Visite guidate, mostre, installazioni, laboratori per grandi e piccini nei luoghi della cultura palermitani

Ecco un piccolo vademecum dei siti che saranno aperti in sicurezza a Palermo e Monreale

museo salinas
museo salinas - palermo

A seguire un vademecum sui luoghi e gli appuntamenti culturali del week end a Palermo e a Monreale.

ITALIE
Personale del fotografo Antonino Costa
Sala Foresteria – Riso, Museo d’arte moderna e contemporanea
dal 29 ottobre al 29 novembre 2020
Personale fotografica di Antonino Costa, voluta dall’ex direttore dell’Istituto Italiano di Bruxelles Paolo Grossi, sposata e portata avanti nella sua fase di produzione dall’attuale presidente Paolo Sabbatini, la mostra Italie arriva adesso a Palermo, città natale del fotografo, grazie a Libreria Flaccovio e alla Regione siciliana.
La personale di Antonino Costa ospitata dall’IIC della capitale belga esattamente un anno fa, sarà esposta al Museo Riso, sala Foresteria, dal 29 ottobre al 29 novembre.
L’ esposizione rientra tra le iniziative direttamente promosse dell’Assessorato Regionale per i Beni culturali e dell’Identità Siciliana.
Italie racconta il nostro paese, nelle sue similitudini nonostante le grandi differenze e lo fa attraverso le periferie di due grandi città conosciute a fondo dal fotografo, Milano e Palermo, tanto diverse tra loro ma talmente simili da potersi confondere. 
Modalità di partecipazione. Gli ingressi nella sala espositiva saranno contingentati, con un numero di 7 persone alla volta. Da martedì a sabato dalle 9:00 alle 20:00 – domenica dalle 9:00 alle 13:00
con regolare biglietto d’ingresso al sito.
LUCE DA LUCE
RISO – museo d’arte contemporanea
fino al 29 novembre 
“Luce da Luce”, l’installazione “Teofania della bellezza” e le opere che instaurano un dialogo tra Shay Frisch e Christian Boltanski in esposizione a Riso, Museo d’arte moderna e contemporanea fino all’8 dicembre.
ORIENTE E OCCIDENTE
Allegorie e simboli nella tradizione mediterranea. Installazioni di Navid Azimi Sajadi

Complesso monumentale Santa Maria Nuova | Monreale
fino al 6 gennaio 2021
Le storie, i culti e tutte le suggestioni nascoste nei capitelli chiostro benedettino di Monreale. E poi le installazioni site-specific di Navid Azimi Sajadi, a creare un viaggio onirico nell’universo della cultura mediterranea, dove Oriente e Occidente dialogano attraverso allegorie e simboli ricorrenti. Negli ambienti unici del Duomo e del chiostro, una mostra che arricchisce ulteriormente uno straordinario monumento, patrimonio dell’Unesco, per scoprire i legami di due culture millenarie. 
Modalità di partecipazione
Fino al 6 gennaio 2021 con biglietto d’ingresso al sito.
TENDERE L’ARCO COME UN INDOVINO
Museo Archeologico Salinas
Muovendovi tra gli spazi del Museo c’è anche la mostra “Tendere l’arco come un indovino”, insieme di 40 arazzi e collage, ideati e realizzati da Tania Giordano in occasione della 37esima edizione del festival La Macchina dei Sogni.
Il viaggio tra gli arazzi sarà accompagnato dai testi di Tiziana Lo Porto, scrittrice e traduttrice, allieva del primo corso della scuola per pupari e cuntisti nel 1997.
Il testo sarà parte integrante degli arazzi esposti, le parole tesseranno una trama di racconti e una geografia di avventure.
TRA FICUS E ORCHIDEE ALLA LUCE DELLE LUCCIOLE
Visite serali all’Orto Botanico di Palermo
sabato 31 ottobre, ore 20.00 e 21.00
 
Dieci ettari di estensione, una storia bicentenaria. La visita in notturna all’Orto Botanico, con guide d’eccezione e una torcia, è un’esperienza da provare. Voluto in epoca borbonica, è il più antico giardino scientifico d’Europa e ospita la flora di tutti i continenti con eccezionali esemplari. All’Orto si deve gran parte dell’innovazione agricola nei nostri campi con l’introduzione del mandarino, del nespolo del Giappone, del loto, con le prime sperimentazioni di piante utili: cotone, soia, banano. Nato sul baluardo di Porta Carini al Capo, si trasferì nell’attuale sede della Vigna del Gallo nel 1786. La costruzione degli edifici – Gymnasium, Tepidarium e Calidarium – del francese Leon Dufourny, finì nel 1795. Il concept store dell’ingresso, realizzato grazie all’intervento di CoopCulture, è una vera opera d’arte, con l’installazione immersiva dei due artisti californiani Fallen Fruit.
UN’OASI VERDE DOVE IMPARARE IL RISPETTO PER LA NATURA | Visite e laboratori per grandi e piccini all’Orto Botanico
domenica 1 novembre, ore 11.00
 
I laboratori sono pensati per i più piccoli, ma anche i papà e le mamme: si potrà trascorre una domenica mattina a stretto contatto con la natura, partecipando alle esperienze che CoopCulture organizza per le famiglie. I bambini saranno affidati a operatori esperti che, giocando, insegneranno loro il rispetto per piante e animali, e quindi per il pianeta, ma faranno anche scoprire le caratteristiche botaniche, le piante più strane e quelle più esotiche: un viaggio “verde” in piena sicurezza.
IL GUSTO TRA I TESORI DELL’ARCHEOLOGIA | Visita al Museo Salinas
domenica 1 novembre, dalle ore 12.00 alle 13.00
 
Un tempo fu la Casa dei Padri Filippini all’Olivella, oggi è un preziosissimo scrigno di storia e reperti provenienti da ogni parte del mondo. Ecco allora l’esperienza rara di gustare prelibatezze nel chiostro del Museo archeologico Salinas, con la splendida fontana del Tritone che un tempo stava sul piano del Palazzo Reale, preludio al viaggio tra i duemila reperti custoditi nel museo, tra i quali le famose metope di Selinunte, il più importante complesso scultoreo dell’arte greca d’Occidente. E ancora la straordinaria Pietra di Palermo, con la ricostruzione di 700 anni di storia dell’antico Egitto e l’elenco di quindici faraoni, i “pezzi” inediti delle oreficerie della necropoli di Tindari, i reperti di Centuripe, i bellissimi vasi di Agrigento. Biglietto unico per visita guidata e brunch.

Alcuni dei siti elencati sono visitabili coi coupon de Le vie dei tesori.

Info e prenotazioni
091.7489995 | coopculture.it