Automobilismo: con Rally Slalom Salite e Karting si torna (forse) a gareggiare in Sicilia


Palermo, 7 luglio 2020 – Pubblicati e resi ufficiali i calendari nazionali delle specialità motoristiche, e la Sicilia, probabilmente anche alla luce dei bassi contagi del Covid-19, ha fatto, quanto meno sulla carta, il pieno. Sono infatti ben 25 le competizioni, suddivise nelle varie discipline, quelle che dovrebbero dare vita ai Campionati Motoristici Siciliani: 5 Rally, 1 gara di regolarità, e poi, 9 Slalom, 2 di Velocità Montagna e 8 competizioni karting, delle quali ben 8 hanno avuto assegnata la validità di Campionato Italiano, tanto che la Sicilia balza al primo posto nazionale per appuntamenti delle massime serie tricolori. Confermato dalla Delegazione anche il Trofeo Rally Sicilia.

Il 9 agosto torna a Triscina (TP) per la prova inaugurale, il Campionato Italiano Karting, evento a cura di Karting Sicilia. Dall’11 al 13 settembre vi sarà la 104^ Targa Florio, a cura dell’AC Palermo, valida quale 3° round stagionale del Campionato Italiano Rally. Il Campionato Italiano Grandi Eventi sarà di scena dal 16 al 18 ottobre con la Targa Florio Classica, competizione di regolarità dell’Automobile Cub Italia, con le sue vetture di inestimabile valore che attraverseranno le provincie di Palermo e Trapani. Tre gare saranno valide per il Campionato Italiano Slalom: il messinese 25° Slalom Rocca Novara di Sicilia del 6 settembre, con l’organizzazione di Top Competition, come il 25° Slalom Torregrotta – Roccavaldina del 4 ottobre, mentre il 18° Slalom Agro Ericino (TP) del 21 settembre è a cura di Kinisia Karting Club. Dal 16 al 18 ottobre, in programma la crono 63^ Monti Iblei per l’organizzazione del team Palikè, che porterà in provincia di Ragusa, a Chiaramonte Gulfi, il Campionato Italiano Velocità Montagna che a sua volta, dal 23 al 25 ottobre, si sposta alla 62^ Monte Erice, classico appuntamento tricolore dell’Automobile Club Trapani, con validità anche per il Campionato Italiano Velocità Salita Auto Storiche.

Per quanto riguarda i Rally, oltre la 104° Targa Florio, due appuntamenti faranno parte della Coppa di Zona per la quale è prevista a novembre a Como la finale nazionale, di cui è stata confermato dal presidente della Commissione Rally Aci Sport Daniele Settimo il montepremi.
E’ già completamente in fase operativa, ad opera della Top Competition,  il 17 ° Rally del Tirreno che si disputerà in notturna tra l’8 e il 9 agosto, secondo le nuove direttive stabilite, nei dintorni di Villafranca Tirrena alle porte di Messina.
A ottobre, sempre per il CRZ, è in programma l’ 11 e 12, il Rally del Sosio organizzato dal comune di Chiusa Sclafani (PA). A novembre, il 28 e 29, ancora una tappa messinese con il Tindari Rally, gara evento organizzata dalla scuderia CST Sport; poi il 12 e 13 dicembre il Rally dei Templi a cura dell’AC Agrigento, completerà la serie siciliana ed il Trofeo Rally Sicilia.  
La stagione degli Slalom, che culminerà con i già citati tre appuntamenti tricolori, vede inseriti nel calendario della Coppa di 5^ Zona rimodulato anche: il 4° Autoslalom Altofonte-Rebuttone in programma in provincia di Palermo il 23 agosto a cura della A.S.D Armanno Corse, il 17° Slalom Città Internazionale dei Marmi organizzato a Custonaci in provincia di Trapani dalla AS Kinisia e il 4° Slalom di Salice della TOP Competition, nuovamente alle porte di Messina che chiuderà la stagione il 22 novembre.
Tre slalom hanno titolazione nazionale e sono tutti validi per la serie regionale promossa dalla Delgazione ACI Sport Sicilia: 11 ottobre il 14° Autoslalom Città dei Musei a Chiaramonte Gulfi (RG) con regia del Team Palikè, seconda metà di ottobre per il 4° Slalom Monte Bonifato ad Alcamo (TP) per la Kinisia Karting, come il 4° Slalom del Satiro previsto a Mazara del Vallo (TP) il 15 novembre.  

Già da un paio di settimane è ripartito sotto l’attenta supervisione degli organizzatori di Karting Sicilia la stagione dei “minibolidi” con le prove di Campionato Regionale di Villarosa (EN) e Vittoria (RG). Dopo l’impegno tricolore di Triscina (TP) la serie isolana proseguirà da settembre a novembre con altre cinque prove che si correranno a Kinisia (TP) il 6 settembre, a Ispica (RG) il 20 settembre e l’8 novembre, a Melilli (SR) il 18 ottobre e ancora a Triscina la decima e ultima prova il 6 dicembre.

Benché il Fiduciario Regionale dell’ACI Sport Armando Battaglia abbia espresso in una nota la sua soddisfazione “E’ stata premiata la professionalità e il tempismo con i quali gli organizzatori hanno adeguato le manifestazioni, secondo le attuali normative, al momento di grave emergenza. L’avere così contribuito a livello nazionale a recuperare la stagione inserendo molte gare siciliane, ci gratifica e tutto è stato possibile grazie al preciso ed incessante lavoro che la Federazione ha svolto e continua a sviluppare con gli organi di Governo preposti” restano presenti i dubbi riguardanti un Protocollo Sanitario comprensibilmente stringente e pieno d’insidie per Piloti, Organizzatori ed anche per i Commissari Tecnici Nazionali che diventano, a tutti gli effetti, i referenti e responsabili principali dell’andamento delle manifestazioni. Ci sarà inoltre da valutare quali comportamenti adotteranno i Prefetti ed anche gli stessi Commissari di Polizia, a seguito di comportamenti non consoni alla situazione attuale e al citato protocollo. A nostro avviso, non resta che sperare in un nuovo decreto, meno stringente, e che apra possibilmente alla presenza del pubblico, anche perchè, gareggiare senza l’affetto di questi e l’entusiasmo che sono capaci di infondere, è veramente deprimente e poco stimolante.

(Nella foto d’archivio: il Fiduciaro Armando Battaglia con il Presidente dell’ACI Angelo Sticchi Damiani)