martedì, 4 Ottobre 2022
spot_img
HomeevidenzaAnche questa è fatta: il Palermo FC batte il Padova all'Euganeo

Anche questa è fatta: il Palermo FC batte il Padova all’Euganeo

Adesso non ci resta che aspettare la gara di ritorno domenica prossima al Barbera.

Termina con la sesta vittoria di fila per i rosanero, l’incontro d’andata della finale dei playoff: Padova 0 – Palermo 1.

Certo un solo goal di scarto non ci farà fare sonni tranquilli ma ci aiuta un tantino spingendo il morale alle stelle.

I biancoscudati tenteranno il tutto per tutto al Barbera, ma lì ci sarà il dodicesimo giocatore in campo, il pubblico del Barbera, e quasi quasi ci metterei anche il tredicesimo, ma, pur non essendo superstizioso, meglio di no, tutto il campionato l’ho visto comodamente seduto nel mio divano preferito in salone e quindi è lì che devo restare.

Primo tempo: partita molto equilibrata, ambedue le squadre hanno fatto il loro gioco alternandosi in attacco nell’area avversaria. Gara piena di occasioni da ambo le parti con una leggera prevalenza dei padroni di casa.

Al 10° sbocca il risultato Roberto Floriano che va in goal, sfruttando una svista della difesa e il passaggio rasoterra che gli serve Valente.

Roberto Floriano

Al 25° Giron effettua, dopo una lunga cavalcata, un passaggio in area a Brunori che calcia ma il pallone va di poco al lato dalla porta difesa da Antonio Donnaruna (fratellone del portiere della nostra nazionale).

Al 26° viene annullato un goal a Bifulco che su una azione in contropiede si è presentato solo soletto davanti a Massolo mandando la palla in rete ma, consultato il VAR si è constatato che il giocatore biancoscudato era partito in leggero fuorigioco. Meno male viva il VAR.

Al 30° Marconi salva sulla linea, Massolo era uscito a vuoto su colpo di testa di Chiricò. Meno male che Marconi c’è. Anche per questo episodio, Il VAR conferma che la palla non era entrata del tutto in rete, bravo Marconi.

Al 33° ci prova Brunori ma Donnaruma miracolosamente si stiracchia e manda il pallone in angolo. Sempre Brunori chiede al 35° un calcio di rigore per tocco di mano di un difensore biancoscudato, ma l’arbitro non concede. Perché in questo caso non si consultava il VAR?

Al 43° Santini vicinissimo al goal del pareggio ma Luperini riesce in extremis a deviare.

Una nota a parte merita l’arbitro Matteo Gualtieri di Asti che nel primo tempo ha arbitrato usando lo stesso metro per ambedue le squadre, in più occasioni avrebbe potuto estrarre il cartellino giallo ma non l’ha fatto, bravo. Non così nel secondo tempo lì qualche cartellino giallo lo ha tirato fuori, ma è stato clemente in tante altre occasioni.

Secondo tempo: comincia il solito valzer delle sostituzioni e come era prevedibile i padroni di casa entrano in campo, dopo la sicura strigliata negli spogliatoi da parte del loro allenatore Massimiliano Oddo, con un piglio più deciso, ai rosanero non resta altro che difendersi e contrattaccare in contropiede, come da copione.

Al 48° ci prova Chiricò, che manca la rete per un pelino il suo tiro va a lato di pochissimo. Al 58° lo stesso Chiricò ci riprova ma la palla, per nostra fortuna non ne vuole sentire di entrare in rete, il suo tiro è di pochissimo alto sopra la traversa.

Al 68° su capovolgimento di fronte, ci prova Luperini, ma purtroppo il suo tiro colpisce di striscio il palo.

All’82° altra occasione per Luperini che colpisce di testa un tiro da calcio d’angolo di Dell’Oglio ma, il pallone termina sul fondo con Donnarumma battuto. Peccato occasione sprecata.

I patavini sempre più in area rosanero non riescono, per nostra fortuna, a concretizzare, ma la loro grinta e la loro determinazione non ci farà dormire sonni tranquilli, la squadra c’è ed i giocatori pure, quindi cari giocatori rosanero al Barbera dovrete giocare la partita della vita, cercando di non dare spazio all’esuberanza degli avversari, ricordando che loro sono molto tosti.

Noi dovremo essere più tosti e determinati di loro e finalmente il sogno di andare quest’anno in serie B si realizzerà, ve lo meritate e c’è lo meritiamo anche noi tifosi.

Forza Palermo sempre e comunque, noi ci crediamo.

Ci rivediamo domenica prossima, 12 giugno, alle ore 21 pe la gara di ritorno dei playoff di serie C.

N.B. Le foto sono tratte dal sito del Palermo FC.

CORRELATI

Ultimi inseriti