Apre nuovo centro di raccolta rifiuti riciclabili, è un terreno confiscato alla mafia

Un nuovo centro di raccolta per la differenziata alle porte della città nella zona Bonagia. Inaugurato nel pomeriggio, il Centro di raccolta Oreto, realizzato in un’area confiscata alla mafia, nella zona adiacente alla rotonda, con accesso dalla bretella di viale Regione Siciliana, in direzione Catania.

Alla cerimonia erano presenti, tra gli altri, il sindaco Leoluca Orlando, l’assessore Giusto Catania e il presidente della Rap Giuseppe Norata. Gli altri Centri già in funzione: “Nicoletti”, “Piazza della Pace” “viale dei Picciotti”, hanno ottenuto numeri interessanti. E’ stato sottolineato nel corso dell’inaugurazione: «1000 visitatori al giorno, un totale di 150.000 dall’apertura, più di 30 mila euro in premi efficienza RAEE e circa 1 milione e 500 mila chilogrammi di rifiuti” – dichiara Norata -.

L’obiettivo è quello di avere 22 di centri. Entro fine anno ne avremo un quinto, possiamo dire che la rete dei Centri Comunali di Raccolta inizia a rendere consistenza. Siamo dall’altra parte della città rispetto all’ultimo centro che abbiamo aperto in via Nicoletti, questo è un momento importante per questa area al servizio di un quartiere come quello di Bonagia».

«Abbiamo tanti accessi al giorno, vogliamo ottenere numeri ancora più importanti e fare in modo che la rete capillare dei Centri di raccolta possa raggiungere tutti i cittadini – ha aggiunto l’assessore Catania -. L’obiettivo che abbiamo è quello di arrivare al 100% della raccolta differenziata in questa città. E’ un obiettivo necessario, non si può mandare più nulla in discarica. Nel 2020 la discarica di Bellolampo non sarà più utilizzabile. Facciamo appello a tutti i cittadini affinché ci ascoltino». 

Alle domande sul problema dello smaltimento dei rifiuti ingombranti, spesso abbandonati nelle vie della città, «abbiamo una quantità di ingombranti enorme – dichiara il Sindaco Orlando -. Ci sono circa 40 mila pezzi al mese che vengono portati nei centri di raccolta. E’ uno spreco enorme di risorse per la Rap e l’Amministrazione comunale. Chiediamo ai cittadini di aiutarci, la città è nostra. Contribuire a evitare di buttare gli ingombranti per strada è un modo concreto per rendere migliore la citta».

Print Friendly, PDF & Email