Video presentazioni e seminari per la nuova settimana on line del Museo Pasqualino

museo pasqualino
museo internazionale delle marionette antonio pasqualino di palermo

Una nuova settimana con l’iniziativa #ilmuseopasqialinoacasatua, che vede tre appuntamenti con le videopresentazioni delle Edizioni Museo Pasqualino e il quinto incontro del seminario permanente Etnografie del contemporaneo: Gentrificazione e margini, con Teresa Graziano.

Le attività rientrano nell’ambito del progetto “The Human Library. I libri sono uomini”, promosso dall’Associazione per la conservazione delle tradizioni popolari di Palermo in collaborazione con ALAB–Associazione Liberi Artigiani Artisti e sostenuto dal Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo – Direzione generale creatività contemporanea e Rigenerazione urbana, Piano Cultura Futuro Urbano – “Biblioteca di quartiere”.

Lunedì 11 maggio alle 12Alessandro Napoli presenta Le vie del cavaliere. Epica medievale e memoria popolare, di Antonio Pasqualino.
Attraverso un complesso itinerario fra diversi contesti e livelli di fruizione, personaggi, temi e vicende dell’epica cavalleresca medievale e rinascimentale approdano alle tavole del teatro delle marionette siciliane. Questo è il suggestivo e insidioso percorso ricostruito e puntualmente analizzato, ricorrendo agli strumenti dell’antropologia e della semiotica, da Antonio Pasqualino. Si tratta del frutto di una riflessione più che ventennale sulla trasmissione dell’epopea carolingia dal Medioevo alla tradizione popolare recente, con riferimento alle tecniche e alle forme espressive dei cantastorie e dei contastorie, per giungere a quella particolare sintesi scenica che si può osservare nel teatro siciliano di marionette armate: l’Opera dei pupi.

Mercoledì 13, ancora alle 12Anna Carocci presenta Il poema che cammina. La letteratura cavalleresca nell’opera dei pupi. Il volume analizza lo strettissimo rapporto tra letteratura cavalleresca e opera dei pupi: un lungo viaggio che, passando per tempi e luoghi diversi, porta Orlando, Rinaldo e gli altri protagonisti dei poemi in ottava rima a camminare davvero, sul palcoscenico dei “teatrini”. Basato su ricerche di prima mano sulle stampe, i copioni e le testimonianze orali, il libro esamina tutti i passaggi fra la letteratura cavalleresca e l’opera dei pupi: dai poemi in ottava rima scritti nel XV e nel XVI secolo alle riscritture in prosa di Giusto Lodico e Giuseppe Leggio e poi ai copioni dei pupari di Palermo, Catania e Puglia. Dall’opera dei pupi tradizionale alle trasformazioni e innovazioni degli anni Sessanta e Settanta, fino alle nuove e originali soluzioni dei pupari attivi ai nostri giorni.

Venerdì 15 maggio alle17, nuovo appuntamento con il seminario permanente Etnografie del contemporaneo: Gentrificazione e margini, coordinato da Rosario Perricone e organizzato dall’Associazione per la conservazione delle tradizioni popolari.
In questo quinto incontro, Teresa Graziano parlerà di Nuovi foodscapes e turistificazione: i mercati storici come “frontiere di gentrification”?
Si esploreranno gli effetti innescati dall’emergere di nuovi paesaggi e pratiche di consumo di cibo che si innestano in un tessuto socio-economico stratificato storicamente, come quello dei mercati storici nelle città mediterranee, modificandone usi e percezioni.

Infine, domenica 17 maggio alle 12Rosario Perricone presenta Etnografie del contemporaneo in Sicilia. Il volume raccoglie alcune delle relazioni tenute per il seminario permanente Etnografie del contemporaneo. I saggi raccolti sono divisi in quattro sezioni (Etnografie del lavoro, etnografie delle migrazioni, etnografie dei disastri, etnografie religiose) e si focalizzano sulle recenti trasformazioni della società su scala globale partendo da alcuni case study locali.