Via Crucis Opera Musical da Palermo a Napoli per un doppio appuntamento il 26 e 27 marzo

Via Crucis Opera Musical

Lunedì 26 e martedì 27 marzo al teatro Politeama (via Monte di Dio 80), nel cuore di Napoli, andrà in scena lo spettacolo “Via Crucis Opera Musical”, promosso dall’associazione partenopea Arti e Mestieri, che racconta il drammatico percorso di Gesù verso il Calvario, attualizzato ai drammi dei nostri giorni. Saranno quattro le rappresentazioni in programma: due mattutine, alle ore 9, che coinvolgeranno gli studenti delle scuole secondarie di Napoli e provincia, e due serali, alle ore 21, aperte a tutti.

A curare l’organizzazione dello spettacolo, per conto della sezione teatro-musical dell’associazione Arti e Mestieri, Gregorio del Prete, cantante e attore che, nel musical, vestirà il ruolo di Ponzio Pilato.

via crucis opera musical
Locandina Musical

Via Crucis Opera Musical nasce da un’idea di Martino Brancatello, autore delle musiche, a cui si aggiungono i testi lirici di Valeria Martorelli e Martino Lo Cascio, per la regia di Claudio Insegno. Le coreografie sono di Maria Rosaria Vitolo, scene e costumi di Valentina Conigliaro, vocal coach Marinella Spatafora, lighting designer Massimo Tomasino. Il musical, inoltre, si avvale della consulenza teologica di don Salvatore Priola e don Nicasio Lo Bue, e sul palco anche il corpo di ballo della scuola di danza “Arte del movimento”. Allo spettacolo napoletano, parteciperanno anche venti ragazzi, selezionati dall’associazione Arti e Mestieri, in veste di cantanti, attori e figuranti.

La giovane associazione Arti e Mestieri, nata nel dicembre 2017, con Rosario Biancodi titolare di Rogiosi editore, del magistrato Catello Maresca, e di Danilo Iervolino, con il supporto della Fondazione F.I.R.S.T. (Frontiere Internazionali di Ricerca Scientifica e Tecnologica), opera infatti in tal senso formando i ragazzi, in particolare quelli provenienti da situazioni di disagio, al lavoro e alla cultura delle antiche tradizioni.

Il debutto palermitano di “Via Crucis Opera Musical”, invece, risale al 2010 a Bagheria, dove si contarono più di mille spettatori, e dove partecipò Emanuela Villa interpretando la Vergine Maria. Una narrazione storica attraverso un musical per ripercorrere le tradizionali quattordici stazioni che raccontano gli episodi dolorosi della vita terrena di Cristo. Un percorso in cui la figura del Profeta, che viaggia attraverso le cattiverie e i dolori umani avvenuti nei secoli, diviene centrale, frapponendosi tra gli eventi narrati e lo spettatore. Ogni stazione è poi caratterizzata da un elemento di dolore, quale può essere il rimorso, il dubbio, la solitudine, l’incertezza.

Una Via Crucis del Cristo che diviene la “via crucis” di ogni uomo e che, staccandosi dagli aspetti prettamente religiosi, prende la forma di un percorso laico dove protagonisti saranno anche i fatti storici degli ultimi cento anni, proprio quelli che col dolore e la sofferenza hanno segnato molte vite umane. E così, come Cristo, anche l’umanità ha portato, e porta, le sue croci.

via crucis opera musical
La quarta Stazione del Musical

Le stazioni ripercorrono così la storia dell’uomo del novecento, dalla bomba atomica su Hiroshima allo sterminio nazista degli ebrei, dalle guerre civili agli omicidi di mafia, mettendo a nudo ogni perfidia, egoismo, corruzione, e quella debolezza dell’uomo che, nei secoli, ha stravolto in negativo la vita e la storia di intere generazioni umane.

 

 

Print Friendly, PDF & Email