Ripristino Boe perimetrazione zona A Area Marina Protetta Capo Gallo Isola delle Femmine

Avviato da ieri 5 giugno il ripristino delle Boe di perimetrazione della
zona A dell’Area Marina Protetta Capo Gallo Isola delle Femmine.

Le Boe per mancanza di una adeguata manutenzione si erano spiaggiate o
perse, togliendo così alle barche di pescatori e diportisti la
segnaletica necessaria per il rispetto dei regolamenti, che prevedono il
divieto di navigazione nella zona A della Riserva.

I lavori sono iniziati ieri con la posa in opera degli ancoraggi e delle
Boe, nei medesimi luoghi da dove si erano staccate. Immediatamente dopo il
ripristino si provvederà al posizionamento delle Boe di ormeggio,
operazione fondamentale per evitare che le imbarcazioni si ancorino sul
fondale marino, arrecando danni meccanici al sottofondo tutto, e in modo
particolare alla Poseidonia, indispensabile per la tutela della
biodiversità, nonché habitat unico per la riproduzione della fauna
ittica.
Il tempo previsto per il ripristino delle Boe di perimetro e il
posizionamento delle Boe di ormeggio è di due settimane a partire
dall’avvio dei lavori.

Il lavoro è stato possibile grazie all’Ente gestore dell’Area Marina
Protetta, Regione Siciliana (per l’Area di Capo Gallo) e Città
Metropolitana di Palermo (Comuni di Palermo e Isola delle Femmine ) che si
sono prodigati a dare un nuovo impulso nell’attività gestionale
dell’Area Marina Protetta.

Print Friendly, PDF & Email