sabato, 23 Ottobre 2021
spot_img
HomesportAtletica, il racconto della Finale Argento a Palermo: i vincitori

Atletica, il racconto della Finale Argento a Palermo: i vincitori

L’Atletica Bergamo 1959 Orio Center tra gli uomini e Atletica Firenze Marathon tra le donne hanno vinto la finale serie Argento dei campionati italiani per società di Atletica Leggera. La festa comprende anche i club che si sono piazzati fino al quarto posto: tra gli uomini, c’è la serie Oro del prossimo anno per Cus Parma, Quercia Trentingrana ed Atletica Lecco-Colombo Costruzioni (oltre naturalmente che per l’Atletica Bergamo). Festa anche tra le donne, detto della squadra toscana, promozione nella massima serie anche per Assindustria Padova, Cus Parma e Brugnera Friulintagli di Udine. Finale in festa con l’invasione gioiosa dello stadio delle Palme, tra selfie, trenini e gavettoni.

“Il bilancio è sicuramente positivo – sottolinea Totò Gebbia, Presidente della Fidal Sicilia e direttore tecnico della manifestazione – abbiamo superato mille difficoltà, ma c’è la soddisfazione di avere organizzato al meglio una finale che ha proiettato nuovamente Palermo nel panorama dell’atletica nazionale. All’intero movimento siciliano rimane un impianto ristrutturato ed efficiente che può e deve essere la casa di tutti coloro amano l’atletica, ma anche di tutti coloro vogliono avvicinarsi ad una disciplina che quest’anno ci ha regalato emozioni uniche”.

LA SECONDA GIORNATA

In precedenza la pista aveva regalato i verdetti della seconda giornata. Atleti che hanno dato tutto per un finale di stagione che finale per alcuni non è sembrato proprio: più forti anche del vento (che in nottata ha danneggiato alcune apparecchiature) e del caldo (tornato afoso come nei giorni critici del mese di agosto).

Grande protagonista anche nella seconda giornata Edoardo Scotti che, dopo i 400, porta in dote al Cus Parma  altri 12 punti della vittoria nei 200 (21.17), contribuendo, infine, al terzo posto anche della staffetta 4×400 del proprio club.

Nessuna sorpresa dalla velocità: dopo la vittoria nei 100, Irene Siragusa (Atletica 2005) doppia il successo nei 200 (23.35) e si concede le prime vacanze di stagione. “Rimango in Sicilia e, già, questo pomeriggio andrò a fare un bagno a Mondello” rivela l’azzurra, protagonista alle Olimpiadi con la staffetta 4×100.

Nei 400 ostacoli donne va in scena un duello a distanza tra due generazioni: nella prima batteria c’è Emanuela Baggiolini (Cus Cagliari) che a 49 anni si concede il lusso di piazzarsi settima assoluta in 1.06.79, mentre nella seconda l’attenzione è per la ventiquattrenne del Cus Parma, Ayomide Folorunso (convocata nel gruppo staffetta senza, però, gareggiare a Tokyo), che ha chiuso la stagione con la scontata vittoria in 56.79 (lontana dal personale di 54.65 stabilito lo scorso 15 agosto in Svizzera). Per la Folorunso, prima anche nella staffetta 4×400 con il proprio club, c’è adesso un pò di riposo da dedicare ai libri di medicina (è studentessa del sesto anno).

Si fa onore l’unica atleta siciliana presente a Palermo: la siracusana (di Augusta) Giulia Aprile, in gara con l’Atletica Firenze Marathon, dopo il secondo posto nei 1.5000, si ripete negli 800 arrivando (2.08.57) alle spalle soltanto di Joyce Mattagliano (Atl Brugnera PN Friulintagli), vincitrice nel doppio giro di pista in 2.07.28.

Si conclude con lo spettacolo della staffetta 4×400 con Cus Parma (trascinato come detto dalla Folorunso in ultima frazione) primo tra le donne (3.44.63) e Cus Pro Patria Milano tra gli uomini con il tempo di 3.14.32. La Finale Argento di Palermo finisce qui, alla fine, come già detto, è festa per tutti con la colonna sonora dell’Inno di Mameli e tutti i giudici sul podio a celebrare a Palermo due giorni di grande atletica.

TUTTI I RISULTATI

LA PRIMA GIORNATA

Solo quinto il campione olimpico Massimo Stano, ma non “aveva più benzina” per usare le stesse parole pronunciate dalla medaglia d’oro di Tokyo (nella 20 km. di marcia) poco dopo avere tagliato il traguardo dei 5000 metri del “tacco e punta” della finale argento dei Campionati Italiani per Società. A vincere allo stadio delle Palermo di Palermo è stato Juriy Micheletti dell’Atletica Bergamo 1959 Orio Center. 

