Palermo, riparte l’attività di contrasto all’abbandono illecito dei rifiuti | VIDEO

abbandono illecito rifiuti
abbandono illecito rifiuti

Palermo. È ripresa l’attività di contrasto all’abbandono illecito di rifiuti, dopo la sospensione dovuta all’emergenza coronavirus. Impegnate, nella giornata dell’altro ieri, quattro pattuglie in borghese della Polizia Municipale e due squadre della Rap, in viale Regione Siciliana Nord-Ovest, all’altezza di via Ugo La Malfa.

“Un’azione repressiva – afferma il sindaco, Leoluca Orlando – quanto mai necessaria contro i pochi ma molto pericolosi incivili che si ostinano a non rispettare le norme, sporcando la città e costringendo la RAP e la polizia municipale ad un aggravio di lavoro e costi distogliendo risorse economiche e umane che potrebbero essere valorizzate per dare altri servizi ai cittadini”.

 “Riprende forte – dichiara il vicesindaco Fabio Giambrone – l’azione di contrasto all’abbandono di rifiuti per strada. Uomini e mezzi della Polizia Municipale, d’intesa con il sottoscritto, l’assessore Marino, il presidente di RAP ed il Comandante della Polizia per dire “NO” all’abbandono di rifiuti a qualsiasi ora da parte di una minoranza che vuole mortificare il lavoro onesto dei lavoratori della RAP e dei tanti cittadini di Palermo che rispettano le regole e che conferiscono negli orari stabiliti”. 

“Riprendiamo l’attività di controllo – afferma l’assessore Sergio Marino –  insieme alla RAP, al Comando della Polizia Municipale, al vicesindaco, per evitare conferimenti illegali di rifiuti. Riteniamo che questa sia un’azione importante che serve a migliorare il servizio, a rendere la città più pulita e a dare a Rap un contributo per un migliore e più efficace espletamento del servizio.

“Siamo stanchi   – ha sottolineato il presidente di RAP, Giuseppe Norata – di raccogliere 24 ore su 24 rifiuti provenienti da ogni dove. Vi sono orari di conferimento ben precisi, stabiliti da un’ordinanza del sindaco”.

Alcune immagini dell’operazione e le dichiarazioni di Giambrone, Marino e Norata: