mercoledì, 19 Giugno 2024
spot_img
HomeculturaA Palazzo delle Aquile, l’8 marzo è “Donne in tutti i sensi”

A Palazzo delle Aquile, l’8 marzo è “Donne in tutti i sensi”

Palermo 08.03.2016 – Non solo donne, ma anche mamme, mogli, figlie, lavoratrici, studentesse e artiste:”Donne in tutti sensi”. Così si chiama la manifestazione, alla sua terza edizione, organizzata dalla consigliera Rita Vinci, che si è svolta a Palazzo delle Aquile e parallelamente in Piazza Bellini, in occasione della Giornata Internazionale della Donna. L’evento, all’insegna della musica, dell’arte e della poesia, ha visto l’esibizione della Corale “San Sebastiano” della Polizia Municipale, diretta dalla Maestra Serafina Sandovalli, la performance di Costanza Licata, di Gabriella Pellitteri e del Coro delle donne di Brancaccio, diretto dalla Maestra Giovanna Pia Ferrara.

Pizza Bellini
Piazza Bellini

In piazza Bellini, invece, spazio all’artigianato con una mostra organizzata da diverse associazioni, che con la loro attività contribuiscono a garantire l’indipendenza economica a tante donne.

«Oggi siamo qua non soltanto per festeggiare, ma principalmente per ricordare tutte le conquiste che, nel corso degli anni, sono state fatte dalle donne. – ha detto a GCPress la consigliera Rita Vinci -. Con questa iniziativa vogliamo mettere in evidenzia tutte quelle donne che si distinguono da sempre per il loro impegno sociale, ma anche quelle che svolgono la propria quotidiana attività spesso da dietro le quinte e in silenzio».

Rita Vinci
Rita Vinci

Per la consigliera comunale Giusi Scafidi: «questa è un’occasione per celebrare ancora una volta il ruolo della donna nella nostra società, troppo spesso dimenticato. I frequenti femminicidi ci impongono di continuare ad impegnarci, affinché l’uguaglianza sia riconosciuta realmente, non solo sulla carta ma nelle azioni quotidiane».

Sono dieci le donne che, essendosi particolarmente distinte per il proprio operato ed intraprendenza, hanno ricevuto, nel corso della cerimonia presentata da Roberto Oddo, il premio “Donne in tutti i sensi”.

Tra queste, la presidente dell’Amap Maria Prestigiacomo che a GCPress ha dichiarato: «di fronte questa premiazione non posso che essere commossa e grata. Oggi è l’8 marzo, ma la festa delle donne è tutti i giorni: per questo il mio invito, rivolto a tutte le donne, è quello di non arrendersi mai, di andare sempre avanti e di portare a termine le proprie iniziative».

festadelladonna9

Ad essere premiata anche la Maestra Serafina Sandovalli, che dal 2005 dirige con grande passione la Corale “San Sebastiano” della Polizia Municipale, composto da 26 elementi, suddivisi nelle tradizionali quattro sezioni vocali. «Sono passati undici anni da quando è nata la corale. – ci ha detto la Maestra Sandovalli – Da allora nel corso degli anni il coro è cresciuto di numero e ha rappresentato il Comune in diverse manifestazioni civili, militari e religiose. Tutti i componenti cercano di conciliare il proprio lavoro con le prove: ci vuole certamente molto impegno. Oggi, dal momento che è la festa della donna, abbiamo pensato di proporre al pubblico brani allegri e leggeri, ma il nostro repertorio è molto vasto e spazia dalla musica liturgica a quella classica e operistica».

La Maestra Pia Giovanna Ferrara, invece, tra le donne premiate è la più giovane e il suo riconoscimento è legato alla creazione di un coro polifonico con le donne di Brancaccio. «La corale è nata quattro anni fa su iniziativa di Padre Maurizio Francoforte, parroco di Brancaccio. La possibilità di aggiungere alle proprie giornate gioia e speranza ha spinto tante donne, anche di altre zone, ad aderire a questo coro. Da qui è nata anche l’”Associazione Brancaccio e Musica”, che ha come scopo principale quello di promuovere e divulgare nel quartiere di Brancaccio attività musicali, artistiche e culturali. Per me è un’opera di coesione e fratellanza e la mia più grande soddisfazione è vedere nel volto di queste donne il sorriso e l’armonia».

Roberto Oddo - Maria Prestigiacomo - Giusi Scafidi
Roberto Oddo – Maria Prestigiacomo – Giusi Scafidi

Tra le premiate anche Abibata Konate, presidente dell’associazione “Mamma Africa”, Giorgia Butera, sociologa e presidente dell’associazione Mete onlus, suor Susanna Scaraggi del centro di accoglienza San Vincenzo De Paoli, l’artista Gabriella Pellitteri, Amalia Settineri, procuratore della Repubblica presso il Tribunale dei minori di Palermo, Nadin Abdia, consigliera della Consulta delle culture e Regina Satariano, responsabile nazionale movimento di identità transessuale.

A Palazzo delle Aquile, l’8 marzo è una giornata all’insegna del riconoscimento dei diritti, degli obiettivi e della forza conquistati dalle donne: tutto ciò che rende la donna libera di essere “donna in tutti i sensi”.

CORRELATI

Ultimi inseriti