“Ci tenevo ad onorare l’impegno con la mia società – ha detto Stano – è un piacere concludere la stagione a Palermo. Chiaramente il tempo non mi soddisfa, ma a fine anno ci può stare. Le Olimpiadi? Ancora oggi stento ad abituarmi all’idea di avere vinto la medaglia d’oro. E’ stato qualcosa di unico, un’emozione straordinaria ed indimenticabile”.

L’apertura dei campionati Italiani è stata affidata agli atleti della Fisdir: prima una gara degli 80 mt. e poi i 100, ma tutti simbolicamente premiatati sul primo gradino del podio dal Sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, presente allo stadio delle Palme-Vito Schifani per l’inaugurazione della manifestazione. “Ci tenevo particolarmente ad essere qui per dare il benvenuto alla cittadinanza ed agli oltre 500 atleti partecipanti – ha detto il Primo cittadino – ringrazio la Fidal nazionale e regionale per avere pensato di tenere a Palermo questa importante manifestazione sportiva. E’ un’occasione per rivedere il nostro impianto di atletica leggera rimesso a nuovo. La presenza di grandi atleti come Massimo Stano sugellano l’importanza dell’evento e confermano Palermo punto di riferimento nazionale nel mondo dello sport”.

Alla prima delle donne, i 100 hs, c’è subito il personale per Giada Carmassi (Atl. Brugnera PnFriulintagli) con 13.10, mentre tra gli uomini negli ostacoli alti (110 hs) è il campione italiano assoluto indoor dei 60 hs, Franck Brice Koua (Cus Pro Patria Milano) a vincere in 13.89.

I reduci dalle Olimpiadi fanno fino in fondo il loro dovere e, per alcuni, ci saranno domani anche gli straordinari come per Edoardo Scotti (Cus Parma) che, dopo avere trionfato nei “suoi” 400 in 45.92, sarà alla partenza anche nei 200 e nella 4×400. Stesso “impegno” per la velocista Irene Siragusa (Atletica 2005) che ha vinto i 100 in 11.45 (andando vicina al personale stagionale) e per il secondo giorno sarà in pista nei 200.

Portano in dote i punti richiesti Sara Fantini al Cus Parma (per restare in tema di atleti olimpici) che primeggia nel martello con 65.23  e nel salto in alto Alessia Trost (dell’Atletica Brugnera PnFriulintagli) con 1.78.

Nell’unica gara (salto con l’asta) disputata lontana dallo stadio delle Palme (nell’impianto del Cus Palermo) a vincere è stato Matteo Miani (Assindustria sport) che ha superato l’asticella a 5 metri fallendo poi i 3 tentativi a 5.20. Nella staffetta 4×100, successo tra le donne dell’Atletica Brugnera PnFriulintagli (46.25) , mentre tra gli uomini ha vinto la Trieste Atletica (40.89)

Per le due giornate, a disposizione della gente l’ambulatorio mobile del CTO per le vaccinazioni anticovid e la postazione per i tamponi (Asp di Palermo ed Associazione Medico Sportiva) per atleti e giudici di gara.

UN PO’ DI NUMERI

24 le società presenti: 12 tra le donne ed altrettante tra gli uomini con la gloriosa Pro Patria Milano, vincitrice in passato di 12 scudetti e 2 volte campione d’Europa, che punta al ritorno nella Serie Oro.

Il via ufficiale alla manifestazione, con Lancio del Martello e Salto Triplo donne, a cui è seguito alle 17.15 i 110 hs maschili. Il programma degli uomini è proseguito con 400, Disco, 1.500, Salto Triplo, 3000 siepi, Giavellotto, staffetta 4X100 e, come detto, alle 20.30 la 5 km. di marcia con Massimo Stano. La gara del salto con l’asta si è svolta nell’impianto di atletica leggera del Cus Palermo di via Altofonte, in quanto lo Schifani è al momento sprovvisto della struttura.

Tra le donne, dopo Triplo e Martello, in programma 100 mt., 400, Salto in Alto, 1.500. 3000 siepi, Getto del Peso, staffetta 4 x100 e 5 km. di marcia.

LE SQUADRE

Club Maschili: Cus Pro Patria Milano; C.U.S. Parma; Atl. Lecco-Colombo Costruzioni; Atl. Bergamo 1959 Oriocenter; Trieste Atletica; Asd Arca Atl.Aversa A. Aversano; Atletica Malignani Libertas Udine; S.E.F. VirtusEmilsider Bologna; Assindustria Sport; Atletica Livorno; U.S. Quercia Trentingrana; Atl. Aden Exprivia Molfetta.

Club Femminili:  Atl Brugnera PnFriulintagli; Assindustria Sport; Atletica Firenze Marathon S.S.; C.U.S. Parma; Atl. Bergamo 1959 Oriocenter; C.U.S. Cagliari; C.U.S. Trieste; Toscana Atl.Empoli Nissan; Atletica 2005; Atletica Malignani Libertas Udine; N. Atl. Varese; Battaglio C.U.S. Torino.

CORRELATI

Ultimi inseriti