mercoledì, 1 Febbraio 2023
spot_img
HomeappuntamentiArmi Santi, a Palermo torna la tradizionale fiera dei morti nel centro...

Armi Santi, a Palermo torna la tradizionale fiera dei morti nel centro città

La commemorazione dei morti in Sicilia è molto sentita, da sempre, soprattutto dai bambini che la notte tra l’1 e il 2 novembre ricevono doni da parte di coloro che non ci sono più. Una tradizione che affonda le sue radici in tempi lontani e che oggi rappresenta una delle feste più care e amate dai siciliani. L’Associazione Artigianando, per onorare la tradizione, si impegna ormai da diverso tempo a organizzare “Armi Santi”, la popolare festa dei morti che quest’anno si svolgerà nella centralissima via Generale Magliocco, a Palermo, a partire dalle 10 di giovedì 27 ottobre fino alla 20 mercoledì 2 novembre.

ORARI: tutti i giorni dalle 10 alle 20, tranne venerdì 28, sabato 29, lunedì 31 e martedì 1 novembre la cui chiusura è fissata alle ore 24.

L’ingresso è libero.


Giunta alla sua V edizione, Armi Santi sarà interamente dedicata all’artigianato siciliano con
diverse postazioni dedicate a giocatoli in legno, al cucito creativo, ad accessori per donna, a
oggetti realizzati grazie alla lavorazione della pietra lavica, borse in pelle ma anche prodotti di bellezza, anche questi rigorosamente artigianali, e oggettistica in ferro realizzati grazie al riuso della materia prima.

Alcuni spazi saranno invece dedicati ad alcuni articoli natalizi.
Anche quest’anno come nelle precedenti edizioni, Armi Santi mischierà elementi della festa
siciliana ad elementi di altre feste dei morti assumendo così una connotazione più interculturale, ma non mancherà un angolo dedicato alla tradizione: verrà infatti allestito una postazione dove sarà possibile trovare la frutta martorana, i Pupaccena, le sculture di zucchero detti anche Pupi di zucchero, dolce tipico siciliano amatissimo dai bambini, le “ossa di morto”, caratteristici biscotti siciliani conosciuti anche come mustazzoli.

“Lo scorso anno, dopo quasi trent’anni – dichiara Luca Tumminia, Presidente dell’Associazione Artigianando e organizzatore dell’evento – la tradizionale festa dei morti è tornata nelle strade della città e tra la gente in una veste prettamente artigianale. Quest’anno vogliamo replicare quello straordinario successo perché il nostro intento è quello di portare allegria ma anche semplice spensieratezza”.

CORRELATI

Ultimi inseriti