Bagheria il Comune più social dopo Palermo per Generazione Ypsilon

Da un report di monitoraggio civico condotto dai giovani attivisti di Generazione Ypsilon emerge che il Comune di Bagheria è il comune più “social”, in provincia di Palermo, dopo il capoluogo. Questo quanto riportato sul sito ufficiale del Comune di Bagheria.

L’associazione ha partecipato al convegno, organizzato dall’associazione nazione PA Social, dedicata allo sviluppo della nuova comunicazione portata avanti attraverso social network, chat e tutti gli strumenti innovativi, intitolato  “Le PA social hanno una marcia in più. Uso e diffusione dei social media pubblici” che si è svolto ieri, 3 ottobre, con il patrocinio di Regione Siciliana, Ordine dei giornalisti di Sicilia, Assostampa, e Anci Sicilia Giovani.

Presenti, tra gli altri, il presidente nazionale dell’associazione Francesco Di Costanzo,  l’assessore alle Autonomie Locali e Funzione Pubblica Bernardette Grasso, il vice sindaco di Bagheria, Daniele Vella e l’assessore Maurizio Lo Galbo nella doppia veste di assessore del Comune della Città delle Ville e di Componente commissione nazionale Sicurezza e legalità Anci Sicilia.

Il caso di studio di monitoraggio civico ha riguardato lo stato di diffusione dei social da parte dei 390 Comuni siciliani (Facebook, Twitter, Instagram, YouTube, Linkedin) mediante l’elaborazione di indicatori su numero di “mi piace”, “followers”, frequenza di pubblicazione.

«Siamo lieti di registrare questo risultato » – sottolinea il sindaco di Bagheria, Filippo Maria Tripoli che ha mantenuto per sé la delega alla Comunicazione proprio perché crede che informazione comunicazione siano di grande importanza per la trasparenza, la democrazia ed il dialogo con i cittadini. «Questo Ente è tra quelli che hanno un ufficio stampa strutturato, è stato il primo comune siciliano a sbarcare su facebook, il primo comune ad attivare il servizio “Albo pop” con twitter, ha ricevuto prestigiosi riconoscimenti, negli anni,  per i siti web dell’ente, ha attivato tra i primi enti l’albo pretorio on line secondo norma, usato whatsapp per il servizio “Cittadino vigile”, ha un canale youtube, invia ai cittadini mediante telegram news e comunicati. E’ un comune decisamente social e siamo lieti che ci sia stato riconosciuto».

Il vice sindaco di Bagheria Daniele Vella, ha tenuto a portare i saluti del sindaco di Bagheria, Filippo Maria Tripoli e del Comune che è il primo comune siciliano che ha aderito all’associazione italiana PA Social, al convegno che si è svolto ieri a Palermo a palazzo D’Orleans.

«I cittadini hanno compreso quanto sia  importante la presenza dell’amministrazione pubblica sui social al fine di garantire la trasparenza della comunicazione» – ha detto Vella. «Utilizzando i social le PA rispondono all’esigenza dei cittadini di attingere ad informazioni dell’ente comparendo sui loro smatphone h24 e l’amministrazione può raggiungerli in modo veloce anche in caso di comunicazioni di emergenza».

📹 Diretta – Le PA social hanno una marcia in più. Uso e diffusione dei social media pubblici.

Pubblicato da PA Social su Giovedì 3 ottobre 2019
Print Friendly, PDF & Email