martedì, 27 Febbraio 2024
spot_img
HomeculturaI fischi a Geolier a Sanremo che però arriva secondo. Vince Angelina...

I fischi a Geolier a Sanremo che però arriva secondo. Vince Angelina Mango

Un coro contro i fischi

Palermo 11 febbraio 2023

Diciamoci la verità, sappiamo che per essere qualcuno in mezzo alla massa bisogna fare qualcosa per farsi notare. A volte facendo azioni eclatanti, altre indossando qualcosa di unico (spesso non indossando nulla proprio o essere coperti da fili di vestito); insomma serve fare qualcosa di estemporaneo legato alla sfera dell’individuo che vuole assurgere a notorietà. Questa volta crediamo che sia successo qualcosa di inedito, di raro se non unico ed è successo alla Kermes della canzone italiana per antonomasia, per eccellenza.

Il Festival di Sanremo.

Ma cosa è successo e chi è il protagonista, anzi chi sono i protagonisti di questa notorietà? I primi sono coloro che hanno lanciato i fischi dentro l’Ariston e il secondo è il bersaglio colpito e cioè Geolier, famoso Rapper ventitreenne italiano di origini napoletane.

Ora come si sa siamo in democrazia e ognuno può essere libero di esprimere il proprio dissenso anche con fischi, ma se l’intenzione per cercare di “affondarlo” era quella di dissentire in modo quasi maleducato, in un teatro dove i fischi non sono musica, ma volgarità, il risultato non è stato né centrato e neanche sfiorato. Infatti i fischi a Geolier hanno fatto alzare più in alto i cori del dissenso si, ma contro i fischi stessi. Numerose sono state, attraverso i social, le manifestazioni pro Geolier anche espresse da persone alle quali non piace il suo genere musicale, ma sono contrarie a qualsiasi atto di violenza. E i fischi sono atti di violenza perché mortificano chi li riceve, gli fanno male anche se i fischi rappresentano più chi fischia che il fischiato.

La vincitrice Angelina Mango

Ma poi perchè hanno fischiato? Ah si perchè Geolier con Guè, Luchè e Gigi D’Alessio nella serata cover di Sanremo ha vinto. Il rapper napoletano 23enne ha vinto a sorpresa la quarta serata del Festival di Sanremo 2024, quella dei duetti e delle cover, con “Strade”, un medley (misto di brani di canzoni) che omaggiava la storia dell’hip hop. Con lui Guè, con cui ha cantato “Brivido”, Luchè per “O’ primmo ammore”, e Gigi D’Alessio “Chiagne”.

Come dicevamo sia con comunicati stampa, che con dichiarazioni o con post sui social, tra i quali Facebook, da più parti si sono schierati pro Geolier.

Anche Amadeus durante la consueta conferenza stampa di fine serata ha dichiarato: “Mi è dispiaciuto, mi dispiace sempre quando senti dei fischi. Li ho trovati veramente ingiusti per un ragazzo di poco pià di 20 anni. È un ragazzo molto amato, è un talento ed evidentemente è stato votato e ha vinto”.

In Fb Rosana che è un’insegnante scrive:”È ascoltatissimo dai ragazzi, forse non da quelli dei licei, forse non da quelli delle zone ZTL, non risponde ai canoni di persone che sono state educate ad altro gusto.

Non sono testi violenti, sono per lo più canzoni d’amore e di borgata, sentimento a palla secondo i gusti di adolescenti che vivono realtà che molti di noi neanche sfiorano. È il più ascoltato sui canali internet, in Italia anche più di Annalisa ed Angelina.

È degradante? Non credo. Non so se vincerà, ma non sono sorpresa del risultato insegnando da anni a contatto di ragazzi che vengono dalle periferie. Quello che mi sorprende è quel leggero sentore di razzismo sociale che leggo in taluni commenti, la definizione più leggera è “Tamarro”. E allora , pur sperando che vincano Angelina o Ghali, scusate, un po’ di tifo lo farò anche per lui, come per tutti quei ragazzi che molti colleghi non vorrebbero in classe”.

la prima classificata Angelina Mango e Geolier secondo classificato

Anche Fabrizio interviene sul tema e nella sua pagina Facebook scrive: “Ma di che ci meravigliamo? Dove sta la novità?

Apprendo che un ragazzo ieri alla sua esibizione è stato fischiato da alcuni “signori”, magari con la giacca sartoriale addosso che li fa apparire integerrimi. Ebbene, avete rovinato la festa ad un ragazzo ed ai suoi genitori presenti in sala.

Aggiungo un piccolo particolare: poco vi importa il genere musicale che esprime, non a tutti piace la stessa cosa.

Il problema principale è uno solo: sfogare il proprio falso perbenismo e le proprie frustrazioni su altri, ed è quello che esattamente è successo ieri sera in quel teatro patinato e luccicante. Inqualificabili. Questa è l’espressione della nostra società; falsa ed ipocrita.Io sto con Geolier”.

Per la cronaca della serata finale:

Premio della critica “Mia Martini” assegnato dalla sala stampa dell’Ariston a Loredana Bertè

Premio “Lucio Dalla” assegnato dalla sala stampa ad Angelina Mango

Premio miglior testo a Fiorella Mannoia

Premio “Giancarlo Bigazzi” assegnato dall’orchestra ad Angelina Mango

Quinto posto per Irama

Quarto posto per Ghali

Terzo posto per Annalisa

Secondo posto per Geolier

Vince il Festival di Sanremo edizione 2024 Angelina Mango con “LA NOIA”

CORRELATI

Ultimi inseriti