giovedì, 1 Dicembre 2022
spot_img
HomeappuntamentiVisite by night e per bambini, e ancora il Jazz Manouche: gli...

Visite by night e per bambini, e ancora il Jazz Manouche: gli appuntamenti al Salinas

Con Restart, Le notti della bellezza al Salinas. Venerdì 19 agosto alle 20 visite guidate per bambini, alle 20,30 Angelo Merlino – Jazz Manouche Trio in concerto

Fino al 9 settembre, tutti i venerdì sera al Museo Salinas aperture straordinarie dalle 20 alle 23, in occasione di “Restart – Le notti della bellezza“. Visite didattiche serali per adulti e laboratori creativi per bimbi da 5 a 10 anni a partire dalle 20. CoopCulture, in collaborazione l’Associazione Culturale Sulle Orme di Django, propone “La musica proibita” una rassegna di musica dal vivo, Jazz Manouche, Swing & Blues che accompagnerà queste serate di aperture straordinarie. 

Venerdì 19 agosto alle 20,30 tocca all’ Angelo Merlino – Jazz Manouche Trio.

Il trio propone una panoramica che va dai brani più conosciuti del chitarrista Django Reinhardt ai classici evergreen della swing era, sia Americani che Italiani. Angelo Merlino chitarrista e cantante di origine milanese, da anni si impegna a far conoscere anche in Italia questo “stile” musicale. Ha suonato per anni in varie formazioni come i Masala Swing e Le Hot Club De Milano. Il suo modo di cantare ricorda quello di Natalino Otto, Jean Sablon e Louis Armstrong.

ll Jazz Manouche nasce intorno gli anni 30 in Francia grazie al chitarrista manouche Django Reinhardt, figura pittoresca e genio indiscusso nello scenario musicale europeo e mondiale dei primi del 900. Django rivisitò lo swing americano pur mantenendo le proprie radici nella musica tzigana, nei valzer musette francesi e in quella balcanica che nel corso dei secoli ha influenzato tutta la musica folkloristica del mediterraneo.

Per maggiori info e prenotazioni tavoli: 345 7765493.

I concerti si svolgeranno nel chiostro minore del Museo Salinas, con ingresso da Piazza Olivella. Ingresso gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Per info: https://www.restartpalermo.it/

IL PROGRAMMA DELLA RASSEGNA

Venerdì 26 agosto 2022 ore 20:30

Simona Trentacoste – Jazz Standards

Simona Trentacoste (voce) – Gabriele Giambertone (chitarra).

Simona Trentacoste, classe 84,  artista eclettica, figlia d’arte, entrambi i genitori pianisti, fin dai primi anni d’età manifesta predisposizione e spiccato interesse per le arti sceniche quali musica e danza. Comincia la sua esperienza professionale all’età di quindici anni, lavorando come corista per nomi di fama internazionale come Luciana Turina e Dino. Intorno ai diciannove anni comincia ad avere interesse per la scrittura e la composizione di musica oltre che per il canto. Nel 2011 partecipa all’esame d’ammissione per la classe di canto Jazz del conservatorio di musica di Palermo “Vincenzo Bellini”. Si classifica prima in graduatoria, con una votazione di 30/30, su oltre quaranta cantanti, intraprende il corso di studi triennale con una media di 30/30. Lavora come solista con i più conosciuti Jazzisti siciliani. Contrabbassisti come Riccardo Lo Bue, Nello Toscano, Giuseppe Campisi, Carmelo venuto. Batteristi come Marcello Pellitteri, Gianni Cazzola, Ruggero Rotolo, Lucio Turco, Luca Trentacoste, Fabrizio Francoforte. Pianisti come Riccardo Randisi, Andrea Beneventano, Roberto Brusca, Francesco Pisano, Paolo Passalacqua. Sassofonisti come Orazio Maugeri , Gaspare Palazzolo e Carla Restivo. Trombettisti come Alessandro Presti e Giacomo Tantillo.

Venerdì 2 settembre 2022 ore 20:30

KouZil –  Musiche dalle isole del mondo

Alessandro Venza (chitarra resofonica, acustica, liuto greco, charango e voce) – Yannik Tiolo (percussioni e voce).

Duo composto da Alessandro Venza e Yannick Tiolo, che propone un vasto repertorio di musica proveniente da varie isole del Mondo, con una speciale attenzione alla cultura creola delle Mauritius (luogo di origine di Tiolo) e La Rèunion, due isolette sperdute nell’Oceano Indiano al largo del Madagascar, dove le culture africane, malgasce ed indiane si fondono in uno stile ritmico unico e travolgente.  L’intesa musicale che contraddistingue il duo è frutto di un lavoro che li ha visti suonare insieme in diverse formazioni musicali durante gli ultimi anni, spaziando fra vari generi musicali. Segà, Maloya, Rumba, Biguine, Reggae, Calypso, Nisiotika, Blues, nei concerti dei KouZil queste musiche si fondono l’una con l’altra, e tra vecchie canzoni, ritmiche dense, melodie ipnotiche e giochi d’improvvisazione, si ha quasi l’impressione che vengano tutte da un’isola immaginaria. Un viaggio musicale che parte dalla Sicilia ed arriva fino a Cuba, passando per le Hawaii, Caraibi, Creta e le isole del Dodecanneso.

Venerdì 9 settembre 2022 ore 20:30

Sulle Orme di Django feat Roberta Sava

Roberta Sava (voce) – Carlo Butera (chitarra manouche) – Gabriele Lomonte (chitarra manouche) – Mattia Franchina (contrabbasso) – Dino Triassi (armonica e voce).

Roberta Sava comincia i suoi studi in canto lirico nel 2003. Dopo cinque anni li abbandona per seguire la strada del canto jazz. Nel 2008 si iscrive alla scuola di musica “The Brass Group” di Palermo, per studiare con le docenti di “Repertorio” Flora Faja e “Tecnica Vocale” Lucia Garsia. Nel 2010 comincia a studiare presso il Conservatorio Vincenzo Bellini di Palermo. Nel 2015 consegue la laura in Canto Jazz con la valutazione di 110/lode. Tra il 2015 e il 2016 partecipa con i “Reding Project” (gruppo innovativo) al XX Concorso Nazionale Giovani Musicisti “Benedetto Albanesi” ricevendo il primo premio assoluto della categoria “gruppi jazz” e premio speciale della categoria “jazz”. Sempre con il Reding Project alla VI edizione del Premio “Pippo Ardini” classificandosi al Primo Posto della categoria “Gruppi Jazz” e in fine partecipano alla V edizione del Premio“Enzo Redisi” classificandosi al Primo posto assoluto. A Luglio del 2015 partecipa a “Umbria Jazz Clinics 2015” e vince una borsa di studio per la “Berklee College Of Music” di Boston.

Sarà accompagnata dai musicisti dell’Associazione Culturale sulle Orme di Django, impegnati nella ricerca e nella divulgazione del Jazz Manouche.

CORRELATI

Ultimi inseriti