Vandali nuovamente in azione al “Palchetto della Musica”

foto concesse da Retake Palermo

Palermo, 12.10.2016 – E’ opera di vandali il danneggiamento del Palchetto della Musica avvenuto nella tarda serata dello scorso martedì in piazza Castelnuovo.

Sono trascorsi soltanto pochi giorni dalla pulizia straordinaria eseguita dal Comune. Dopo svariate segnalazioni e ripetuti sfregi al “tempietto” che domina la piazza da più di un secolo, cittadini e turisti hanno gioito per lo splendore in cui versava l’opera della famiglia Florio.

Ma è di ieri la notizia che il Palchetto della Musica è stato nuovamente preso di mira e vandalizzato da alcuni ragazzini. A riferirlo a GCPress è Marco D’Amico, presidente dell’associazione Retake Palermo: “Un nostro volontario ci ha immediatamente contattato quando ha visto lo scempio. Dei ragazzi hanno imbrattato il pavimento e alcune pareti del tempio nella tarda serata, quasi alla ‘luce del sole’”.

Il monumento, edificato dalla famiglia Florio nel tardo ‘800, aveva come scopo l’esibizione di bande musicali durante le domeniche e altre manifestazioni a tema. Negli anni è stato più volte vandalizzato e ripristinato diventando un “onere” non indifferente per il Comune di Palermo : “Abbiamo consegnato il materiale in nostro possesso all’autorità giudiziaria denunciando l’accaduto. La cosa più grave è lo sfregio che i ragazzi hanno compiuto firmando con nomi e cognomi le loro scritte – continua Marco D’Amico –. Nella piazza sono presenti delle telecamere, ciò che chiediamo è la verifica che queste siano funzionanti e che non siano soltanto elementi di arredamento urbano. E’ necessario un rigido controllo del salotto della nostra città, troppo spesso abbandonato alle incurie di incivili.”

Retake Palermo, associazione costituita lo scorso aprile, ha più volte ripristinato monumenti o mura della città imbrattati dai vandali. Solo dopo un mese dalla costituzione formale hanno ripulito diverse fermate del Tram lungo la linea 1 ed eliminato scritte che inneggiavano alla mafia lungo Viale Regione Siciliana. “ Il 23 ottobre – conclude D’Amico –  in occasione del Retake Day nazionale, ci occuperemo di ripristinare uno dei tanti monumenti palermitani che versa in condizioni precarie. Auspico che le nuove manifestazioni sensibilizzino l’opinione pubblica al riguardo garantendo così controllo e sicurezza nella nostra città”.