domenica, 26 Settembre 2021
spot_img
HomePalermoZtl centrale: a Palermo temporanea sospensione per questa mattina

Ztl centrale: a Palermo temporanea sospensione per questa mattina

Il punto sull'ormai ingestibile problema ''traffico'' a Palermo

Palermo. Martedì 22 giugno, sarà sospesa dalle ore 8 la Ztl centrale.

La decisione è stata presa in considerazione della chiusura di Foro Umberto I per le riprese di uno uno spot di una auto di F1.

La sospensione temporanea sarà valida fino alle ore 13 e comunque fino a cessata esigenza.

L’Ordinanza sarà pubblicata sul sito istituzionale del Comune di Palermo.

Sulla ZTL Notturna interviene la Caronia

“Sulla ZTL si conferma la schizofrenia dell’amministrazione comunale: impuntata a mantenere quella diurna che tanto danno sta arrecando al centro storico, disattenta su quella notturna, che invece potrebbe ora diventare elemento per favorire le attività economiche che operano nella legalità, che hanno bisogno di spazi all’aperto e di contrasto all’abusivismo. Una ZTL notturna che potrebbe anche essere utile per contrastare i fenomeni di movida irregolare e violenta cui abbiamo assistito in queste settimane, restituendo vivibilità e serenità ai residenti del centro storico. Chissà che una volta tanto il duo Orlando/Catania non ne faccia una giusta?” – Lo dichiara Marianna Caronia, che oggi, in tema di problema TRAFFICO, aggiunge:

“Come ampiamente prevedibile, stamattina mezza città è letteralmente paralizzata, con decine di migliaia di persone bloccate nelle loro auto sotto il sole cocente. E con loro tantissise ambulanze, mezzi dei Vigili del Fuoco e delle Forze dell’ordine. La folle e scriteriata decisione di chiudere il Foro Italico in un giorno lavorativo non poteva avere che questa conseguenza, ma ovviamente l’assessore Catania non si pone i problemi dei cittadini normali, chiuso nella sua ignoranza e arroganza. Vergogna! Ancora di più oggi dobbiamo impegnarci – conclude – perché Catania e Orlando siano al più presto cacciati da Palazzo delle Aquile”.

PROBLEMA TRAFFICO A PALERMO

“Oggi sulla nota app di Google per le indicazioni stradali, le vie di Palermo sono colorate di marrone, la colorazione più “grave” del rosso che indica la paralisi totale del traffico. Ancora un record mondiale per Catania e Orlando dopo quello del cimitero con mille bare a deposito. Persino un bambino avrebbe potuto prevedere quello che sarebbe successo e che il blocco del Foro Italico avrebbe dovuto essere fatto solo in un giorno festivo, ma ancora una volta l’Assessore Catania e il Sindaco dimostrano di vivere sulla Luna e motivo in più perché al più presto il Consiglio comunale voti la sfiducia e li mandi a casa”. Lo ha dichiarato Igor Gelarda, capogruppo Lega a Palazzo delle Aquile.

“Registriamo ogni giorno le lamentele di tantissimi lavoratori che incontrano estreme difficoltà a raggiungere il proprio luogo di lavoro soprattutto se si trova all’altro capo della città. Palermo, e i palermitani, del tutto ormai ostaggio del traffico, e ci chiediamo il perché di certe scelte dell’amministrazione comunale, che non hanno fatto altro che peggiorare la situazione. Pensiamo sia il caso di attivare un gruppo straordinario di lavoro sul traffico che studi tutte le possibili soluzioni per rendere la città vivibile. I cittadini e quelli dei comuni limitrofi meritano rispetto e una migliore qualità della vita”. Cosi Leonardo La Piana segretario generale Cisl Palermo Trapani sulla situazione del caos traffico a Palermo. “Oggi la chiusura del Foro italico ha peggiorato le code di auto. Se per quanto possiamo essere d’accordo sulla promozione delle nostra città attraverso iniziative di importanti marchi del panorama mondiale, forse non era il caso di concedere chiudendo di mattina, una delle principali arterie della città e diventata valvola di sfogo del traffico per via degli ingorghi in altre zone come viale Regione siciliana, e per giunta in piena settimana. Uscire ed entrare dalla città, raggiungere o tornare dall’aeroporto, è diventato imprevedibile nei tempi, soprattutto adesso che con la zona bianca gli spostamenti sono aumentati. Le strade, fra piste ciclabili, cantieri, il ponte Corleone, sono ormai impraticabili, e al di là che per i cittadini, lavoratrici e lavoratori, di certo Palermo non si presenta bene ai turisti che cominciano ad arrivare. Si rivedano alcune scelte si pensi a provvedimenti alternativi che facciano defluire il traffico soprattutto nelle ore di punta, così la città è diventata invivibile”.

“Oggi centinaia di automobilisti hanno ricevuto l’ennesimo schiaffo da un’irredimibile Amministrazione comunale. Giudico profondamente irresponsabile da parte del Sindaco e dell’Assessore alla mobilità il provvedimento di chiusura della via Crispi per dare spazio allo spot pubblicitario di un noto marchio commerciale, di fatto aggiungendo ulteriore caos a una circolazione veicolare quotidianamente intasata a causa dei cantieri insistenti sugli assi principali della nostra città. In nome di una presunta notorietà di cui potrà godere Palermo, si è scelto di impedire ai cittadini di raggiungere i propri posti di lavoro e i propri familiari da assistere, pregiudicando anche il transito dei mezzi di soccorso, rimasti ostaggio degli ingorghi. Come se non bastasse, le istituzioni democratiche sono state ancora una volta beffate dalla consapevolezza che la sospensione della ZTL si può fare, ma solo in nome del dio denaro e di quella millantata “celebrità” che se “mette le ali” a qualcuno di certo si è tradotta in una zavorra pesantissima per la maggior parte della cittadinanza”. Lo dichiara Rosalia Viviana Lo Monaco, capogruppo del Movimento 5 Stelle in Consiglio comunale.

Mentre il sindaco Orlando fantastica di futuri effetti positivi e di ritorni di immagine della città noti solo a lui, i palermitani questa mattina hanno vissuto un incubo rimanendo per ore bloccati in un traffico impazzito nel pieno di una giornata di caldo torrido. Il tutto a causa di uno spot che poteva e doveva essere girato in un giorno festivo e sicuramente non in un giorno lavorativo, con la circonvallazione ostaggio dei cantieri e quindi impraticabile. Quando i turisti torneranno a Palermo, la troveranno sporca e caotica e gli spot televisivi saranno solo un bel ricordo anche per i palermitani”. Lo dichiara il capogruppo di Italia Viva in Consiglio comunale, Dario Chinnici. 

E questa, la replica del sindaco Orlando

“Lo spot di un notissimo marchio che ha una grande visibilità globale, contribuirà a diffondere nel mondo l’immagine della città di Palermo e certamente avrà effetti positivi sull’economia e sul turismo. Per questa ragione abbiamo accolto la richiesta di una casa automobilistica di F1, consapevoli dei disagi che avrebbe creato alla città e alla sua circolazione veicolare. Spiace che questa iniziativa abbia temporaneamente arrecato danni alla mobilità urbana ma gli effetti positivi, nel tempo, saranno moltiplicati”. Lo ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando.

CORRELATI

Ultimi inseriti