mercoledì, 8 Febbraio 2023
spot_img
HomesportCardinals Palermo: sconfitta casalinga contro i Black Tide Catanzaro

Cardinals Palermo: sconfitta casalinga contro i Black Tide Catanzaro

Niente da fare per i Cardinals Palermo, nella seconda giornata del Campionato Nazionale a 9 di Terza Divisione Girone A. Ai campi Louis Ribolla vincono i Black Tide Catanzaro per 43-6: qualche errore di troppo sia in attacco che in difesa e ancora molto da imparare sul campo per la maggior parte di questo nuovo gruppo, capace, però di tenere a bada il più possibile gli avversari e di chiudere con Barcellona il primo touch down della stagione.
Gli atleti in maglia rosso cardinale iniziano il primo quarto di gioco in attacco, ma vengono bloccati nella propria metà campo dalla defense avversaria.

Alla prima azione dell’offense calabrese, errore difensivo e touch down dei Black Tide che trasformano per lo 0-7. Torna in campo l’offense di casa, ma al secondo tentativo dalle 35 yard viene bloccata dalla difesa ospite. I Cardinals cercano di arginare il team di Catanzaro, ma subiscono il secondo touch down, con conseguente trasformazione e punteggio che si aggiorna sullo 0-14. Buona prova del Capitano di casa, Spinelli, che però non riesce ad andare oltre le 20 yard avversarie e palla intercettata che torna ai Black Tide. Sull’azione di attacco dei calabresi, la difesa Cardinals paga ancora l’inesperienza e il tabellone si aggiorna sullo 0-21 su cui di fatto si chiude il parziale, con gli atleti in maglia rossa in attacco a ridosso della red zone.

Il secondo quarto si apre con un errore all’ultimo tentativo da parte dell’offense di casa. I Black Tide non perdonano e si portano sullo 0-28. I Cardinals tornano in attacco, ma dopo aver guadagnato terreno, vengono intercettati e la palla passa di nuovo agli ospiti che, però, non vanno oltre le 30 yard. L’offense in maglia rossa guadagna terreno chiudendo tre down e con un’ottima prestazione di Andrea Barcellona arriva al touch down, il primo stagionale per i Cardinals, per il 6-28, che non viene trasformato per un errore del rinnovato special team. La defense non sfrutta il momento buono del match e permette ai calabresi di chiudere il quinto touch down con trasformazione, per il 6-35 su cui termina il primo tempo con i Cardinals che in attacco non riescono a completare due lanci.

Nell’intervallo, la performance delle Action Black Cheers, formata da giovani cheerleader dirette da Clara Congera.

Si riparte con la defense Cardinals che conquista palla sulle 25 yard avversarie. L’offense, però, non è concentrata al massimo e perde l’occasione di accorciare le distanze. La defense, così, deve rientrare in campo e lo fa con la giusta attitudine, bloccando i Black Tide che vengono penalizzati dagli arbitri per holding in attacco e costretti al PUNT. Ripresa la palla, grave errore per l’offense che lascia una safety ai calabresi, che si portano sul 6-37. Tornano in attacco i Black Tide che provano a chiudere la partita sul 6-43, con un touch down non trasformato.
Siamo in piena mercy rule, con i Cardinals disperatamente all’attacco. Gli atleti di casa, spinti dal pubblico, guadagnano terreno ma non riescono a perfezionare l’azione nelle ultime 8 yard. Bene la defense, che riesce ad intercettare al secondo tentativo avversario. I Cardinals tornano in attacco per l’ultima volta, ma non completano il lancio dalle 35 yard e la palla passa nuovamente ai Black Tide che con il quarter back Megna hanno solo il tempo di chiudere un down nella metà campo avversaria.

Andrea Barcellona, Ricevitore Cardinals: “Sapevamo sarebbe stata una partita impegnativa. Siamo certi di essere la squadra con meno esperienza al momento, perché per la maggior parte i giocatori sono rookie, ragazzi che hanno pochi minuti di football alle spalle. Quindi, tutto sommato, purtroppo è andata come da pronostico, ma abbiamo fatto del nostro meglio, anche se con qualche errore di troppo sia in difesa che in attacco. Abbiamo concesso tanto: che ci serva da insegnamento! Dobbiamo crescere, allenarci, allenarci e allenarci… ”

I Palermo Cardinals
Oltre 30 anni di storia per questa Associazione Dilettantistica che  ha raggiunto diversi traguardi nel Tackle, ma anche nel Flag Football, sia giovanile che femminile: le Morrigans, infatti, militano nel Campionato Nazionale F3.

CORRELATI

Ultimi inseriti