domenica, 14 Luglio 2024
spot_img
HomeevidenzaPalermo, Corini: "A Lecco dobbiamo pensare a fare punti"

Palermo, Corini: “A Lecco dobbiamo pensare a fare punti”

Il Mister del Palermo FC, Eugenio Corini, nella consueta conferenza stampa che si tiene prima di un incontro di campionato, questa volta il Palermo FC giocherà con l’ultima della classe, il Lecco, ha tenuto a precisare che ancora lui ci crede: “crediamo ancora nel secondo posto, mancano ancora 10 giornate al termine del campionato. Lecco è in difficoltà, per noi un punto di partenza. Il percorso non esiste più”.

Proseguendo: “abbiamo passato due settimane terribili, ci sono ancora 10 gare per pulire la delusione. Mi riferisco alle alle due ultime partite che purtroppo ci hanno ricacciato indietro. E’ un dato oggettivo che le concorrenti si siano allontanate, avevamo colmato la distanza, ma siamo tornati indietro. Adesso dobbiamo pensare alla gara con il Lecco. Dobbiamo pensare a fare il nostro, ci proveremo fino alla fine, ci sono ancora tanti punti in palio”.

“Queste due ultime sconfitte hanno vanificato molto, abbiamo preso un pugno allo stomaco – continua Corini – adesso ci dobbiamo concentrare su queste ultime 10 gare, guardare avanti e soprattutto crederci fino alla fine”.

Ha poi esaminato cosa non è andato in queste ultime gare: “Cremona ha avuto un percorso particolare, non siamo stati capaci di tornare in partita. Con la Ternana abbiamo dominato fino ad un certo punto, poi la voglia di voler recuperare subito ci ha fatto allungare. Questa è stata una mancanza di lucidità che ha influito non poco sulla sconfitta. Quella con il Brescia è stata una partita particolare, dopo lo svantaggio ci siamo ripresi, poi purtroppo dopo l’espulsione la squadra ne ha risentito”.

Ad

A una domanda precisa sulla carenza di personalità e mancanza di concentrazione ha dichiarato: “A volte la generosità non paga, questo è quello che ci ha fatto perdere qualcosa. Ora dobbiamo ripartire. La concentrazione per chi fa professionismo è fondamentale. Dentro questo ci sono tanti fattori. La concentrazione c’è, ma quello che ci ha fatto squilibrare è l’ansia e la voglia di fare, di recuperare a tutti i costi”.

Per quanto riguarda l’attacco che fa molti goal e al contrario la difesa che ne prende tanti goal, ha detto: “abbiamo trovato e cercato un certo equilibrio per un certo periodo. Ora nelle ultime tre partite abbiamo subito troppo. Dobbiamo ritrovare la compattezza di inizio campionato che dopo dicembre si era rivista. Purtroppo queste ultime tre partite ci hanno penalizzato, cercheremo di ritrovare l’atteggiamento giusto. Atleticamente la squadra sta bene”.

Ha poi tenuto a spiegare i cambi che ha effettuato a Brescia: “ho provato a mantenere l’equilibrio in seguito all’espulsione di Marconi. La scelta dell’uscita di Henderson è stata dettata per far si che la spinta degli esterni fosse più incisiva”.

Continuando: “Il Lecco viene da 8 sconfitte nelle ultime 9 gare, ma questo non significa nulla, la squadra ha attitudini offensive e sa difendersi. Con loro proveremo a fare una buona gara per portare a casa tre punti preziosi”.

“Dobbiamo lavorare per migliorarci, la nostra deve essere una ricerca continua. Non dobbiamo mollare nulla. Per quanto riguarda Stulac, in questo momento Gomes sta messo meglio e di conseguenza Leo è penalizzato”.

In ultimo Corini ha dichiarato: “c’è sempre da imparare e migliorare nel lavoro svolto quotidianamente. Cerchiamo di dare valore a quello che dico. Per quanto riguarda Marconi è un giocatore importante ma, quest’anno ha trovato la concorrenza di Ceccaroni. Purtroppo l’espulsione lo ha penalizzato. Per quanto riguarda la formazione che schiererò a Lecco, ho già le idee chiare. L’unico giocatore che può essere in dubbio è Insigne che ha ancora qualche fastidio, ancora abbiamo un giorno per vedere come va. Il resto dei giocatori sono a disposizione”.

Forza Palermo sempre e comunque io ci credo e continuerò a crederci.

Cari tifosi domenica con inizio alle 16:15 al Rigamonti contro il Lecco vedremo se le premesse di Mister Corini si concretizzeranno, non oso pensare se qualcosa dovesse andare storto, non dimentichiamo che il pallone è tondo.

N.B. Questa volta in copertina non ho voluto mettere una immagine del Mister in conferenza ma ho voluto mettere l’entrata principale del nostro stadio simbolo indiscusso del nostro tifo.

CORRELATI

Ultimi inseriti