Alla BIT di Milano i sindaci siciliani presentato un nuovo modo di fare turismo

Sempre ieri si è svolta la terza conferenza conferenza organizzata dalla Regione Siciliana alla BIT di fieramilanocity, alla presenza dell’assessore regionale al Turismo, Sport e Spettacolo, Manlio Messina

bit
Terza conferenza della Regione Sicilia alla Bit di Milano

Si è conclusa tra applausi e strette di mano la terza conferenza stampa, organizzata dalla Regione Siciliana, alla BIT di fieramilanocity, alla presenza dell’assessore regionale al Turismo, Sport e Spettacolo, Manlio Messina. All’incontro sono intervenuti i sindaci: di Catania, Salvo Pogliese, insieme con l’assessore ai grandi eventi Barbara Mirabella; di Piazza Armerina, Nino Cammarata; di Zafferana Etnea, Salvatore Russo; di Favignana, Giuseppe Pagoto, insieme con il vice sindaco di Pantelleria, Maurizio Caldo. Ed ancora, il presidente di Island of Sicily, Christian Del Bono, il presidente del distretto turistico Sicilia occidentale, Rosaria D’Alì; il presidente AirGest Salvatore Ombra e il delegato per Federturismo di Sicindustria Palermo, Toti Piscopo.

“In questi tre giorni – spiega l’assessore Messina – abbiamo raccontato il brand Sicilia che, mai come oggi, ci dà grandi soddisfazioni. Se l’Isola riesce ad emergere in ambito internazionale, è certamente per il lavoro sinergico pubblico-privato e per l’impegno del nostro governo unito a quello di tutti i Comuni, dei distretti turistici e delle isole minori. Tutto ciò ci permette di presentare un territorio sempre vivo e variegato con i suoi odori, colori e profumi diversi straordinariamente attrattivi. Sono molto soddisfatto di come abbiamo calcato il palcoscenico internazionale della BIT, perché la Sicilia si sta muovendo nel perseguimento di un unico obiettivo: guardare lontano con alta qualità”.

Tante le novità e i progetti virtuosi che sono stati illustrati al pubblico, evidenziando l’innovazione nelle modalità di fare turismo. “Siamo orgogliosi – ha dichiarato il sindaco di Catania Salvo Pogliese – dell’iniziativa, che parte dal capoluogo etneo in anteprima nazionale, di grande valenza per tutte le categorie commerciali. Attraverso la lotta all’evasione della tassa di soggiorno, che da subito abbiamo avviato triplicando gli introiti, possiamo incentivare il turismo sportivo, congressuale e di gruppo con l’erogazione di contributi economici fino a 18 mila euro, in base al numero dei pernottamenti determinati dall’evento; un meccanismo trasparente di premialità, che incrementerà con certezza l’arrivo di nuovi eventi turistici e sportivi a Catania che, anche in questo campo, riprende un ruolo di guida nell’Isola e non solo”.

Catania, tanti turismi sotto un unico brand. “Catania – dice l’assessore Mirabella – sarà protagonista nelle diverse stagionalità. Con il sindaco e il collega assessore Sergio Parisi, punteremo sul turismo congressuale e quello sportivo, che completano la variegata offerta della città, consolidandola come meta più ambita dopo Londra. I grandi eventi, sono stati scelti per la ricaduta di incoming turistico: dalla musica classica, al cinema; dalla settimana verghiana, al festival belliniano; da WonderTime, la rassegna internazionale di arte diffusa, alla valorizzazione del gelato siciliano che delizia il mondo. E poi ancorail TBEX Europe: dal 10 al 14 marzo è in programma nel capoluogo etneo, una conferenza internazionale in virtù della quale accoglieremo 400 travel blogger provenienti da tutto il mondo”.

A suscitare grande interesse anche il presidente del distretto turistico della Sicilia occidentale, Rosalia D’Alì, che ha presentato “Trapani Sicilia occidentale” come destinazione. “Intendiamo – afferma D’Alì – proporre ai visitatori una destinazione capace di esprimere i valori e la tradizione di tutto un territorio nella sua varietà e ricchezza. Al momento siamo al lavoro sugli eventi collegati alla Santa Pasqua: le festività religiose in occasione di San Giuseppe nell’isola di Marettino e a Salemi e poi la Settimana Santa, ricchissima di iniziative, a Trapani, Erice, Mazzara e Marsala. Inoltre, già da questa primavera, sarà possibile raggiungere San Vito Lo Capo, godendo di una natura incontaminata e mare cristallino”.

Spazio anche a Zafferana Etnea che, con l’Ottobrata Zafferanese, si prepara a fare rivivere lo straordinario territorio alle pendici dell’Etna, valorizzandola cucina siciliana il prossimo ottobre per tutte le domeniche.

Da Piazza Armerina è stata annunciata, a partire dal 1° aprile, l’apertura notturna della Villa Romana del Casale, straordinario sito Unesco, e la 65esima edizione del Palio dei Normanni, la più grande manifestazione di rievocazione storica in costume del meridione d’Italia, che si terrà dal 12 al 14 agosto.

Un programma eventi che renderà il territorio attrattivo 365 giorni all’anno. Dal turismo balneare, anche fuori stagione, a quello enogastronomico che la rende la regione più desiderata; da quello culturale, con una ricca tradizione artistica, a quello religioso e poi ancora turismo congressuale e quello sportivo, collegati alla ricchezza geografica. Il viaggio, attraverso i suggestionanti paesaggi, gli invitanti odori e le straordinarie peculiarità dell’Isola, si caratterizza sempre più come un’esperienza immersiva che, in un unico soggiorno, permette al visitatore di vivere a 360° questa risorsa del “Made in Italy”.

Alla BIT, quindi, i visitatori hanno potuto godere di una straordinaria “esperienza Sicilia”, grazie a punte di diamante che spiccano nel rinomato sistema ricettivo siciliano, come lo chef stellato Seby Sorbello, che, con un ricco programma di cooking show, demo e degustazioni, partendo da ingredienti semplici e al contempo tra i più simbolici e rappresentativi dell’Isola, ha fatto registrare il tutto esaurito al padiglione 3.

Conferma il grande successo anche l’opera dei pupi siciliani, patrimonio Unesco, grazie alla famiglia Napoli, che, con i loro “Pupi Siciliani”, hanno scritto le più suggestive pagine di storia del teatro isolano, conosciuto in ogni parte del mondo, e hanno messo la loro arte costantemente al servizio della promozione turistica.

Grande protagonista anche quest’anno la musica, grazie al Maestro Giuseppe Milici con la sua armonica a bocca, accompagnato al pianoforte dal M° Nicola Pannarale, che hanno eseguito le più emozionanti melodie del repertorio jazz, brani inediti e le celebri colonne sonore dei film d’autore.

Print Friendly, PDF & Email