venerdì, 9 Dicembre 2022
spot_img
HomeevidenzaPalermo FC, le parole di Mister Corini in vista della partita con...

Palermo FC, le parole di Mister Corini in vista della partita con il Genoa

Domani sera, alle 20:30, il Palermo FC sarà in campo al Barbera, contro il temibile Genoa. In vista di questa partita oggi il mister, Eugenio Corini, ha incontrato in sala stampa al Barbera i media, per rispondere alle domande che i vari giornalisti sportivi gli hanno posto.

Le domande che prevalentemente gli sono state rivolte, sono state tutte o quasi dello stesso tono, rispetto alle partite precedenti in cui si è passati da una vittoria, ad un pareggio, e dopo due sconfitte, specie in queste ultime due in cui abbiamo preso ben 6 goal, cosa è cambiato nello schieramento e nell’atteggiamento della squadra?

Chiaramente, con tutti questi arrivi, la squadra è stata completamente rivoluzionata, quindi “ogni stimolo emotivo può essere da spinta per la squadra. Voglio vedere ad ogni partita dei miglioramenti”, ha precisato il Mister.

Alla domanda: dei 29 giocatori in rosa come si fa a sceglierne 20? Lui ha risposto: “si è vero ad ogni turno ci sono 20 giocatori attivi, ma non è detto che degli altri 9 prima o dopo non scenderanno in campo, il campionato è lungo e chi adesso è fuori, dimostrando di essere migliorato nel corso degli allenamenti, potrà sicuramente scendere in campo”.

“Ogni partita è fondamentale e quindi, ogni match va preparato alla stessa maniera qualunque sia la squadra, e poi, dobbiamo essere più concreti per crescere anche sul profilo tecnico-tattico. Sono tantissime le cose che dobbiamo fare per portare punti a casa”, ha detto Corini rispondendo ai rumors secondo i quali è meglio affrontare il Genoa adesso e non dopo.

Un ulteriore quesito è andato ai nuovi giocatori “tanti giocatori nuovi con percorsi differenti dovremo equilibrarli”, ha spiegato Corini.

Per quanto riguarda la partita scorsa disputata contro la Reggina, Corini ha tenuto a precisare che “nei primi 20 minuti la squadra girava, dopo, i giocatori in campo non hanno saputo leggere l’andamento che la partita stava prendendo. Nella seconda parte del secondo tempo abbiamo giocato meglio. Questa settimana – ha proseguito il Mister – abbiamo lavorato per correggere gli errori che abbiamo fatto a Reggio. Per quanto riguarda il Genoa abbiamo lavorato bene, l’abbiamo preparato dal punto di vista tecnico-tattico per sapere reggere il confronto”.

Poi ha aggiunto: “Cosa ne penso di Claudio Amarildo Gomes? E’ stato preso dal City, sicuramente è un ragazzo che ha il suo valore e per la squadra sarà, quindi, un valore aggiunto. Quando si perde il primo a starci male sono io, quindi comprendo i tifosi. C’è sempre una cosa che riequilibra tutto – tra il fare male ed il fare bene – bisogna sempre prendere il meglio delle partite già giocate”.

Oltre che dagli attaccanti, Brunori in testa, perché è il nostro bomber, mi aspetto che facciano goal anche i centrocampisti, alcuni di loro hanno un buon tiro anche da lontano.

Gli è stato chiesto un confronto tra il nostro bomber Brunori e quello del Genoa Skuhravy. “Matteo – ha chiarito Corini – ha un alto valore tecnico ed è fondamentale che con il suo atteggiamento faccia bene a tutta la squadra”.

Nota: speriamo che le parole del mister “E’ un genio” Corini diventino realtà.

Forza Palermo sempre e comunque, io ci credo.

Nota a parte merita la presentazione, questa settimana, ai media:

  • Francesco Di Mariano, esterno offensivo proveniente dal Lecce, acquistato dal Palermo a titolo definitivo. Palermitano doc, nonché nipote del mitico Totò Scillaci. In conferenza ha dichiarato: “Sono palermitano e sono qui per onorare questa maglia giorno dopo giorno, sia dentro che fuori dal campo”. Proseguendo nell’intervista ha detto: “Avevo tante offerte ma il richiamo della mia città ha prevalso sulle altre possibilità, ho sempre sognato di vestire la maglia rosa-nero”. Viene accreditato come il vice di Matteo Brunori.
  • Davide Bettella, arrivato dal Monza, difensore centrale, arrivato con la formula del prestito con diritto di riscatto da parte del Palermo, che ha dichiarato: “Ho detto subito di si al Palermo perché per me è un onore vestire questa maglia”, poi ha aggiunto: “La differenza in serie B la fa il gruppo ed a Palermo c’è un bel gruppo, siamo giocatori forti ed allegri. Dobbiamo solo seguire le direttive del Mister e restare compatti, comportandoci così i risultati arriveranno”.
  • Jacopo Segre, centrocampista ex Torino arrivato a titolo definitivo. Durante la conferenza ha così commentato: “L’emozione di fare goal davanti ai nostri tifosi è stata talmente grande che non ho dormito per tre notti. Lo ricorderò e lo porterò nel cuore per sempre”. Il goal lui lo ha realizzato in occasione di Palermo – Ascoli, appena entrato in campo. Proseguendo ha aggiunto: “Devo tanto al Palermo. È stata una scelta importante ed ho detto subito di si. Oltre ad esserci persone straordinarie, Palermo è una città pazzesca e dietro c’è una Società solida”.
CORRELATI

Ultimi inseriti