson, fuori: Soleri, Brunori e Ranocchia.

La Sampdoria prova il tutto per tutto a rendersi pericolosa, il Palermo cerca di contenere l’esuberanza degli ospiti.

All’82° arriva il goal di Di Francesco, su lancio di Henderson, ma il guardalinee alza la bandierina e Colombo annulla il goal per posizione di fuorigioco dell’attaccante. Il VAR conferma.

Negli ultimi minuti il Palermo riesce a contenere gli avversari che oramai non ci credono più nella possibilità di recuperare due goal e la partita termina con la vittoria e il passaggio del turno per la squadra di casa.

Adesso ci aspetta la semifinale, già lunedì 20 sera alle 20:30 si torna a giocare. Il Palermo affronterà il Venezia al Barbera, gara di andata.

Che dire, splendida cornice del Barbera, spettatori stupendi e giocatori finalmente degni di indossare la maglia rosanero. Restiamo con i piedi per terra, il Venezia è una squadra molto ostica. Mignani deve continuare a caricare i suoi ragazzi, e loro devono rimanere concentrati come hanno fatto oggi e così facendo passare anche la semifinale non sarà impossibile. L’importante è che bisogna ricordarsi di fare sempre un goal in più degli avversari.

Forza Palermo sempre e comunque. Io ci credo e continuerò a crederci.

N.B. La foto di Diachité è tratta dalla pagina Facebook del Palermo FC, quella di copertina è mia. Ho voluto dedicare la copertina alla coreografia realizzata in curva nord.

CORRELATI

Ultimi inseriti