martedì, 27 Febbraio 2024
spot_img
HomesocialeAll'Istituto Saladino si inaugura un nuovo Emporio ''Fai da Noi''

All’Istituto Saladino si inaugura un nuovo Emporio ”Fai da Noi”

Lo spazio di condivisione di materiale realizzato da Leroy Merlin, con il contributo dell'impresa sociale, Incastri Creativi, sarà a disposizione del quartiere San Giovanni Apostolo per realizzare lavori di manutenzione e abbellimento della casa

Si terrà martedì 13 febbraio (ore 11) a Palermo, presso l’Istituto Comprensivo Statale Giuliana Saladino in via Barisano da Trani 7, l’evento inaugurale del nuovo Emporio Fai Da
Noi di Leroy Merlin realizzato in collaborazione con l’Impresa sociale Incastri
Creativi. Si tratta del secondo Emporio Fai Da Noi nel capoluogo siciliano.

Durante l’inaugurazione interverranno il professore Giusto Catania, Dirigente
scolastico dell’Istituto Comprensivo Giuliana Saladino, Angela Natoli, presidente
dell’Impresa sociale Incastri Creativi ed Elisabetta Carollo, Store Leader Leroy Merlin
Palermo Forum.

Già diffusi in 27 città in tutta Italia, gli Empori Fai Da Noi sono luoghi di condivisione
di materiale dove persone e famiglie in difficoltà che necessitano di effettuare
piccoli lavori di manutenzione, possono utilizzare gratuitamente gli utensili
necessari. A chi ne ha bisogno gli Empori forniscono, oltre a trapani e avvitatori,
anche prodotti consumabili come vernice, stucco e lampadine. Il nuovo Emporio Fai
Da Noi si inserisce all’interno di un contesto di welfare locale, in cui si mettono in
pratica i principi dell’economia circolare per massimizzare l’utilizzo dei beni e ridurre
al minimo gli sprechi.

Quello aperto oggi nel quartiere San Giovanni Apostolo è il secondo Emporio Fai Da Noi che apre nel capoluogo siciliano dopo l’Emporio Albergheria, situato nel quartiere Casalotto, gestito da un’associazione che lavora per la difesa dei diritti, l’integrazione e l’inclusione di rifugiati e richiedenti asilo.

L’Emporio di Palermo si colloca in un contesto di welfare locale complesso nel quartiere San Giovanni Apostolo, noto in precedenza come C.E.P., che rispecchia le sfide tipiche delle periferie urbane del Sud Italia, caratterizzate da marginalità fisica, economica e sociale. Un’area segnata dal degrado socio-culturale, microcriminalità e disoccupazione, situazione che si è aggravata ulteriormente dalla pandemia. Le istituzioni attive nel quartiere comprendono la scuola, la parrocchia e un’associazione benefica, che rappresentano i punti di riferimento per la comunità. Il quartiere, fondato negli anni ’70, ha sofferto a lungo la mancanza di servizi di base, ma ha visto anche la nascita di iniziative di auto-organizzazione comunitaria per colmare tali lacune. La scuola svolge un ruolo fondamentale nella lotta all’analfabetismo, tuttavia, la mancanza di interventi istituzionali ha contribuito a mantenere il quartiere in uno stato di abbandono. Il degrado in questo quartiere non si limita alla dimensione economica, ma si estende anche a quella educativa e sociale, con conseguenti impatti anche sul benessere esistenziale e relazionale della popolazione.


Leroy Merlin è un’azienda multispecialista che offre la possibilità di migliorare la propria casa grazie all’offerta di soluzioni complete di prodotti e servizi. Arrivata in Italia nel 1996, Leroy Merlin è presente sul territorio nazionale con 53 punti vendita e 8 showroom in 15 regioni per un fatturato di oltre 1,64 miliardi di euro. Offre lavoro a 8.500 collaboratori.
Per il 99% azionisti del Gruppo stesso. Leroy Merlin crede che ogni persona abbia diritto alla propria casa ideale e si adopera per riqualificare le abitazioni delle persone in difficoltà, perché una casa migliore rende migliore la vita. Per informazioni sull’azienda www.leroymerlin.it

CORRELATI

Ultimi inseriti