Verde a Palermo, riaperta al pubblico Villa Costa

La cerimonia di riapertura a Villa Costa

Si è svolta ieri la cerimonia di apertura di Villa Costa, lo spazio urbano di viale Lazio dedicato a Gaetano Costa, il magistrato assassinato dalla mafia il 6 agosto 1980. Dopo circa due mesi di lavori di interventi di pulizia del verde, effettuati dalle maestranze della Reset, lo spazio urbano torna, così, fruibile alla cittadinanza. Alla cerimonia era presente il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, l’assessore al verde, Sergio Marino, i consiglieri comunali Dario Chinnici e Paolo Caracausi, oltre a Massimo Giaconia e Katia Meli della III Commissione consiliare Ambiente.

I lavori, complessivamente, hanno interessato la potatura di tutte le piante di agrumi presenti, sono state sagomate le bordure e le siepi, e sistemati i vialetti della villetta. Rifatta anche la parte dell’ingresso e ricoperte tutte le buche che erano presenti negli assi viari e secondari.

“Finalmente – ha detto il sindaco Orlando – torna fruibile la villetta dedicata a Gaetano Costa creando un unico spazio pubblico con il vicino Giardino delle Rose. Questa è occasione per ringraziare le maestranze della Reset che hanno consentito la vivibilità di questo spazi”.

“La Reset ha fatto un ottimo lavoro – ha commentato il Consigliere comunale Caracausi – sistemando e pulendo spazi che oggi tornano a disposizione dei cittadini con la potatura degli agrumi, la sagomatura delle siepi e il rifacimento dei vialetti. Adesso però bisogna compiere un ulteriore passo in avanti con la riapertura della biblioteca”.

“Oggi tanti i cittadini entusiasti per questa riapertura – ha dichiarato Giaconia – che restituisce un polmone verde al quartiere. Ci sono tante idee in campo per rendere questo spazio sempre più a servizio del territorio, come un’area dedicata agli amici a quattro zampe e un punto di ristoro”.

“Il sindaco ha anche annunciato che un imprenditore è disponibile a realizzare uno skatepark – concludono Caracausi e Giaconia – che potrebbe essere collocato proprio a Villa Costa, che diventerebbe così anche a misura di giovani. E’ questa la Palermo che vogliamo, accogliente e all’avanguardia”.

 

 

Print Friendly, PDF & Email